venerdì 6 novembre 2009

Intervista ai The Philomankind

Incredibile quante nuove band siano nate negli ultimi anni in Toscana. Mi ricordo un articolo di Tondelli su Linus degli anni ’80, che parlava di Firenze città regina della musica del periodo; oggi ne scriverebbe uno su Oltre Firenze, con tutti i gruppi formatisi nelle piccole e grandi città di quella bella regione. Nell’articolo troverebbero sicuramente posto questi The Philomankind dal piglio anni ’60 di acido pop-rock coloratissimo: hammond, mellotron, banjo e delle voci che non ti scordi (soprattutto quella femminile, non me ne vogliano gli uomini del gruppo, sembra venire direttamente dalla Woodstock Nation e dona ad ogni pezzo una magia incredibile).
A guardarli nella foto sembrano usciti da un cartone animato psichedelico girato tra il sole dell’Estate dell’Amore californiana e le piogge della Swinging London. E così compaiono pure sulla copertina del loro secondo cd All Things Philos, autoprodotto tramite il Consorzio Utopia (altra caratteristica comune delle band della zona). Tra funghetti strani, santoni dalle barbe lunghe, elefanti indiani, vediamo muoversi i componenti del gruppo con i loro strumenti in un universo espansione come durante un bel viaggio. Il viaggio lo faccio pure io ogni volta che metto nel lettore il loro cd. Lo voglio fare anche questa sera. Lo voglio fare con loro collegati in diretta nello spazio infinito della Rete. Siete pronti?
VAI AL LORO MYSPACE http://www.myspace.com/philomankindband

Etichette: , , , , , , , , , ,

138 Commenti:

Alle 6 novembre 2009 21:38 , Blogger Philomankind ha detto...

eccoci...

 
Alle 6 novembre 2009 21:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao, benvenuti nella palude.

 
Alle 6 novembre 2009 21:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Vi vedo belli allegri.

 
Alle 6 novembre 2009 21:40 , Blogger Philomankind ha detto...

si perchè siamo riusciti a entrare , non era scontato..

 
Alle 6 novembre 2009 21:41 , Blogger Alligatore ha detto...

No, siete in gamba...vi siete fatti pure il blog.

 
Alle 6 novembre 2009 21:42 , Blogger Philomankind ha detto...

sandro è in gamba, io sono analfabeta, digitalmente parlando.

 
Alle 6 novembre 2009 21:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Basta uno... sarete voi due allora (Sandro e Marco), collegati da Pisa, a rappresentare il gruppo. O ci siete tutti?

 
Alle 6 novembre 2009 21:46 , Blogger Philomankind ha detto...

c'è anche sara !
diciamo quelli che cantano...
le voci bulgare !

 
Alle 6 novembre 2009 21:46 , Blogger Alligatore ha detto...

Bene, voci (e che voci) che questa sera scrivono...

 
Alle 6 novembre 2009 21:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Allora vado con la prima: chi sono i Philomankind?

 
Alle 6 novembre 2009 21:48 , Blogger Philomankind ha detto...

Cinque artistoidi del dopolavoro… come Melville, che scrisse “moby dick” mentre lavorava alle poste ...

 
Alle 6 novembre 2009 21:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Bella risposta ...non immginate quanti gruppi (e non solo gruppi)facciano come Melville. L'importante è avvicniarsi a Moby.

 
Alle 6 novembre 2009 21:51 , Blogger Philomankind ha detto...

eh sì, ma non postumi come è capitato a lui, possibilmente.

 
Alle 6 novembre 2009 21:52 , Blogger Alligatore ha detto...

Già, questo è vero. Diciamo almeno come Bukowski, che a cinquant'anni ha abbandonato il lavoro alle poste e si è messo a scrivere in pianta stabile.

 
Alle 6 novembre 2009 21:54 , Blogger Philomankind ha detto...

gli hanno dato lo scalone !
ci sono alcuni di noi che aspettano quel compleanno per mettersi a lavorare...

