martedì 25 gennaio 2011

Intervista agli Stearica

Ecco gli Stearica, giovane gruppo piemontese pronto per l’interrogatorio. Chiusi nello scantinato, luce puntata in faccia e se necessario qualche codata in faccia. Con questi, mi dispiace, devo usare le maniere forti, solo così sputeranno tutto. Appena ho sentito la loro musica, spaccante e senza parole, sono rimasto io senza parole. Non credevo fossero italiani, ma di qualche pianeta strano. Con questo loro incredibile Stearica invade Acid Mothers Temple, hanno suonato insieme alla band giapponese di culto Acid Mothers Temple, riproponendo in un cascinale l’ultimo concerto di una lunga serie tra le band.

Sì perché, il terzetto acid-noise-rock (alla fine tutto è rock), è abituato a suonare in giro per il mondo, e sembra solo per il gusto di farlo. Lo senti da come si propongono, con ironia e allo stesso tempo assoluta serietà. Fanno veramente cose incredibili, per questo ho voluto interrogarli. Due cd nel loro curriculum (Oltre, del 2008 e questo Stearica invade Acid Mothers Temple, del 2010, entrambi per la radical label Homeopathic records), un sacco di chilometri macinati per fare concerti (e si sentono tutti). La loro è una musica molto forte, che penetra dentro in modo psichico. Ma è difficile parlare degli Stearica senza enfasi, quindi mi fermo e lascio la parola a loro. Dite tutta la verità …bla, bla, bla.

Etichette: , , , , , , , , , , , ,

124 Commenti:

Alle 25 gennaio 2011 21:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Yuu-uuh. C'è nessuno?

 
Alle 25 gennaio 2011 21:35 , Anonymous francesco stearica ha detto...

ciao Ally!

 
Alle 25 gennaio 2011 21:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Cia Francesco, benvenuto nella palude.

 
Alle 25 gennaio 2011 21:36 , Anonymous francesco stearica ha detto...

grazie caro..ci si trova come a casa!

 
Alle 25 gennaio 2011 21:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Bene, allora sarai tu a sottoporti all'interrogatorio ... a nome della banda?

 
Alle 25 gennaio 2011 21:38 , Anonymous francesco carlucci ha detto...

così è deciso..

 
Alle 25 gennaio 2011 21:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Perfetto, allora faccio partire il vostro cd ...e poi parto pure io con la prima domanda.

 
Alle 25 gennaio 2011 21:40 , Anonymous francesco stearica ha detto...

ho messo le cuffie stile lascia o raddoppia..

 
Alle 25 gennaio 2011 21:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah ah, ah ...bene, io mi sono soffermato a guardare le figure del libretto interno ...meglio non dire quali ;) e ora parto.

 
Alle 25 gennaio 2011 21:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Allegria!

 
Alle 25 gennaio 2011 21:42 , Anonymous francesco stearica ha detto...

figure mitiche e adamitiche :)

 
Alle 25 gennaio 2011 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Sacro e profano ...

 
Alle 25 gennaio 2011 21:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Chi sono gli Stearica?

 
Alle 25 gennaio 2011 21:43 , Anonymous francesco stearica ha detto...

Francesco, Luca e Davide, dal secolo scorso (dal ’97 oramai!) ancora in triangolo ☺

 
Alle 25 gennaio 2011 21:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché questo nome?

 
Alle 25 gennaio 2011 21:45 , Anonymous francesco stearica ha detto...

La stearica è una cera, ci piaceva l’idea di accostare la nostra musica alla sensazione che si prova nel guardare una candela che si scioglie....

 
Alle 25 gennaio 2011 21:46 , Anonymous francesco stearica ha detto...

questa la poesia a diciottanni, a distanza di tanti anni non ci siamo più così affezionati..ma è simpatico ascoltare gli anglosassoni mentre si sforzano di pronunciare una parola italiana!

 
Alle 25 gennaio 2011 21:48 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciuci insieme, battere le mano con gli Stearica. One, two ...

 
Alle 25 gennaio 2011 21:48 , Blogger Alligatore ha detto...

Come nasce una vostra canzone?

 
Alle 25 gennaio 2011 21:49 , Anonymous francesco stearica ha detto...

capita di cabarettare..ci divertiamo come matti!

