lunedì 5 maggio 2014

Due parole con Johann Sebastian Punk



Arriva Johann Sebastian Punk, arriva con tutta la forza dirompente della sua musica. Ovviamente per la prima volta su questi schermi, questo suo More Lovely and More Temperate, è infatti un esordio, un primo disco molto discusso e atteso. Ascoltandolo si può capire che non è per niente fuffa, e l’attesa è decisamente ben ripagata (provate a sentire qualche pezzo qui). L’album è prodotto da SRI (Società a Responsabilità Illimitata) Productions, un collettivo di musicanti che amano scommettere sulla loro musica, trovandosi insieme su progetti validi. More Lovely and More è la loro prima scommessa, ampiamente vinta, secondo il sottoscritto.
Il disco colpisce al primo ascolto, poi, come una droga, non se ne può fare a meno. Anche a distanza di tempo, risuonano in testa alcune canzoni, o pezzi di esse, melodie, chitarre... Ha ragione Beatrice Antolini, diva del nostro underground, produttrice esecutiva dell’album: fantasia nella melodia libera e senza schemi e l’estro e la personalità fuori dal tempo… sì, da ascoltatore di gran parte dell’universo giovanile degli ultimi decenni, posso dire di aver sentito poche volte un esordio così (mi vengono in mente quello della Antolini, appunto, Samuel Katarro, chi altri?...). Insomma, gran disco, credo proprio sia valsa la pena posticipare di un pelo la blog-intervista. Pronti?
PERCONOSCERLO MEGLIO

Etichette: , , , , , , , , , , , , , ,

136 Commenti:

Alle 5 maggio 2014 22:18 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Eccomi!!

 
Alle 5 maggio 2014 22:18 , Blogger Alligatore ha detto...

Benvenuto in palude Johann Sebastian Punk...

 
Alle 5 maggio 2014 22:18 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Internet mi va a una velocità imbarazzantemente (se po' dì?) lenta... ma sono carico

 
Alle 5 maggio 2014 22:19 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

TA TAN! I'M AN ALLIGATOR!!

 
Alle 5 maggio 2014 22:19 , Blogger Alligatore ha detto...

Grandissima entrata in scena, in linea con la tua musica, che sto già ascoltado ...

 
Alle 5 maggio 2014 22:20 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie di essere qui, abbiamo fatto bene ad attendere un po' ...

 
Alle 5 maggio 2014 22:20 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Ma c'entra Bowie col tuo nom de plume?

 
Alle 5 maggio 2014 22:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Vorrei dire di sì, ma sarebbe una balla :)

 
Alle 5 maggio 2014 22:22 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Perdonami, la devo smettere di intervistare gli intervistati...

 
Alle 5 maggio 2014 22:22 , Blogger Alligatore ha detto...

Il mio nome ha origini letterarie: Massimo Carlotto, e i suoi libri con l'Alligatore... ex galeotto, che fa l'investigatore privato.

 
Alle 5 maggio 2014 22:22 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

gli intervistatori pardon!

 
Alle 5 maggio 2014 22:22 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah,ah, figuarati, qui in palude se ti viene una domanda, falla pure...

 
Alle 5 maggio 2014 22:23 , Blogger Alligatore ha detto...

Intanto comincio io, parliamo del disco, che ne dici?

 
Alle 5 maggio 2014 22:23 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Mi sto ambientando in questo ameno ambiente palustre... si può fumare?

 
Alle 5 maggio 2014 22:24 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo che si può fumare :)

 
Alle 5 maggio 2014 22:24 , Blogger Alligatore ha detto...

Quello che vuoi...

 
Alle 5 maggio 2014 22:24 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Ottimo. Solo roba legale, prometto. Anche perché le canne non me le faccio... certo, parliamo del disco!

 
Alle 5 maggio 2014 22:25 , Blogger Alligatore ha detto...

1. Come è nato More Lovely and More Temperate?

 
Alle 5 maggio 2014 22:26 , Blogger Elle ha detto...

Eccomi! Ho fatto l'errore di cliccare prima su play e.. sono stata rapita dalla musica..
Ciao a tutti!
(io bevo)

 
Alle 5 maggio 2014 22:26 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Beh, il disco è una sorta di raccolta di brani scritti negli ultimi anni, e che sono stati oggetto di rielaborazione da parte del gruppo che son riuscito a formare qui

 
Alle 5 maggio 2014 22:26 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah, ciao Elle, benvenuta anche a te in palude.