 
Alle 6 novembre 2009 21:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Già, questo è il dramma della nostra epoca...

 
Alle 6 novembre 2009 21:56 , Blogger Philomankind ha detto...

l'arte ci riscatta !
"bisogna sapersi esprimersi !"
(giuro che l'ho sentita dire !)

 
Alle 6 novembre 2009 21:57 , Blogger Alligatore ha detto...

Vi credo...
A proposito: perché questo nome? The Philomankind ... cosa significa?

 
Alle 6 novembre 2009 21:58 , Blogger Philomankind ha detto...

non vuol dire niente, è stato inventato perché almeno, tutto quello che appare su google ci riguarda : è più facile tenere d’occhio recensioni e roba varia.
si fa presto, eh!

 
Alle 6 novembre 2009 22:02 , Blogger Alligatore ha detto...

Quindi è una parola inventata....così, di sana pianta. Una bella idea...capisco.

 
Alle 6 novembre 2009 22:03 , Blogger Alligatore ha detto...

E le canzoni?

 
Alle 6 novembre 2009 22:04 , Blogger Philomankind ha detto...

si voleva essere una cosa tipo radiohead, supergrass, una cosa composta.
il problema però è che non è altrettanto di facile comprensione...e memorizzazione.
insomma va sempre ripetuto 2 o 3 volte, e per dei timidoni come noi è un a tortura !

 
Alle 6 novembre 2009 22:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Come nascono le vostre canzoni? Prima la musica e poi le parole o è il contrario?

 
Alle 6 novembre 2009 22:06 , Blogger Philomankind ha detto...

per me (marco) prima la musica, sempre.

 
Alle 6 novembre 2009 22:06 , Blogger Philomankind ha detto...

sandro si associa

 
Alle 6 novembre 2009 22:07 , Blogger Philomankind ha detto...

Ci deve essere una idea melodica e/o armonica, il resto è mestiere, testo incluso.

 
Alle 6 novembre 2009 22:08 , Blogger Philomankind ha detto...

visto che di qualcosa bisogna pur parlare, io prendo spunto dalla mia vita personale, oppure faccio dei ritrattini di personaggi reali o immaginari, un po’ alla Ray Davies ( nelle intenzioni, eh !

 
Alle 6 novembre 2009 22:09 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma come avviene il lavoro di scrittura. In privato, da soli, poi portate il pezzo pronto in studio...o fate un lavoro più di gruppo, in studio?

 
Alle 6 novembre 2009 22:14 , Blogger Alligatore ha detto...

Manteniamo il segreto...

 
Alle 6 novembre 2009 22:14 , Blogger Philomankind ha detto...

il pezzo viene scritto da me o da sandro,da soli, piu' raramente insieme.
poi si fa una preproduzione nel piccolo studio artigianale che c'è a casa di sandro...si cerca la tonalità giusta per le voci, si arrangia provando varie soluzione. nel frattempo di tutto questo processo, se ci si accorge che non è niente di speciale viene abbandonato...abbiamo un discreto controllo di qualità !

 
Alle 6 novembre 2009 22:15 , Blogger Philomankind ha detto...

e non ci si affeziona : se non funzionano, via !

 
Alle 6 novembre 2009 22:17 , Blogger Alligatore ha detto...

E così è nato sia il primo cd che il secondo, il recente "All Things Philos"? ... un lavoro di taglio, come uno scultore, di sottrazione, come Hemingway.

 
Alle 6 novembre 2009 22:19 , Blogger Philomankind ha detto...

sì...per ogni cd ci sono parecchi pezzi che non hanno visto la luce !
non necessariamente peggiori, ma che ci convincevano di meno.
a sara piacciono.

 
Alle 6 novembre 2009 22:20 , Blogger Alligatore ha detto...

Magari saranno ripescati per un nuovo cd... non si butta via nulla della scrittura, come il maiale.

 
Alle 6 novembre 2009 22:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Ascoltate un esperto.