 
Alle 25 gennaio 2011 21:49 , Anonymous francesco stearica ha detto...

composizione..ok, allora..

 
Alle 25 gennaio 2011 21:50 , Anonymous francesco stearica ha detto...

fondamentalmente siamo tre improvvisatori..nella vita come con gli strumenti musicanti..

 
Alle 25 gennaio 2011 21:51 , Anonymous francesco stearica ha detto...

..quindi si parte dalla pura improvvisazione oppure capita di portare in sala un’idea, tema o riff precedentemente composti da uno di noi. Poi si comincia a giocarci insieme ed ultimamente capita che la componente in studio sia strumentale all’arrangiamento stesso dei brani.

 
Alle 25 gennaio 2011 21:53 , Blogger Alligatore ha detto...

Un lavoro molto corale, dunque ...

 
Alle 25 gennaio 2011 21:53 , Blogger Alligatore ha detto...

Come sono nate quelle del recente “Stearica invade Acid Mothers Temple”?

 
Alle 25 gennaio 2011 21:53 , Anonymous francesco stearica ha detto...

siamo un banda come dicevi!

 
Alle 25 gennaio 2011 21:54 , Anonymous francesco stearica ha detto...

Anche queste sono nate da una pura jam session..quasi 3 ore e mezzo di trip!

 
Alle 25 gennaio 2011 21:55 , Anonymous francesco stearica ha detto...

E’ successo al termine del lungo tour europeo che abbiamo condiviso con gli Acid Mothers Temple nel 2008..

 
Alle 25 gennaio 2011 21:56 , Anonymous francesco stearica ha detto...

decidemmo che un disco sarebbe stata la perfetta testimonianza per fotografare uno dei più bei momenti delle rispettive vite..

 
Alle 25 gennaio 2011 21:56 , Blogger Alligatore ha detto...

... da soli, voi e loro in un cascinale.

 
Alle 25 gennaio 2011 21:56 , Anonymous francesco stearica ha detto...

e così l’ultimo giorno di tour ci siamo rintanati dentro una stanzetta immersa nella desolatissima campagna pavese d’inverno, aperto i microfoni e catturato qualsiasi suono..persino i suoni che venivano dalla cucina!

 
Alle 25 gennaio 2011 21:57 , Anonymous francesco stearica ha detto...

sì il cascinale è poi discretamente noto..perlomeno nella scena indie..è Ortosonico....posto in cui ci sentiamo a nostro agio!

 
Alle 25 gennaio 2011 21:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Di autentico culto.

 
Alle 25 gennaio 2011 21:59 , Blogger Alligatore ha detto...

Acid Mothers Temple? …com’è avvenuto l’incontro con questa band giapponese di culto? … e poi questo cd?

 
Alle 25 gennaio 2011 22:00 , Anonymous francesco stearica ha detto...

discretamente paludosa anche quella zona..ti ci troveresti bene :)

 
Alle 25 gennaio 2011 22:01 , Anonymous francesco stearica ha detto...

Abbiamo conosciuto gli Acid nel 2007 a Ginevra, quella sera aprivamo per loro mentre eravamo in tour con i canadesi Lullabye Arkestra (costola dei Do Make Say Think)..

 
Alle 25 gennaio 2011 22:02 , Anonymous francesco stearica ha detto...

..in poche parole ci siamo piaciuti e abbiamo tirato sino a notte scherzando e bevendo fino a crollare. L’ultima cosa che ci siamo proposti era di fare un tour insieme e l’anno successivo eccoci suonare insieme 32 concerti e registrare un disco!

 
Alle 25 gennaio 2011 22:03 , Blogger Alligatore ha detto...

Molto originale per una band italica questo percorso.

 
Alle 25 gennaio 2011 22:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma torniamo all'ispirazione...

 
Alle 25 gennaio 2011 22:05 , Blogger Alligatore ha detto...

A proposito di scrittura e ispirazione, ricordo sempre quello che diceva Eddie Vedder: le idee migliori vengono nei momenti più inopportuni, quando non hai la possibilità di buttarle giù. Poi le dimentichi, e ti rimane il vago ricordo di una cosa grandissima....che rabbia.

