venerdì 10 giugno 2011

Intervista ai Vandemars

Esauriti quasi tutti i gruppi dell’underground terrestre, ho deciso di andare ad ascoltare quelli di altri pianeti. Ecco perché questa sera sul blog dell’Alligatore ci saranno i Vandemars, letteralmente L’Avanguardia di Marte. Sono scesi tra noi decidendo di stabilirsi sul versante senese del Monte Amiata, da dove si collegheranno con le loro antenne. Come i gruppi del nostro pianeta, sono composti da voce, chitarre, basso e batteria, ma in certi momenti senti la loro provenienza aliena. Girano, per loro stessa ammissione, in un cerchio vorticoso, dove confluiscono magma e acqua, l’aria con la roccia.

Ho ascoltato molto in questi giorni il loro recente cd autoprodotto, Blaze, ricco di momenti suggestivi sopra ad un alternative-rock con una bella voce di donna. Intrecci di chitarre infiammanti, il basso a dare ordine e la batteria il giusto ritmo, come da noi, lo zampino del mitico Paolo Benvegnù (ho sempre pensato venisse da Marte), che assieme a Stefano Bechini l’ha prodotto artisticamente. Difficili da definire: pop?... rock? … progressive?… noise? … ci daranno loro, la giusta definizione. Intanto una cosa l’ho imparata: c’è vita su Marte. Pronti Vandemars?

VAI AL LORO MYSPACE http://www.myspace.com/vandemars


Etichette: , , , , , , , , , ,

106 Commenti:

Alle 10 giugno 2011 21:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Qui Terra, pronti da Marte?

 
Alle 10 giugno 2011 21:33 , Blogger Alligatore ha detto...

Difficoltà sul collegamento inter-planetario ;)

 
Alle 10 giugno 2011 21:34 , Anonymous Anonimo ha detto...

Pronti! Eccoci qua. Adesso ci logghiamo tramite wordpress

 
Alle 10 giugno 2011 21:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Anche su Marte ci sono i blog?

 
Alle 10 giugno 2011 21:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Loggiatevi pure su wordpress ... noi di blogspot siamo compatibili.

 
Alle 10 giugno 2011 21:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Intanto faccio ripartire "Blaze" ...

 
Alle 10 giugno 2011 21:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

Procediamo pure anche in finto anonimato :-)

 
Alle 10 giugno 2011 21:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Mi fido, sento che siete voi ...

 
Alle 10 giugno 2011 21:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

E' di buona compagnia 'Blaze'?

 
Alle 10 giugno 2011 21:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Direi di sì... l'ho ascoltato molto in auto in questi giorni... regge sia in auto che a piedi. Non è da tutti.

 
Alle 10 giugno 2011 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

... anche da fermo ;)

 
Alle 10 giugno 2011 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Voi siete fermi? Pronti?

 
Alle 10 giugno 2011 21:43 , Anonymous Anonimo ha detto...

Bene,bene! Ne siamo davvero felici.

 
Alle 10 giugno 2011 21:43 , Anonymous Anonimo ha detto...

Pronti , comodi e in ascolto :-)

 
Alle 10 giugno 2011 21:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Allora parto con la prima: chi sono i Vandemars?

 
Alle 10 giugno 2011 21:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

5 Anime diverse unite dallo stesso amore viscerale per la musica che hanno scelto insieme, ormai da un po’ di anni, di custodire e realizzare un progetto.

 
Alle 10 giugno 2011 21:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché questo nome?

 
Alle 10 giugno 2011 21:49 , Anonymous Anonimo ha detto...

Perché ci piaceva il suo suono e poi con il tempo, crescendo come gruppo, ci siamo resi conto che aveva un significato ben preciso, che ci calzava a pennello: “l’Avanguardia di Marte”. Al di là di questo significato letterale, ‘Vandemars’ é per noi la voglia di esprimersi liberamente, come hanno sempre fatto gli avanguardisti, é la necessità di trovare un proprio posto nel mondo,
o se vuoi nell’Universo :-)
un posto che sia davvero nostro.

 
Alle 10 giugno 2011 21:50 , Blogger Alligatore ha detto...

Bello questo ...

 
Alle 10 giugno 2011 21:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Per farlo usate le canzoni ... a proposito come nasce una vostra canzone?