 
Alle 6 novembre 2009 22:21 , Blogger Philomankind ha detto...

anche noi faremo prima o poi un cd di inediti, che si venderà piu' o meno quanto gli altri.

 
Alle 6 novembre 2009 22:22 , Blogger Philomankind ha detto...

si è colta l'ironia ? :-)

 
Alle 6 novembre 2009 22:22 , Blogger Alligatore ha detto...

Aspetta che sia finita l'intervista e vedrai...

 
Alle 6 novembre 2009 22:24 , Blogger Alligatore ha detto...

...comuqnue è una fase critica per molti giovani musicanti...e magari i migliori tra questi. Per questo mi piace parlare con loro. Come questa sera.

 
Alle 6 novembre 2009 22:25 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma torniamo all'arte, vi prego.

 
Alle 6 novembre 2009 22:25 , Blogger Philomankind ha detto...

è una fase critica per l'umanità, alligatore.

 
Alle 6 novembre 2009 22:26 , Blogger Alligatore ha detto...

Dove trovate l’ispirazione?

 
Alle 6 novembre 2009 22:27 , Blogger Alligatore ha detto...

A proposito di scrittura e ispirazione, mi ricordo quello che diceva Eddie Vedder: le idee migliori vengono nei momenti più inopportuni, quando non hai la possibilità di buttarle giù. Poi le dimentichi, e ti rimane il vago ricordo di una cosa grandissima....che rabbia.

 
Alle 6 novembre 2009 22:27 , Blogger Alligatore ha detto...

Mai capitato? Girate con un quadernetto o un registratore?

 
Alle 6 novembre 2009 22:28 , Blogger Philomankind ha detto...

dice sandro : ti metti lì, suoni, e poi qualcosa viene fuori.

 
Alle 6 novembre 2009 22:29 , Blogger Philomankind ha detto...

il problema è caso mai l’opposto : roba che sembra grande la sera prima, dipende anche dallo stato in cui ci si trova, e che la mattina dopo non è niente di che

 
Alle 6 novembre 2009 22:29 , Blogger Philomankind ha detto...

anche dell'ispirazione è bene diffidare

 
Alle 6 novembre 2009 22:31 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo, l'isprazione è una parte ... va allenata con la tecnica e la costanza.

 
Alle 6 novembre 2009 22:32 , Blogger Philomankind ha detto...

e il mestiere...

 
Alle 6 novembre 2009 22:32 , Blogger Alligatore ha detto...

C’è una canzone in particolare che rappresenta il Philomankind-sound?
Sto ascoltando "Goodbye Everybody" e mi sembra perfetta...

 
Alle 6 novembre 2009 22:34 , Blogger Philomankind ha detto...

se abbiamo un difetto è un certo manierismo..il rischio di affidarsi tanto al mestiere. ma nel secondo forse siamo riusciti a infilarxi anche un po' di anima.

 
Alle 6 novembre 2009 22:35 , Blogger Philomankind ha detto...

è, forse è il pezzo con piu' anima di tutti...anche perchè è proprio quello che sembra cioè un biglietto d'addio.
poi mi son detto...ma vaffanculo, io campo !

 
Alle 6 novembre 2009 22:37 , Blogger Philomankind ha detto...

la morte ci deve trovare vivi ! lo dice la zia mia e di sara.

 
Alle 6 novembre 2009 22:38 , Blogger Philomankind ha detto...

anche perchè il lutto dura sempre meno d quello che uno spera...

 
Alle 6 novembre 2009 22:39 , Blogger Philomankind ha detto...

comunque c'è un suono di batteria che riscatta un'esistenza, su quel pezzo lì !

 
Alle 6 novembre 2009 22:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Già...ma altri pezzi per voi importanti?

 
Alle 6 novembre 2009 22:41 , Blogger Philomankind ha detto...

sandro : Build up e womanizer sono i preferiti.
sara : tutti con particolare predilezione per goodbye everybody.

 
Alle 6 novembre 2009 22:42 , Blogger Philomankind ha detto...

marco : per me benjamin per il testo, e don't laugh per il suono : è il pezzo meglio registrato di tutti.

