martedì 7 giugno 2022

In palude con Monica P

NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO

GENERE cantautorato alternativo

DOVE ASCOLTARLO: su tutte le piattaforme digitali, spotify, su CD e anche su Stero8

LABEL autoproduzione

PARTICOLARITA’ bellissimo :-) (restando seria: intimo ed essenziale)

SITO INSTAGRAM FB

CITTA’ Torino

DATA DI USCITA 25 marzo 2022 

L’INTERVISTA

Come è nato Appunti per restare sana?

Appunti per restare sana è nato durante mesi di vita parallela. Parallela ad uno spazio e a un tempo che sembravano non esistere più. Momenti intimi e molto personali in cui mi sono guardata dentro, e momenti in cui prendevo a mio modo le distanze da quello che guardavo fuori.

Come mai questo titolo? … molto attuale, visto quello che ci è successo in questi anni.

Questo titolo per l’ironia che caratterizza da sempre una parte di me. “Prendo appunti di continuo per restare sana” è una frase di una canzone di questo EP (La vita è un gran casino), dove emerge forte il desiderio di tornare alla vicinanza e al contatto con le persone, rompendo determinate regole che ci sono state imposte per molto tempo e che a volte ho trovato insensate e contraddittorie. L’insanità mentale a cui mi riferisco è senza dubbio uno dei rischi dell’isolamento e in generale delle costrizioni cui siamo stati sottoposti, per motivi più o meno discutibili.

Come è stata la genesi di questo EP, dall’idea iniziale alla sua realizzazione finale?

Sono un’impulsiva, un’appassionata, nel bene e nel male. A novembre ho deciso che ne avevo abbastanza di tutto quel silenzio e che non potevo più stare senza pubblicare nuova musica. Avevo 3 nuove canzoni e così ho scritto la 4^ e a dicembre ne ho programmato l’uscita. Mi piaceva l’idea di tirare fuori le canzoni una alla volta, come pezzi di un puzzle. Da qui anche la grafica della copertina dell’EP, che è l’insieme di quelle dei singoli brani, come ognuno fosse un piccolo mondo simbolico a se’, che compone l’intero casino della vita.

Se Appunti per restare sanafosse un concept-album su cosa sarebbe?… tolgo il fosse?

Il titolo rimanda alla sopravvivenza. Sopravvivenza mentale, intendo!  Ma la costante è “disillusione/sogno”. Amo gli ossimori :-)

C’è qualche pezzo che preferisci? Qualche pezzo del quale vai più fiera dell’intero EP?… quello più da live?

Vado fiera di Parlami d’amore, mi emoziona Senza di noi (di cui adoro l’atmosfera), trovo divertente cantare Tutto a posto. Quello di cui vado meno fiera è La vita è un gran casino, forse perché ha un arrangiamento più pop e “leggero”. Sono una persona solare, ma ho un animo profondamente new wave. Pensa che sulla canzone che amo di meno ci ho fatto pure il videoclip. Te l’ho detto che non sono tutta dritta! ;-)

Come è stato autoprodurre questo tuo lavoro? Chi hai avuto vicino ...

Me stessa e Momo Riva, bravissimo produttore e polistrumentista.

Copertina che colpisce per la sua anarchia, a prima vista sembra un Guernica … Come è nata? Chi l’ha pensata così?

La vita è anarchia, siamo noi che mettiamo i paletti. In quella copertina ci sono simbolicamente tutti gli elementi che la compongono. Spirali (simbolo di energia e fecondità), l’infinito, grovigli di vario tipo, spine da cui possono nascere ancora tulipani… Amo l’idea della rinascita. Alain Ziegler, che ha ideato la grafica, ha saputo interpretare tutto questo ascoltando le mie canzoni.

Come presentidal vivo il disco?

Ho formato una nuova band e ne vado molto fiera. Siamo due chitarre (acustica ed elettrica), basso e batteria/percussioni. Abbiamo tutti l’animo blues e la voglia di suonare e divertirci. I tre musicisti che ho coinvolto sono strepitosi!

Altro da dichiarare…


 

Etichette: , , , , , , , , , , , , ,

10 Commenti:

Alle 7 giugno 2022 22:12 , Blogger Alligatore ha detto...

Finalmente torna in palude Monica P, una musicante presente nel mio libro, una musicante che adoro da sempre per il suo stile anarchico e disincantato.

 
Alle 7 giugno 2022 22:14 , Blogger Alligatore ha detto...

Ha ragione, ha ragione, io non scherzo, questo è un disco bellissimo, peccato che ci siano solo quattro canzoni quattro, ma come dice bene lei, aveva una certa urgenza ...

 
Alle 7 giugno 2022 22:20 , Blogger Alligatore ha detto...

Quattro canzoni quattro, dall'iniziale La vita è un gran casino romantica dal titolo politico programmatico, un po' pop, un po' rock, che lei ama meno, ma secondo me ci sta benissimo... ascoltatela/vedetela nel video.

 
Alle 7 giugno 2022 22:25 , Blogger Alligatore ha detto...

E poi Senza di noi, Gran pezzo,singolo del quale ho già parlato su questo blog, perché mi è piaciuto subito. Mi è piaciuto per il sound magico, rock con giochetti elettrici, più questo testo torbido, da fine di mondo.

 
Alle 7 giugno 2022 22:27 , Blogger Alligatore ha detto...

...quella fine del mondo che abbiamo tutti vissuti in questi ultimi anni pandemici. Un qualcosa di cinematico (alla Bertolucci, dissi allora e confermo ora)

 
Alle 7 giugno 2022 22:30 , Blogger Alligatore ha detto...

Poi c'è Tutto a posto chitarra/voce, voce roca, come appena alzata, come racconta il testo ... un pezzo di amore e odio, di contraddizioni, di ossimori, come tutto questo piccolo grande disco.

 
Alle 7 giugno 2022 22:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Chiude l'ep Parlami d'amore con una chitarra roboante, per un cantato rock stupendo, malato, dark... tra il Paisley Underground (musicalmente), e le grandi cantanti italiche anni '60/'70 (il cantato, ovviamente, ma non solo...).

 
Alle 7 giugno 2022 22:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Insomma, per me un gran disco, che ricorda bene il periodo di chiusure e oscurantismo che abbiamo vissuto, e che invita ad andare oltre, abbattedo i luoghi comuni fisici e mentali... con vero spirito rock. Brava Monica P.

 
Alle 8 giugno 2022 07:03 , Blogger alberto bertow marabello ha detto...

"La vita è un gran casino" è quasi una dichiarazione d'intenti

 
Alle 8 giugno 2022 22:03 , Blogger Alligatore ha detto...

Già Alberto, ma conoscendo Monica, direi che tutto il disco lo è ;)

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page