 
Alle 10 giugno 2011 21:51 , Anonymous Anonimo ha detto...

:-) Grazie!

 
Alle 10 giugno 2011 21:52 , Anonymous Anonimo ha detto...

Dal nostro incontro, dalla voglia di raccontarci e di ascoltarci. Quasi sempre le nostre canzoni sono frutto dell’improvvisazione in sala prove. Spesso partono da una linea di batteria e voce e poi seguono gli altri strumenti. Magari succede che una canzone rimanga identica nella forma per un bel po’…Poi però arriva l’arrangiamento definitivo che le dona un’identità precisa.

 
Alle 10 giugno 2011 21:54 , Blogger Alligatore ha detto...

Come sono nate quelle del vostro recente cd “Blaze”?

 
Alle 10 giugno 2011 21:55 , Anonymous Anonimo ha detto...

Esattamente così! :-) Le canzoni erano lì con noi pronte ad essere incise, con le loro strutture definite. Ma in questo caso, proprio per la presenza e continua collaborazione e confronto dei nostri due produttori artistici, Paolo Benvegnù e Stefano Bechini, gli arrangiamenti definitivi, comprensivi anche di altri strumenti come piano e fiati, sono nati in studio, dopo aver registrato le linee principali di batteria, basso e chitarre ritmiche.

 
Alle 10 giugno 2011 21:57 , Blogger Alligatore ha detto...

Dove trovate l’ispirazione?

 
Alle 10 giugno 2011 21:57 , Blogger Alligatore ha detto...

…A proposito di scrittura e ispirazione, mi ricordo quello che diceva Eddie Vedder: le idee migliori vengono nei momenti più inopportuni, quando non hai la possibilità di buttarle giù. Poi le dimentichi, e ti rimane il vago ricordo di una cosa grandissima....che rabbia.

 
Alle 10 giugno 2011 21:57 , Blogger Alligatore ha detto...

Mai capitato? Girate con un quadernetto o un registratore?

 
Alle 10 giugno 2011 21:59 , Anonymous Anonimo ha detto...

Niente quaderno, né registratore. Arriviamo gravidi in sala prove e ci aiutiamo a partorire vicendevolmente :-) … A parte “supercazzole” varie, nasce davvero tutto dal nostro incontro quando suoniamo insieme, improvvisando, e dall’interplay che si crea nelle varie occasioni. Credo di poter dire che finora “la cosa grandissima” di cui parla Vedder ce la siamo ispirata a vicenda, in presenza l’una degli altri.

 
Alle 10 giugno 2011 22:02 , Blogger Alligatore ha detto...

Gravidi in sala prove ... bella espressione. Delle amiche hanno da poco finito un cd e mi hanno scritto "Finalmente abbiamo partorito..."

 
Alle 10 giugno 2011 22:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Il fatto di avere donne nel rock femminilizza anche il linguaggio ... bello, mi piace.

 
Alle 10 giugno 2011 22:04 , Anonymous Anonimo ha detto...

Eh già! La nostra sensazione é stata proprio la stessa...Un parto plurigemellare direi! :-)

 
Alle 10 giugno 2011 22:05 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mai abbastanza però! (Silvia) :-)

 
Alle 10 giugno 2011 22:06 , Blogger Alligatore ha detto...

Spero sempre di più ;)

 
Alle 10 giugno 2011 22:06 , Blogger Alligatore ha detto...

C’è una canzone in particolare che rappresenta il vandemars-sound?

 
Alle 10 giugno 2011 22:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

Lo spero anch'io! ;)(Silvia)

 
Alle 10 giugno 2011 22:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

Se dovessimo scegliere una sorta di nostro ‘manifesto’ sarebbe "My Cage".

 
Alle 10 giugno 2011 22:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

hey...tutte queste chicche su come è nato blaze mi ricordano le chiacchierate con silvia per i vicoli di siena quando la beccavo per caso e la tenevo mezz'ora...mi piace questo! la tempestavo di domande, come fa l'Alligatore qui, perché è naturale chiedersi come facciano a "partorire" cose tanto belle...comunque li seguo dal 2007, e fino a questo momento ne è valsa assolutamente la pena..un abbraccione a tutti i vandemarziani (annalisa, dell'uni)

 
Alle 10 giugno 2011 22:11 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Annalisa, benvenuta nella palude ...