 
Alle 6 novembre 2009 22:44 , Blogger Alligatore ha detto...

"Heartbeater"? ... di chi è la voce registrata all'inizio del pezzo.

 
Alle 6 novembre 2009 22:44 , Blogger Philomankind ha detto...

man of make believe è bello, e il testo è sincero, ma abbiamo avuto fretta di registrarlo : ne facciamo una versione live che è pazzesca...

 
Alle 6 novembre 2009 22:45 , Blogger Philomankind ha detto...

di sara, ovviamente...o intendi il parlato ?

 
Alle 6 novembre 2009 22:45 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, il breve frammento ...

 
Alle 6 novembre 2009 22:45 , Blogger Philomankind ha detto...

è di un disco degli anni sessanta per imparare a parlare "hip" destinato alla mezza età.

 
Alle 6 novembre 2009 22:46 , Blogger Alligatore ha detto...

Il cd è uscito con Consorzio Utopia, poi con il supporto di A Buzz Supreme. Come è nata questa collaborazione? Come vi siete trovati e come proseguirà?

 
Alle 6 novembre 2009 22:48 , Blogger Philomankind ha detto...

per ora benissimo !
Andrea è molto professionale e disponibile, ci sta insegnando un po' -da insider- a muoverci in un ambiente per noi un po' misterioso...

 
Alle 6 novembre 2009 22:50 , Blogger Philomankind ha detto...

per noi l'importante è suonare e scrivere, e registrare.
fino a che c'è qualcuno che riconosce valore a quello che facciamo, questo è possibile.

 
Alle 6 novembre 2009 22:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, Andrea di Abuzz ha molta passione nel seguire i gruppi ... e sono sempre di più.

 
Alle 6 novembre 2009 22:53 , Blogger Philomankind ha detto...

si incontra gente di tanti tipi, in questo ambiente : lui sembra una persona che in quello che fa ci crede...hai detto niente !

 
Alle 6 novembre 2009 22:54 , Blogger Alligatore ha detto...

E siete in molti nel gruppo.

 
Alle 6 novembre 2009 22:54 , Blogger Alligatore ha detto...

Si comincia a parlare di una scena, “Oltre Firenze”, per raccontare quella miriade di gruppi toscani che produce un sacco di buona musica. Cosa c’è dietro. Perché la Toscana?

 
Alle 6 novembre 2009 22:55 , Blogger Philomankind ha detto...

la toscana ha una lunga tradizione estetica, se non vogliamo scomodare paroloni come arte. Ci sono molte università, un discreto grado di vita notturna, nel nord della regione, e un atteggiamento culturale che incoraggia questo tipo di cose.

 
Alle 6 novembre 2009 22:56 , Blogger Philomankind ha detto...

L’italia è fatta a macchie di leopardo…il nord italia, la via emilia, la toscana, Roma, Napoli, il salento...

 
Alle 6 novembre 2009 22:57 , Blogger Philomankind ha detto...

scene un po' impermeabili tra loro

 
Alle 6 novembre 2009 23:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo, ma c'è pure una "tradizione" alla cooperazione che può dare buoni frutti...cosa che non c'è in altre parti. Consorzio Utopia ne è un buon esempio.

 
Alle 6 novembre 2009 23:01 , Blogger Alligatore ha detto...

Avete contatti con altri artisti della vostra città o regione? Di altre?

 
Alle 6 novembre 2009 23:01 , Blogger Philomankind ha detto...

vero

 
Alle 6 novembre 2009 23:02 , Blogger Philomankind ha detto...

della nostra città sì : i due “acts” che hanno riscosso un certo successo negli ultimi anni, Zen Circus e Gatti Mezzi, li conosciamo bene, ma più o meno nell’ambito del rock pisano ci si conosce tutti …

 
Alle 6 novembre 2009 23:02 , Blogger Philomankind ha detto...

al di fuori dei confini cittadini, solo con i gruppi che partecipano al consorzio utopia : Baby Blue, Sarah Schuster, etc

 
Alle 6 novembre 2009 23:03 , Blogger Philomankind ha detto...

amo in contatto con quelli di Paul Pastrelli nel nord italia, coi quali cercheremo di organizzare qualcosa prossimamente.