 
Alle 25 gennaio 2011 22:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Mai capitato?

 
Alle 25 gennaio 2011 22:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Girate con un quadernetto o un registratore?

 
Alle 25 gennaio 2011 22:06 , Anonymous francesco stearica ha detto...

sì assolutamente..capita

 
Alle 25 gennaio 2011 22:06 , Anonymous francesco stearica ha detto...

personalmente ringrazio di avere un’ottima memoria sonora, per tutto il resto sono preoccupante, però se mi viene in mente un bel tema o un arrangiamento difficilmente si scrolla dal cervello..

 
Alle 25 gennaio 2011 22:08 , Anonymous francesco stearica ha detto...

ho poi una regia spartana a casa dove preproduco la maggior parte del nostro materiale e del materiale delle band con cui lavoro..perciò gioco forza quando arriva l’ispirazione mi ci butto all’istante!

 
Alle 25 gennaio 2011 22:10 , Blogger Alligatore ha detto...

Quindi perdite minime ...

 
Alle 25 gennaio 2011 22:11 , Anonymous francesco stearica ha detto...

si fa quel che si può!

 
Alle 25 gennaio 2011 22:11 , Blogger Alligatore ha detto...

... e tra l'edito, c’è un pezzo in particolare che rappresenta lo stearica-sound?

 
Alle 25 gennaio 2011 22:12 , Anonymous francesco stearica ha detto...

uhh..questa è tosta..difficile a dirsi..

 
Alle 25 gennaio 2011 22:12 , Anonymous francesco stearica ha detto...

considera che siamo tre persone completamente diverse e sicuramente ognuno di noi ti proporrebbe un pezzo diverso..quasi tutti i nostri brani sono trasversali e gli arrangiamenti viaggiano attraverso territori musicali diversi..

 
Alle 25 gennaio 2011 22:13 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, capisco la difficoltà ad indicare un brano rispetto ad un altro...

 
Alle 25 gennaio 2011 22:13 , Anonymous francesco stearica ha detto...

quindi un po’ tutti brani potrebbero darti un’idea o forse nessuno in particolare - se preso da solo - può riassumere la nostra attitudine nel viaggiare tra i generi. Forse!

 
Alle 25 gennaio 2011 22:15 , Blogger Alligatore ha detto...

Ora ho in sottofondo il secondo INANI, molto suggestivo e dilatato/dilatante ...

 
Alle 25 gennaio 2011 22:16 , Anonymous francesco stearica ha detto...

ricordo mentre lo mixavo....era domenica e dopo ero senza parole..

 
Alle 25 gennaio 2011 22:17 , Blogger Alligatore ha detto...

Come me ora...ma devo continuare.

 
Alle 25 gennaio 2011 22:17 , Blogger Alligatore ha detto...

Il cd è uscito, come il precedente, con Homeopathic. Come vi siete trovati? Come prosegue la collaborazione?

 
Alle 25 gennaio 2011 22:18 , Anonymous francesco stearica ha detto...

Direi molto bene se pensi che siamo tra i fondatori del collettivo..

 
Alle 25 gennaio 2011 22:18 , Anonymous francesco stearica ha detto...

Homeopathic è nato come tale e come tale continua a crescere. Tutti i musicisti e le band che via via coinvolgiamo, diventano forza attiva e dall’altra Cargo records ci ha sin quì garantito una buona distribuzione in tutto il mondo.

 
Alle 25 gennaio 2011 22:20 , Blogger Alligatore ha detto...

... vi autproducete e vi moltiplicate per il mondo.

 
Alle 25 gennaio 2011 22:20 , Anonymous francesco stearica ha detto...

ci autoproduciamo in coro!

 
Alle 25 gennaio 2011 22:21 , Blogger Alligatore ha detto...

“Stearica invade Acid Mothers Temple” non è “solo” un cd, ma è pure un vinile 180gr, un vinile colorato + dvd pieno di cose … perché tutta questa grazia, questa commistione musica/parole/immagini?

 
Alle 25 gennaio 2011 22:22 , Anonymous francesco stearica ha detto...

Guarda è stata tutta una sorpresa anche per noi perchè come ti dicevo tutto era cominciato semplicemente per lasciare una fotografia di quel tour..