 
Alle 10 giugno 2011 22:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ciao Bellissima! GRAZIE MILLE! UN ABBRACCIO FORTE DA TUTTI NOI

 
Alle 10 giugno 2011 22:13 , Blogger Alligatore ha detto...

My Cage, non a caso messo all'inizio del cd ... sì, è molto rappresentativa... c'è molto di voi.

 
Alle 10 giugno 2011 22:13 , Blogger Alligatore ha detto...

Se “Blaze“ fosse un concept-album su cosa sarebbe?

 
Alle 10 giugno 2011 22:15 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sul fuoco che ci portiamo dentro, sulla fiamma che arde dentro ognuno di noi. E che è anche la parte più viva di ognuno di noi, tormentata, forte, rabbiosa, fragile, ma soprattutto un’ instancabile amante della vita e della sua bellezza. Quella stessa fiamma che ci spinge alla ricerca di un dialogo con l’Altro, con il Mondo e con i nostri diversi sé che ci accompagnano nel mondo.

 
Alle 10 giugno 2011 22:18 , Blogger Alligatore ha detto...

Bella questa fiamma ... molto rock.

 
Alle 10 giugno 2011 22:19 , Blogger Alligatore ha detto...

Il cd è un’autoproduzione.

 
Alle 10 giugno 2011 22:19 , Blogger Alligatore ha detto...

È stato facile farlo? Lo consigliereste anche ad altri giovani con un cd pronto?

 
Alle 10 giugno 2011 22:19 , Anonymous Anonimo ha detto...

COMUNQUE IL TUO AVATAR è UNA MERAVIGLIA! (Stefano)

 
Alle 10 giugno 2011 22:20 , Anonymous Anonimo ha detto...

E’ stata una gioia immensa esserci riusciti, ma non é per stato per niente facile. Senza l’appoggio e la collaborazione di persone che ci hanno aiutato, lavorando gratuitamente, ‘Blaze’ non sarebbe mai nato. Credo che sarebbe decisamente meglio, soprattutto nel caso di un primo album, essere sostenuti almeno finanziariamente da qualcuno che creda nel tuo progetto o anche semplicemente che lo veda come un buon investimento, ma che comunque ti dia la possibilità di esprimerti fornendoti i ‘mezzi’ che a te mancano.

 
Alle 10 giugno 2011 22:25 , Blogger Alligatore ha detto...

Scusate, mi sono perso nell'ascolto dell'ultimo pezzo dell'album, ricco di suoni e di cambi di ritmo...

 
Alle 10 giugno 2011 22:26 , Blogger Alligatore ha detto...

Prende molto ...

 
Alle 10 giugno 2011 22:27 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie per l'avatar, Stefano ... è nato nel 2003, ma non ho mai scoperto chi è l'autore.

 
Alle 10 giugno 2011 22:28 , Blogger Alligatore ha detto...

Tornado a "Blaze", tra i collaboratori del cd, in vari ruoli, c’è un mito vivente dell’underground italico, Paolo Benvegnù. Come siete entrati in contatto e come è stata la collaborazione con lui?

 
Alle 10 giugno 2011 22:28 , Anonymous Anonimo ha detto...

'Waiting for the drummer'...:-)Fra, il nostro batterista non arrivava più, era uscito dalla sala per una telefonata ed è nata 'Waiting' :-)

 
Alle 10 giugno 2011 22:29 , Anonymous Anonimo ha detto...

Un incontro, una coincidenza. Nell’estate del 2008 ci siamo esibiti sul palco del festival Plug&Play di Arezzo, e il caso ha voluto che lui si occupasse dei gruppi selezionati per questo contest. E' rimasto folgorato dalla nostra esibizione, così quel 'filo rosso' che lega le passioni ci ha fatto intrecciare e da un brano per la compilation del festival siamo finiti a registrare un intero album insieme :-). Un'esperienza molto intensa e vissuta fino al midollo. Un intervento a cuore aperto.

 
Alle 10 giugno 2011 22:31 , Blogger Alligatore ha detto...

Incontro in diretta con Paolo Benvegnù... in carne ed ossa. Niente web, niente mail ...