 
Alle 6 novembre 2009 23:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Con Internet che rapporto avete da utenti?

 
Alle 6 novembre 2009 23:06 , Blogger Philomankind ha detto...

io ringrazio il Padreterno che esiste Utube, un posto dove se cerchi della musica buona, la trovi. C’è tutto, i classici, i gruppi nuovi, le cose più oscure…uno mette un indirizzo nei preferiti e se vuole farsi una serata di video di Ray Charles se la fa, a gratis. È tutto a disposizione : ma dipende dalla lucidità dell’utente, perché l’offerta è enorme.

 
Alle 6 novembre 2009 23:07 , Blogger Alligatore ha detto...

… e da musicanti, il vostro rapporto con la Rete delle Reti e le nuove tecnologie in genere?

 
Alle 6 novembre 2009 23:07 , Blogger Philomankind ha detto...

MARCO : compro molta roba su internet, per la chitarra : anzi direi che è così facile farlo che anch’io rischio di contrarre la G.A.S. ( Gear Aquisition Syndrome ) che sembra un a cosa buffa ma non lo è. Se sei al terzo effetto a pedale che compri nel giro di un mese, e combatti con te stesso perché vorresti prenderne un quarto, c’è qualcosa che non va !

 
Alle 6 novembre 2009 23:09 , Blogger Alligatore ha detto...

Myspace vi sembra una cosa buona o solo una vetrinetta? ... superato da Facebook?

 
Alle 6 novembre 2009 23:11 , Blogger Philomankind ha detto...

per quanto riguarda myspace, è entrambe le cose, è una vetrinetta, ma è ottimo che ci sia, perché almeno permette di distinguere i gruppi “in vita”, dagli interventi, le date, i cambiamenti, da quelli ormai inattivi.

 
Alle 6 novembre 2009 23:11 , Blogger Philomankind ha detto...

Direi che è un ottimo “campo base” per un gruppo.

 
Alle 6 novembre 2009 23:13 , Blogger Alligatore ha detto...

Cosa ne pensate di quello che ha scritto Aldo Nove su Facebook? “…su FB non si pensa. Su FB non si inventa. Su FB si fa esattamente quello che sotterraneamente ti viene detto di fare, nell’illusione che sia tu a sceglierlo.” Insomma, una democrazia assoluta “di facciata”. Perfetta metafora della società attuale, aggiungo io …

 
Alle 6 novembre 2009 23:15 , Blogger Philomankind ha detto...

come in televisione, come sul lavoro…la società è pervasiva, la classe di appartenenza determinante, e chi si illude di essere immune dai condizionamenti dovrebbe sentire “working class hero” di Lennon, dove dice la parola definitiva su questo. Fanno un po’ ridere i tentativi di costruire una proposta politica partendo da questo che poi, portati nel mondo reale, si ritrovano minoritarissimi e velleitari…vedi vicende anche recenti. In generale, internet mi sembra ancora più reazionario come mezzo della TV. Si vedrà !

 
Alle 6 novembre 2009 23:18 , Blogger Alligatore ha detto...

Non sarei così drasrico...ma voglio guardarlo con criticità...argomento complesso. Ma voi siete in Facebook?

 
Alle 6 novembre 2009 23:20 , Blogger Philomankind ha detto...

su FB non sappiamo dire niente perché non ci siamo...almeno ci sembra di non esserci.
ma non si può essere sicuri...chi ce l'ha, come sandro, non ci va mai.

 
Alle 6 novembre 2009 23:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Torniamo a cose concrete, le cover.

 
Alle 6 novembre 2009 23:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Le copertine dei vostri cd sono sempre molto fantasiose. Su “All Things Philos” ci siete voi in un universo psichedelico? Di chi sono opera queste meravigliose pop-psichedeliche cover cartonate?