 
Alle 5 maggio 2014 22:27 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Faccio musica ormai da oltre una decina d'anni, tra il 2010 e il 2012 son venuti fuori un bel po' di pezzi tra cui questi nove...

 
Alle 5 maggio 2014 22:27 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Ciao Elle! Versamene un sorso quando vuoi!

 
Alle 5 maggio 2014 22:28 , Blogger Alligatore ha detto...

Elle adora lo Jagermaister.

 
Alle 5 maggio 2014 22:28 , Blogger Alligatore ha detto...

2. Perché questo titolo? ... William Shakespeare?

 
Alle 5 maggio 2014 22:29 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Questi nove son brani accomunati da una sorta di spirito di fondo che poi ha fondato l'estetica Johann Sebastian Punk. Non ci crederai ma il nome al progetto è nato solo qualche mese fa... prima ero solo Massimiliano Raffa, poi è nata l'esigenza di allontanarsi dal "me" persona e di trovare qualcosa che comprendesse anche gli altri tre magici che suonano con me

 
Alle 5 maggio 2014 22:29 , Blogger Elle ha detto...

Bene, Punk offre la musica, ALli da fumare, io verso da bere.. direi che sarà una bella intervista.

 
Alle 5 maggio 2014 22:29 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Be', la storia di Shakespeare è un po' complessa, provo a venire al dunque

 
Alle 5 maggio 2014 22:30 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Secondo alcuni studi Shakespeare sarebbe nato a Messina ed esisterebbero decine di prove a corroborare questa tesi stravagante. Io sono un amante profondissimo della poetica shakespeariana e, guarda caso, sono nato a Messina anch'io

 
Alle 5 maggio 2014 22:31 , Blogger Alligatore ha detto...

Non sapevo di questa cosa, Messina ... interessante.

 
Alle 5 maggio 2014 22:32 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

L'accento che uso nel cantare è infatti frutto di una lunga ricerca glottologica che ha portato all'elaborazione di una lingua inglese che abbia in sé sia gli elementi della parlata delle West-Midlands del XVI secolo, sia dell'attuale parlata messinese... mi sono immaginato questo Michelangelo Florio di Crollalanza che arriva in Inghilterra e comincia ad assumere un assurdo accento

 
Alle 5 maggio 2014 22:33 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Però ne ho fatto una versione post-moderna...

 
Alle 5 maggio 2014 22:33 , Blogger Alligatore ha detto...

Ti piace ispirarti ai grandi ... grandi ambizioni. Mi piace questo stile, questo lavorare sulla pronuncia, che si sente... c'è un lavoro sulla voce notevole.

 
Alle 5 maggio 2014 22:34 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Inoltre il Sonetto 18, da cui traggo il titolo

 
Alle 5 maggio 2014 22:35 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

E' un po' il "quant'è bella giovinezza che si fugge tuttavia" inglese... e io sono terrorizzato dall'idea di invecchiare. Anzi, vivo male i primi segni dell'invecchiamento, e il fatto di essere prossimo ai 27 anni.

 
Alle 5 maggio 2014 22:35 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Avrei voluto esordire molto prima. A 18 anni facevo cose molto sperimentali, a 14 delle robe che sarebbero diventate di moda in certi ambienti musicali due-tre anni dopo. Un giorno pubblicherò un cofanetto con tutte le mie composizioni giovanili

 
Alle 5 maggio 2014 22:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Ne hai ancora di strada davanti ... e poi, chi viene in palude resta sempre giovane... un incantesimo.

 
Alle 5 maggio 2014 22:36 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

grazie per aver puttato questo spell on me

 
Alle 5 maggio 2014 22:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Non c'è di che :)

 
Alle 5 maggio 2014 22:37 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Se dovessi morire a 27, ovvero tra due anni, non potrei

 
Alle 5 maggio 2014 22:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Come è stata la genesi del cd, dall’idea iniziale alla sua realizzazione finale?

 
Alle 5 maggio 2014 22:37 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Dentro di me arde il fuoco del rock'n'roll... quindi è un timore che ho. E chi è vizioso ne ha ben donde...

 
Alle 5 maggio 2014 22:38 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Avevo questi pezzi registrati in casa e una gran voglia di suonare in giro, di farmi notare, perché se ho un difetto quello è l'esibizionismo

 
Alle 5 maggio 2014 22:39 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Poi parliamoci molto chiaramente: volevo farmi vedere in giro anche per cuccare di più. Da quando è uscito il disco mi capitano donne molto belle, ho raggiunto il primo obiettivo

 
Alle 5 maggio 2014 22:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Un difetto che nell'ambiente musicale artisitico in genere, non guasta...