 
Alle 10 giugno 2011 22:33 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma, con Internet che rapporto da utenti?...

 
Alle 10 giugno 2011 22:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

Vis à vis, ad Arezzo. All'interno di un circolo culturale che ospitava le bands che avevano vinto il contest e che avrebbero dovuto preparare una cover per il live al festival, proprio con l'aiuto e supervisione di Benvegnù

 
Alle 10 giugno 2011 22:35 , Anonymous Anonimo ha detto...

A questa domanda ti rispondiamo singolarmente noi 3 riuniti qui:

Silvia -> Buono, più o meno quotidiano, più o meno leggero, a seconda che si tratti di motivi di ricerca o per pura curiosità.
Francesco -> per quanto mi riguarda io non guardo la tv da più di un anno,vivo con internet sia per guardare video che per leggere.
Stefano -> Anche nel mio caso è un utilizzo quotidiano. Ormai indispensabile per motivi lavorativi e di informazione. E poi è un piacevole passatempo.

 
Alle 10 giugno 2011 22:37 , Blogger Alligatore ha detto...

… e da musicanti, il rapporto con la Rete delle Reti e le nuove tecnologie in genere?

 
Alle 10 giugno 2011 22:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

Silvia -> Ben venga qualsiasi spazio, che per quanto ‘cyber’ sembra essere comunque più libero e aperto di quello che ci circonda, da poter usare come veicolo per proporre la nostra musica e fruirne in quantità illimitata.

Francesco -> Ognuno ora come ora può avere una sua finestra verso il mondo, bisogna solo vedere se quello che proponi è interessante oppure no...Quindi da questo punto di vista è confortante ma non è solo con Internet che si vive.

Stefano -> Io la vedo come un’ opportunità sia per chi fa musica, ma soprattutto per chi ascolta musica. Fino a 15 anni fa mi ricordo attese interminabili per ordinare un disco e poi una volta arrivato e acquistato neanche mi piaceva. Oggi hai la possibilità di ascoltarlo per intero un disco prima di comprarlo e trovo che ciò sia finalmente a vantaggio del “consumatore”.

 
Alle 10 giugno 2011 22:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Myspace vi sembra una cosa buona o solo una vetrinetta? ... superato da Facebook? Anche se ormai Facebook non è più la moda del momento …

 
Alle 10 giugno 2011 22:42 , Anonymous Anonimo ha detto...

Più che le mode ci interessa la comunicazione della nostra musica. Il web è un ottimo modo per arrivare ad un’altra “realtà” quando fisicamente non lo si può fare. Un mezzo in più per far conoscere la nostra musica e il nostro mondo, per far circolare il verbo vandemarsiano :-).
Myspace è diventato ingestibile, tantomeno fruibile.
La nostra pagina facebook (Vandemars) insieme al nostro sito ufficiale
(www.vandemars.wordpress.com) sono i portali che aggiorniamo quotidianamente, dove tutto quello che succede sul mondo Vandemars viene documentato; una sorta di diario di bordo, un'agenda tutta nostra.

 
Alle 10 giugno 2011 22:43 , Anonymous Anonimo ha detto...

Francesco -> Tornerei sul myspace volentieri perché come social network era decisamente più personalizzabile, solo che ora è diventato così lento che rende il suo uso troppo macchinoso.

 
Alle 10 giugno 2011 22:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, condivido le considerazioni su myspace ... un peccato.

 
Alle 10 giugno 2011 22:46 , Blogger Alligatore ha detto...

... e bello il vostro blog, curato e aggiornato, non è da tutti.

 
Alle 10 giugno 2011 22:47 , Blogger Alligatore ha detto...

...ma torniamo al territorio.

 
Alle 10 giugno 2011 22:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Venite dalla provincia di Siena, Toscana felix, piena di esperienze importanti per la scena underground. Voi che ne pensate? … è un bene essere nati o vivere nella vostra zona per fare musica?

 
Alle 10 giugno 2011 22:49 , Anonymous Anonimo ha detto...