 
Alle 6 novembre 2009 23:22 , Blogger Philomankind ha detto...

nel senso di copertine, o di pezzi altrui ?

 
Alle 6 novembre 2009 23:23 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, copertine.

 
Alle 6 novembre 2009 23:24 , Blogger Philomankind ha detto...

ah...le copertine le fa marco, lo psichedelico del valdarno.
sono belle, a noi piacciono, anche se forse discutibili dal punto di vista del marketing.
rimandano a un certo tipo di arte "mod"..che non è esattamente l'ultimissimo grido.

 
Alle 6 novembre 2009 23:25 , Blogger Philomankind ha detto...

però son fatte con lo stesso amore e voglia di essere "perfetti" che mettiamo nei pezzi..insomma con cura.

 
Alle 6 novembre 2009 23:26 , Blogger Philomankind ha detto...

la sciatteria -a meno che non sia un effetto voluto, al che acquista una certa dignità-è sempre odiosa.

 
Alle 6 novembre 2009 23:26 , Blogger Alligatore ha detto...

A me piacciono, questa psichedelia fuori dal tempo ...e poi le mode ritornano.

 
Alle 6 novembre 2009 23:27 , Blogger Alligatore ha detto...

Beatles o Rolling Stones?

 
Alle 6 novembre 2009 23:30 , Blogger Philomankind ha detto...

come diceva vico.
la psichedelia è in mito di una società in crescita, però.
che ritorna al mito dell'infanzia nella pretesa -folle-di plasmare la vita adulta sul mondo infantile.
questo, e non la droga, è il significato della psichedelia inglese.

 
Alle 6 novembre 2009 23:31 , Blogger Philomankind ha detto...

i beatles sono i piu' "ritornati all'infanzia" di tutti ...

 
Alle 6 novembre 2009 23:31 , Blogger Philomankind ha detto...

i miei amati stones vincerebbero a mani basse contro qualsiasi altro gruppo, ma contro i Beatles non c’è partita per nessuno, sorry.

 
Alle 6 novembre 2009 23:32 , Blogger Alligatore ha detto...

...e tra i Beatles, quello a voi più vicino? quello tornato all'infanzia più di tutti?

 
Alle 6 novembre 2009 23:32 , Blogger Philomankind ha detto...

I B. sono i migliori, in tutti i campi dello scibile musicale : la dimostrazione si può trovare sul sito di George Starostin , un tipo che ha elaborato un metodo scientifico per la valutazione dei gruppi musicali : un metodo molto convincente e nel quale mi riconosco appieno.

 
Alle 6 novembre 2009 23:33 , Blogger Philomankind ha detto...

il macca, senza dubbio alcuno.

 
Alle 6 novembre 2009 23:34 , Blogger Philomankind ha detto...

lennon è adolescente, McCartney bambino

 
Alle 6 novembre 2009 23:35 , Blogger Philomankind ha detto...

pur essendo il piu' adulto di tutti, ad esempio se si parla di soldi.

 
Alle 6 novembre 2009 23:36 , Blogger Alligatore ha detto...

...e George Harrison? Sento anche qualcosa di lui nei vostri pezzi...

 
Alle 6 novembre 2009 23:36 , Blogger Philomankind ha detto...

ma tornando al metodo starostin..vai a vedere il suo sito : è un recensore maniacale, e acutissimo...

 
Alle 6 novembre 2009 23:38 , Blogger Philomankind ha detto...

George, è il piu' grande.
è uno a cui affideresti la vita non tua, ma dell'intero pianeta.
e sebbene meno prolifico, è uno scrittore eccezionale

 
Alle 6 novembre 2009 23:38 , Blogger Philomankind ha detto...

mi spiace che si morto.
ero piccolo quando è morto lennon.

 
Alle 6 novembre 2009 23:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, ero piccolo pure io... manco 10 anni.

 
Alle 6 novembre 2009 23:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Quanto a George Starostin me lo sono già segnato, mi avete incuriosito. Dopo vado a leggere...