 
Alle 25 gennaio 2011 22:23 , Blogger Alligatore ha detto...

... e un po' alla volta siè aggiunto il tutto.

 
Alle 25 gennaio 2011 22:23 , Anonymous francesco stearica ha detto...

..poi è nato un album che è piaciuto a tutti noi, sino a che abbiamo fatto un nuovo tour europeo nella primavera 2010 e a Londra abbiamo incontrato i ragazzi di una neonata etichetta – Robot Elephant – con un sacco di buone idee per la testa, tra cui quella di stampare i vinili dell’album..

 
Alle 25 gennaio 2011 22:25 , Anonymous francesco stearica ha detto...

Sì un po' alla volta si è aggiunto anche un cgiovane video maker con una vecchia cinepresa Super8 tra le mani..Andrea ci ha seguiti in questo secondo tour ed ha girato quello che poi è diventato “The Demons With Bells” un documentario che Sebastian di Robot Elephant ha deciso di allegare all’edizione limitata del disco.

 
Alle 25 gennaio 2011 22:27 , Blogger Alligatore ha detto...

Quindi un lavoro multimediale, da epoca Internet ...

 
Alle 25 gennaio 2011 22:27 , Blogger Alligatore ha detto...

... a proposito con Internet che rapporto da utenti?

 
Alle 25 gennaio 2011 22:29 , Anonymous francesco stearica ha detto...

Obbligati o oramai semplicemente lo troviamo indispensabile. E’ bello sapere di avere un mezzo con cui accedere alla maggior parte di quel che cerchi, ma per lo stesso motivo, talvolta, lo troviamo inquietante!

 
Alle 25 gennaio 2011 22:31 , Blogger Alligatore ha detto...

… e da musicanti, il rapporto con la Rete delle Reti e le nuove tecnologie in genere?

 
Alle 25 gennaio 2011 22:34 , Anonymous francesco stearica ha detto...

siamo abbastanza tecnologici..la Rete è molto utile per comunicare ed è anche un buon modo per risparmiare, specie se consideri che intratteniamo la maggior parte delle relazioni di gruppo con persone lontane anche migliaia di miglia da noi..

 
Alle 25 gennaio 2011 22:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Come questa sera ... anche se non siamo così lontani.

 
Alle 25 gennaio 2011 22:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Myspace vi sembra una cosa buona o solo una vetrinetta? ... superato da Facebook? Anche se ormai Facebook non è più la moda del momento …

 
Alle 25 gennaio 2011 22:38 , Anonymous francesco stearica ha detto...

sì come questa fredda serata padana :)

 
Alle 25 gennaio 2011 22:40 , Anonymous francesco stearica ha detto...

Guarda, consideriamo tutti questi semplicemente come dei mezzi, degli strumenti. Non è in questi ambiti che ci piace fare i puristi….c’è parecchia ipocrisia nel descrivere i social network come demoni, ma dall’altra non mi piace neanche pensare che quella sia la sola via per promuoversi..

 
Alle 25 gennaio 2011 22:40 , Anonymous francesco stearica ha detto...

I concerti restano la via principale per portare la propria musica alle orecchie delle persone, vero è che i social network arrivano più facilmente a quelle stesse persone.

 
Alle 25 gennaio 2011 22:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo.

 
Alle 25 gennaio 2011 22:45 , Blogger Alligatore ha detto...

Allora torniamo al territorio...

 
Alle 25 gennaio 2011 22:45 , Blogger Alligatore ha detto...

Voi venite da Torino, quindi un po’ lontani dai grandi centri, Torino è una città particolare, anche musicalmente “a parte” ...

 
Alle 25 gennaio 2011 22:45 , Blogger Alligatore ha detto...

Essere lontani dai grandi centri aiuta o limita un giovane musicante?

 
Alle 25 gennaio 2011 22:46 , Anonymous francesco stearica ha detto...

Se pensi al fatto che noi suoniamo il 99% dei nostri concerti all’estero, direi che Torino ci ha proiettati naturalmente oltre le Alpi..

 
Alle 25 gennaio 2011 22:47 , Anonymous francesco stearica ha detto...