Grazie mille! Ci fa davvero piacere! Per il nostro blog e per tutto quello che riguarda il lavoro di Press & Promotion svolto dall' Ultraviolet Blossom, dobbiamo ringraziare Giulio Bartolomei, un altro Vandemarsiano, che di fatto incarna la 'Ultraviolet Blossom' :-) Nome che abbiamo dato alla nostra autoproduzione

 
Alle 10 giugno 2011 22:50 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ecco qua il nostro chitarrista e bassista pronti a risponderti sulla 'Toscana Felix' :-)
Stefano -> Per iniziare a fare musica diciamo di sì. Buone scuole di musica e tanta gente con voglia di suonare. Quando le cose diventano serie, la bassa Toscana può essere comoda per spostarsi perché è nel centro dell’Italia, 2 ore da Roma, 1ora e mezzo da Firenze. Ma se speri di trovare più di 3-4 locali che propongono musica seriamente nella provincia di Siena (a parte i festival estivi s’ intende) stai fresco!
Francesco -> La cosa importante è venire da luoghi che riescano a proporti cose nuove in continuazione, sia di musica, teatro, sport e quant’altro. Solo in quel modo magari si allarga la mente verso altri aspetti che possono appunto portare ad esprimere la propria arte. Comunque sia nessun luogo può darti tante ispirazioni, se non hai immaginazione.

 
Alle 10 giugno 2011 22:52 , Blogger Alligatore ha detto...

Manco Marte ...

 
Alle 10 giugno 2011 22:52 , Blogger Alligatore ha detto...

Avete rapporti con altre band e/o musicanti della vostra città? Di altre …

 
Alle 10 giugno 2011 22:55 , Anonymous Anonimo ha detto...

Abbiamo un bellissimo rapporto pluriennale, con tanto di esperienze condivise sui plachi con i Dondolaluva e gli Autoblastingdog, entrambi provenienti come noi dal Monte Amiata

 
Alle 10 giugno 2011 22:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Com’è la vita del musicante indipendente? Come si riesce “a fare l’artista” e nel contempo vivere una vita “borghese”, con lavori e menate varie?

 
Alle 10 giugno 2011 22:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Pochi, pochissimi, nell’alternative italico vivono di musica …

 
Alle 10 giugno 2011 22:56 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sono davvero delle persone vere e belle, ma soprattutto dei grandi musicisti dalla creatività genuina.

 
Alle 10 giugno 2011 22:57 , Blogger Alligatore ha detto...

Dondolaluva e gli Autoblastingdog ... me li segno ;)

 
Alle 10 giugno 2011 22:57 , Anonymous Anonimo ha detto...

Difficile! Non ancora ricca di soddisfazioni, perché, almeno per noi, è abbastanza difficile trovare spazi in cui poter suonare e sicuramente non è una vita redditizia :-)… Ma sinceramente sapevamo già che non lo sarebbe stata e non abbiamo scelto la musica, tanto meno la nostra musica, per “imborghesirci” ancora di più. Però sarebbe bello essere riconosciuti da questa società e potersi comprare il pane o pagare l’affitto con i guadagni del proprio lavoro come tanti altri professionisti.

 
Alle 10 giugno 2011 22:58 , Anonymous Anonimo ha detto...

Grande! Segnateli e se ti andrà, verranno volentieri anche loro a trovarti per fare due chiacchiere :-)

 
Alle 10 giugno 2011 23:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Situazione comune a molti ... situazione complicata dalla quale uscire in Italia e non solo.

 
Alle 10 giugno 2011 23:01 , Blogger Alligatore ha detto...

Gemelaggio palude - Monte Amiata...
;)

 
Alle 10 giugno 2011 23:02 , Anonymous Anonimo ha detto...

Speriamo almeno che questa recente ventata di cambiamento, non sia il solito modo 'all'italiana' di cambiare tutto per non cambiare niente!!!

 
Alle 10 giugno 2011 23:03 , Anonymous Anonimo ha detto...

QUANDO VUOI CARO ALLIGATORE!!! E gemellaggio sia! Sei il benvenuto nelle calde acque termali amiatine :-)

 
Alle 10 giugno 2011 23:06 , Blogger Alligatore ha detto...

Il primo disco/cassetta della vostra vita?...quello acquistato, intendo. Di alcuni, di chi c'è e/o vuole ...

 
Alle 10 giugno 2011 23:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

Silvia -> Se non ricordo male la mia prima cassetta è stata ‘Siamese Dreams’ degli Smashing Pumpkins, il mio primo vinile “Live Through This” delle Hole ed il mio primo cd ‘Pearl’ di Janis Joplin.