 
Alle 6 novembre 2009 23:40 , Blogger Philomankind ha detto...

se bocciavi, venivi in classe mia.

 
Alle 6 novembre 2009 23:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Con chi dei tre?

 
Alle 6 novembre 2009 23:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché fate musica? Per liberarvi dai demoni interiori? Per essere amati? Perché vi piace?

 
Alle 6 novembre 2009 23:42 , Blogger Philomankind ha detto...

mia ! marco :-)

 
Alle 6 novembre 2009 23:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Forse si è persa: perché fate musica? Per liberarvi dai demoni interiori? Per essere amati? Perché vi piace?

 
Alle 6 novembre 2009 23:51 , Blogger Alligatore ha detto...

...è saltato il satellite. Satellite of Love.

 
Alle 6 novembre 2009 23:51 , Blogger Philomankind ha detto...

mah...domandone !
marco : io per essere amato.
sull'efficacia lasciamo perdere.
sara : perchè so fare solo quello.
sandro : perchè mi piace..e perchè no ?
non ci sono piu' le mezze stagioni.

 
Alle 6 novembre 2009 23:52 , Blogger Philomankind ha detto...

QUELLO è un gran pezzo...prodotto da Mick Ronson !
con Lou vai sul sicuro, con noi, anche se non si direbbe

 
Alle 6 novembre 2009 23:54 , Blogger Alligatore ha detto...

Dovreste farne una cover.

 
Alle 6 novembre 2009 23:54 , Blogger Philomankind ha detto...

ma lo sai che...quasi quasi...

 
Alle 6 novembre 2009 23:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Magari nei prossimi live...ne avete uno in programma a breve, se non sbaglio?

 
Alle 6 novembre 2009 23:55 , Blogger Philomankind ha detto...

ha piu' carisma Lou in un calcagno che tutti noi 5 messi insieme, mamme e fidanzate incluse, però

 
Alle 6 novembre 2009 23:56 , Blogger Philomankind ha detto...

sì, al Viper Theatre di Firenze giovedì 12 novembre, al rock contest.

 
Alle 6 novembre 2009 23:57 , Blogger Alligatore ha detto...

Bella cosa quella...

 
Alle 6 novembre 2009 23:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Fatevi una domanda, datevi una risposta e poi tutti a nanna ...

 
Alle 6 novembre 2009 23:59 , Blogger Philomankind ha detto...

domanda : che si fa, si esce ?
risposta : sì, vai.

 
Alle 7 novembre 2009 00:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Uscite e salutatemi Pisa.

 
Alle 7 novembre 2009 00:01 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie di essere stati qua stasera. Un grazie ai The Philomankind e in particolare a Sara, Marco e Sandro….ciao e buona fortunal.

 
Alle 7 novembre 2009 00:01 , Blogger Philomankind ha detto...

ciao !

 
Alle 7 novembre 2009 10:57 , Anonymous and ha detto...

Ma dove li trovi tutti questi gruppi! ...woodstock...magari...sono stato una volta ad un festival inglese, bellissimo ma chissà cos'è stato woodstock.

 
Alle 7 novembre 2009 11:01 , Blogger Alligatore ha detto...

Woodstock è la mia palude...

 
Alle 27 dicembre 2012 11:23 , Blogger cristina parenti ha detto...

siete bravissimi!!!!! issimi issimi!!!! sarò la vostra pr!!!

 
Alle 27 dicembre 2012 11:24 , Blogger cristina parenti ha detto...

siete bravissimi! issimi,issimi, issimissimi!!!
Sarò la vostra pr!!!!!

 
Alle 27 dicembre 2012 11:25 , Blogger cristina parenti ha detto...

siete bravissimi!!!!! issimi issimi!!!! sarò la vostra pr!!!

 
Alle 27 dicembre 2012 12:59 , Blogger Alligatore ha detto...

Brava, anche a distanza di 3 anni l'intervista è viva ... benvenuta in palude Cristina.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page