Dall’altra penso che ci abbia in parte tagliati fuori dalla scena italiana..mi pare di capire che Bologna sia il posto intorno a cui si concentra gran parte del giro italiano dei musicanti e di quel che gli ruota intorno. Comunque non so quanto siamo capaci di esaminare quel che capita in Italia, sicuramente ci piacerebbe considerare l’Italia come parte dei nostri tour e non solo come la casa dove ritornare.

 
Alle 25 gennaio 2011 22:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Già, c'è una sorta di delocalizzazione ...

 
Alle 25 gennaio 2011 22:50 , Blogger Alligatore ha detto...

Avete rapporti con altre band e/o musicanti della vostra città? Di altre ...

 
Alle 25 gennaio 2011 22:53 , Anonymous francesco stearica ha detto...

sì ne abbiamo un sacco tanto in città quanto a spasso per il pianeta! Amiamo commistionare il nostro suono con quello di altri musicanti che amiamo, lo abbiamo sempre fatto e così si continua..avanti tutta o come dicevano Frassica e Arbore, indietro tutta ☺

 
Alle 25 gennaio 2011 22:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Tra i vostri amici italici ci sono pure i Verdena, con i quali, ho sentito dire, suonerete presto ...

 
Alle 25 gennaio 2011 22:58 , Anonymous francesco stearica ha detto...

sì in realtà ci conosciamo solo dalla scorsa estate..ma pare ci si piaccia reciprocamente ed il 4 febbraio ci incontreremo sul palco del Velvet di Rimini..venghino venghino!

 
Alle 25 gennaio 2011 23:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Segnato la data sul calendario: 4 febbraio a Rimini, città dalle suggestioni cinematogrfiche e letterarie forti... ora anche musicali.

 
Alle 25 gennaio 2011 23:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Steraica invade Verdena?

 
Alle 25 gennaio 2011 23:01 , Blogger Alligatore ha detto...

... e allora, com’è la vita del giovane musicante indipendente? Come si riesce “a fare l’artista” e nel contempo vivere una vita “borghese”, con lavori e menate varie?

 
Alle 25 gennaio 2011 23:01 , Blogger Alligatore ha detto...

Pochi, pochissimi, nell’alternative italico vivono di musica …

 
Alle 25 gennaio 2011 23:03 , Anonymous francesco stearica ha detto...

ahahaaha..prima ci vuole una notte di bagordi..ora come ora piacciono a tutti e tre noialtri, sarebbe interessante invadersi un po' :)

 
Alle 25 gennaio 2011 23:04 , Anonymous francesco stearica ha detto...

ops ero rimasto un pezzettino indietro!

 
Alle 25 gennaio 2011 23:05 , Blogger Alligatore ha detto...

... è il bello della diretta. La risposta era riferita a Sterica invade Verdena

 
Alle 25 gennaio 2011 23:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Com’è la vita del giovane musicante indipendente? Come si riesce “a fare l’artista” e nel contempo vivere una vita “borghese”, con lavori e menate varie? Pochi, pochissimi, nell’alternative italico vivono di musica …

 
Alle 25 gennaio 2011 23:07 , Anonymous francesco stearica ha detto...

Vivere di musica....quando siamo in tour, viviamo un po’ il sogno di vivere della nostra musica. Se pensi ad esempio al tour di “Oltre” abbiamo suonato una 90ina di concerti e quando siamo in giro ci sostentiamo della nostra musica e guadagniamo quel che serve al gruppo per andare avanti. Poi una volta a casa..beh c'è Torino e ci son le bollette ahinoi....cerchiamo di fare mestieri che non vincolino troppo e che ci diano la possibilità di ripartire..senza troppi problemi.

 
Alle 25 gennaio 2011 23:09 , Blogger Alligatore ha detto...

Stearica, sterica, scusami per queste sviste di prima … certo, è molto comune a tutte le band questa precarietà.

 
Alle 25 gennaio 2011 23:10 , Blogger Alligatore ha detto...

Il primo disco/cassetta della vostra vita?...quello acquistato, intendo. Almeno i tuo.

 
Alle 25 gennaio 2011 23:11 , Anonymous francesco stearica ha detto...

ma si suona, e conta soprattutto questo

 
Alle 25 gennaio 2011 23:13 , Anonymous francesco stearica ha detto...