 
Alle 5 maggio 2014 22:39 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Poi insomma ho preso queste registrazioni casalinghe e le ho fatte ascoltare il giro. le ho fatte sistemare dal mio amico Enzo Cimino dei Mariposa che è un abile fonico

 
Alle 5 maggio 2014 22:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, geniale, geniale ...

 
Alle 5 maggio 2014 22:40 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

E dopo aver a lungo cercato un'etichetta m'è piovuto addosso il progetto diabolico di Daniele Calandra, un progetto chiamato SRI e che è subito stato accolto anche da Beatrice

 
Alle 5 maggio 2014 22:41 , Blogger Elle ha detto...

1-Dopo tanto leggere ho capito cosa c'entra Shakespeare.. il titolo è tratto da una sua opera.
2-Poi mi sono sciolta al pensiero del lavoro glottologico, complimenti, l'hai fatto davvero? (l'accento messinese forse potrei riconoscerlo, ma la parlata messnese-inglese del XVI secolo non la coglierò mai, mi fido).
3-Non aver paura di invecchiare, con un esordio così, sei immune da ogni rincoglionimento. Per il corpo pazienza, dai..

 
Alle 5 maggio 2014 22:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Brava Elle, hai sintetizzato a meraviglia... concordo.

 
Alle 5 maggio 2014 22:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Lo Jager fa bene, rende lucidi...

 
Alle 5 maggio 2014 22:43 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Hai ragione Elle... faccio ogni mattino cento addominali, 9 piani di scale, esercizi con manubri e con l'elastico, gioco a pallone almeno una volta a settimana e mi sposto in bicicletta. Poi mando tutto a puttane nel weekend... perché tenersi in forma sì, ma senza vizi una vita non credo sia troppo degna d'esser vissuta

 
Alle 5 maggio 2014 22:45 , Blogger Elle ha detto...

Esatto. Per quanto riguarda la morte invece.. io sono uno spirito, so di cosa parlo, potrei sintetizzare d nuovo con: siamo umani solo se abbiamo vizi, ma se siamo spiriti, viziamo di più ;)
(voglio eguagliare Shakespeare, posso?)

 
Alle 5 maggio 2014 22:45 , Blogger Alligatore ha detto...

Ottima dieta, dieta Ullrich ...la seguo pure io :)

 
Alle 5 maggio 2014 22:46 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Quello posso farlo solo io, ma è una tracotanza che solo bevendoli, gli spiriti, potrei solo pensare di permettermi!

 
Alle 5 maggio 2014 22:46 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Lars Ulrich?

 
Alle 5 maggio 2014 22:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Jan Ullrich, ciclista tedesco...

 
Alle 5 maggio 2014 22:48 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Mai seguito il ciclismo, ma immagino che quella dieta preveda anche integratori micidiali

 
Alle 5 maggio 2014 22:48 , Blogger Elle ha detto...

La birra intendi?

 
Alle 5 maggio 2014 22:48 , Blogger Alligatore ha detto...

Sicuramente, lui si allenava in primavera-estate, poi in inverno ci dava dentro con cibo e alcool ... un mito, a modo suo.

 
Alle 5 maggio 2014 22:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, anche la birra beveva... ma torniamo a bomba...

 
Alle 5 maggio 2014 22:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Qualche episodio che è rimasto nella memoria durante la lavorazione del disco?

 
Alle 5 maggio 2014 22:50 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Sì. Ci sono

 
Alle 5 maggio 2014 22:52 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Be' sai, è stato un lavoro in gran parte registrato in solitudine, quindi sono episodi capitati tra me e me. Io ho un rapporto molto particolare con me stesso, parlo spesso a voce alta... ma non perché sia pazzo come pensano i miei coinquilini. E' che mi trovo molto interessante, quindi mi ci parlo

 
Alle 5 maggio 2014 22:52 , Blogger Elle ha detto...

(io vi distraggo con le mie chiacchiere, così ho più tempo per ascoltare il cd)

 
Alle 5 maggio 2014 22:52 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

E alle volte sono partiti fraintendimenti, me si è offeso per qualcosa e allora io sono dovuto andare a chiedere scusa.

 
Alle 5 maggio 2014 22:53 , Blogger Alligatore ha detto...