Stefano -> A 8 anni ho pianto parecchio per farmi regalare ‘BimboMix’ (c’era dentro, oltre a Madonna e Francesco Salvi, anche il ‘Materasso’ di Renzo Arbore). La prima cassetta “seria” o acquistata con cognizione di causa, alle scuole medie, è stata ‘Master of Puppet’ dei Metallica.

Francesco -> Ricordo le Spice Girls :-) Giuro!

 
Alle 10 giugno 2011 23:10 , Blogger Alligatore ha detto...

C'è per tutti una prima volta vergogna ... io da piccolissimo il vinile di Nikka Costa ... meglio non dire ;)

 
Alle 10 giugno 2011 23:11 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché fate musica? Per liberarvi dai demoni interiori? Per essere amati? Perché vi piace?

 
Alle 10 giugno 2011 23:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

davvero la coerenza degli alternative in Italia è da ammirare perché alla fine l'Italia è un paese abbastanza strano nella considerazione di ciò che è arte, perché per questa creatività indipendente farsi strada è una sfida, laddove ci sono orde di affamati di minuti che affollano provini e tv ogni momento, gente che sfascia il proprio gruppo per arrivarci. Perciò tanto più bravi vandemarsi, dondoli, autoblasting, e spero proprio che qualcuno veda in questa musica la via, e investa sul live...vogliamo vederli di più insomma (sempre annalisa)

 
Alle 10 giugno 2011 23:13 , Anonymous Anonimo ha detto...

Grazie di cuore Annalisa! :-)

 
Alle 10 giugno 2011 23:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

Perché è un bisogno! Perché ci fa bene all’anima. Perché ci permette di giocare con i nostri demoni e sicuramente perché abbiamo scelto di dare qualcosa di noi agli altri. Se poi gli “altri” hanno voglia di regalarci il loro ascolto allora sì, ci sentiamo anche amati!

 
Alle 10 giugno 2011 23:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

Francesco -> Potrei farci un poema in 6 libri + un inedito! :-)

 
Alle 10 giugno 2011 23:15 , Blogger Alligatore ha detto...

Brava Annalisa, ottimi interventi ...

 
Alle 10 giugno 2011 23:15 , Blogger Alligatore ha detto...

@Francesco
Mandali con calma ;) qui è sempre aperto.

 
Alle 10 giugno 2011 23:17 , Blogger Alligatore ha detto...

Una domanda che non vi ho fatto, una risposta e poi tutti a nanna …

 
Alle 10 giugno 2011 23:19 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ne abbiamo due di domande abbi pazienza!

 
Alle 10 giugno 2011 23:20 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì?

 
Alle 10 giugno 2011 23:20 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ma voi siete i VandeRmars?

 
Alle 10 giugno 2011 23:20 , Anonymous Anonimo ha detto...

NOOOOOOOOOO!!! La ‘R’ , NO!!

 
Alle 10 giugno 2011 23:21 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ma ai vostri live viene anche quella gran figliola della Lina Vandemars?

 
Alle 10 giugno 2011 23:21 , Anonymous Anonimo ha detto...

NO! Però la vera risposta per 4/5 dei Vandemars è MAGARI!!

 
Alle 10 giugno 2011 23:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Interesante questa ...

 
Alle 10 giugno 2011 23:22 , Anonymous Anonimo ha detto...

:-) E con questa leggerezza nel cuore ti mandiamo un grande abbraccio Caro Alligatore

 
Alle 10 giugno 2011 23:23 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie Vandemars.

 
Alle 10 giugno 2011 23:24 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie a voi e anche ad Annalisa.

 
Alle 10 giugno 2011 23:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

GRAZIE A TE!!! Tanti dolci sogni e mi raccomando quando vuoi venire da queste parti a farti un bagnetto ti aspettiamo :-) BUONANOTTE

 
Alle 10 giugno 2011 23:25 , Blogger Alligatore ha detto...

Buonanotte e buonafortuna Vandemars.

 
Alle 10 giugno 2011 23:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

Grazie di cuore Annalisa.
Buonanotte da tutti noi Vandemars

 
Alle 10 giugno 2011 23:26 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie, me lo segno ...

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page