Guarda ci pensavo non troppo tempo fa..ma è impossibile ricordare!
Considerando che da pischello, frequentavo ragazzi parecchio più grandi di me che stavano costruendo una sala prove e vestivano solo di nero + capelli lunghi e sporchi..penso un disco RRROCK :)

 
Alle 25 gennaio 2011 23:15 , Blogger Alligatore ha detto...

Autocensura... ;)

 
Alle 25 gennaio 2011 23:15 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché fate musica? Per liberarvi dai demoni interiori? Per essere amati? Perché vi piace?

 
Alle 25 gennaio 2011 23:20 , Anonymous francesco stearica ha detto...

ahahah no davvero non ricordo!
Quanto alla musica é quello che amiamo fare e facciamo insieme oramai da una quindicina d’anni..una bella prova d'amore non trovi? Nonostante valga sempre meno e nonostante nel nostro paese siamo ancora pressoché invisibili..è la sensazione che proviamo nel comporre musica e la vita che facciamo quando siamo in giro e conosciamo persone che si son divertite ad un nostro concerto..
Poi sì ovviamente i soldi e le donne, ma ci siam quasi stufati, troppa roba!

 
Alle 25 gennaio 2011 23:22 , Blogger Alligatore ha detto...

Soldi e donne? ... hai sbagliato città. Dovevi andare in quella dei Codeina.

 
Alle 25 gennaio 2011 23:23 , Anonymous francesco stearica ha detto...

la cerco sulla cartina!

 
Alle 25 gennaio 2011 23:24 , Blogger Alligatore ha detto...

La troverai facilmente.

 
Alle 25 gennaio 2011 23:24 , Blogger Alligatore ha detto...

... e allora, fai una domanda che non ti ho fatto.Anche la risposta, se vuoi ...

 
Alle 25 gennaio 2011 23:26 , Anonymous francesco stearica ha detto...

fantastico..questa l'hai tenuta per il gran finale..

 
Alle 25 gennaio 2011 23:27 , Anonymous francesco stearica ha detto...

Meglio i Beatles o i Rolling Stones? Direi Moana Pozzi e buona notte a tutte lor signore e signori!

 
Alle 25 gennaio 2011 23:28 , Blogger Alligatore ha detto...

Già, la domanda a piacere, temuta e amata a scuola, sempre...se non hai studiato, ti freghi.

 
Alle 25 gennaio 2011 23:28 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma tu hai studiato. Risposta esatta. 10 con loden.

 
Alle 25 gennaio 2011 23:29 , Anonymous francesco stearica ha detto...

lei sì che è il prof che sognavo :)

 
Alle 25 gennaio 2011 23:30 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie Francesco.

 
Alle 25 gennaio 2011 23:30 , Anonymous francesco stearica ha detto...

Grazie Alligatore

 
Alle 25 gennaio 2011 23:30 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie per questa blogintervista giunta al termine.

 
Alle 25 gennaio 2011 23:31 , Blogger Alligatore ha detto...

Buonanotte e buonafortuna Stearica.

 
Alle 25 gennaio 2011 23:31 , Anonymous francesco stearica ha detto...

Un piacere esser passato per queste acque!

 
Alle 25 gennaio 2011 23:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Ora dovrai risalire la corrente ...andare controcorrente.

 
Alle 25 gennaio 2011 23:33 , Blogger Alligatore ha detto...

Buon ritorno e alla prossima.

 
Alle 25 gennaio 2011 23:33 , Anonymous francesco stearica ha detto...

Buon tutto anche a te ed a chi leggerà queste righe..buongustai i tuoi lettori :)

 
Alle 25 gennaio 2011 23:35 , Anonymous francesco stearica ha detto...

See you later Alligator

 
Alle 25 gennaio 2011 23:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Io leggo loro, loro leggono me, ci influenziamo a vicenda ...un po' come voi con Acid Mothers Temple ...

 
Alle 25 gennaio 2011 23:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Riferito agli altri lettori ...
Ciao.

 
Alle 25 gennaio 2011 23:38 , Anonymous francesco stearica ha detto...

Ciao e buone mescolanze a tutti!

 
Alle 26 gennaio 2011 13:12 , Blogger Ernest ha detto...

applausi!

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page