Fai bene, se fossi in te, farei così pure io...

 
Alle 5 maggio 2014 22:53 , Blogger Alligatore ha detto...

Giusto, giusto ...

 
Alle 5 maggio 2014 22:53 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Poi tutti i concerti della fase pre-uscita del disco sono stati molto particolari perché nessuno capiva cosa diamine fossimo. In un periodo per confondere cambiavamo nome a ogni concerto

 
Alle 5 maggio 2014 22:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Veramente forte, mi piace il tuo stile.

 
Alle 5 maggio 2014 22:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Se questo cd fosse un concept-album su cosa sarebbe? …

 
Alle 5 maggio 2014 22:56 , Blogger Alligatore ha detto...

La stazza del conceptc'è tutta ...

 
Alle 5 maggio 2014 22:57 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Sarebbe probabilmente un disco sulla fugacità del tempo e sulla capacità dell'arte di conferire immortalità alla bellezza. Una bellezza che l'arte contemporanea ha ucciso e che Johann Sebastian Punk ha voluto concentrare tutta in un'opera, mettendo alla berlina tutti i vizi e le virtù della musica degli ultimi quarant'anni

 
Alle 5 maggio 2014 22:58 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

E' un po' una fotografia del: ecco cosa avete combinato all'arte, vergogna!

 
Alle 5 maggio 2014 23:00 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Hanno voluto innovare con uno spirito immobilista dal punto di vista creativo. Questa è una cosa drammatica. Per questo quando vado a prendere dagli anni 60 o 70 non lo faccio mai con spirito "nostalgico" ma volendo recuperare quell'audacia compositiva

 
Alle 5 maggio 2014 23:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Direi molto ambizioso come concept ...

 
Alle 5 maggio 2014 23:00 , Blogger Alligatore ha detto...

La musica è decisamente all'altezza.

 
Alle 5 maggio 2014 23:01 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Grazie, mi fa molto piacere!

 
Alle 5 maggio 2014 23:02 , Blogger Alligatore ha detto...

C’è qualche pezzo che preferisci? Qualche pezzo del quale vai più fiero di More Lovely and More Temperate? … che ti piace di più fare live?

 
Alle 5 maggio 2014 23:02 , Blogger Elle ha detto...

A me dai titoli sembrava proprio un concept, anche se non avrei saputo dire su cosa. E poi ho visto che la prima canzone s'intitola Exit e l'ultima Enter, quindi pensavo che il senso fosse anche in questo. Si inizia uscendo dalla morte della bellezza dell'arte e si conclude con la bellezza dell'arte recuperata?

 
Alle 5 maggio 2014 23:03 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Si esce dal mondo, si entra nel mio disco, poi si torna alla realtà.

 
Alle 5 maggio 2014 23:03 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

I miei preferiti sono "Vernal Equinox", "Strontium" e "Enter"

 
Alle 5 maggio 2014 23:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Difficile scegliere dal mazzo, ma se proprio devo fare qualche titolo, dico: Barber's Shops, grandi giochi di voce (sei sempre tu?), flauto magico, chitarre acidissime...dilatata/dilatante, Jesus Crust Baked, non so perché l'avrei vista bene nell'ultimo film di Von Trier, The Well-Shorn Moufflon Paradox (anche questa filmica, più Wes Anderson), Enter gran finale armonico, da cantare abbracciati...

 
Alle 5 maggio 2014 23:05 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Di "Vernal Equinox" vado fierissimo, l'ho scritto anni fa in uno stato di deperimento dato da una malattia. "Enter" invece non è del tutto mio, ma è un pezzo della fantastica coppia Calandra/Mazzagatti degli Addamanera (gruppo italiano tra i migliori degli ultimi anni, adesso scioltisi)

 
Alle 5 maggio 2014 23:05 , Blogger Elle ha detto...

Io non tornerò alla raltà ;)

 
Alle 5 maggio 2014 23:06 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Sai Alligatore che dal vivo con "Enter" facciamo partire il coro da stadio sul finale? Alla presentazione dal vivo abbiam fermato la band e abbiamo lasciato il locale (pieno) cantare. E' stata un'emozione enorme!

 
Alle 5 maggio 2014 23:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Da pelle d'oca...non oso immaginare.

 
Alle 5 maggio 2014 23:08 , Blogger Alligatore ha detto...

Il cd è uscito con S.R.I. Productions, se non sbaglio è il primo disco uscito da questa nuova realtà produttiva indipendente …parliamone. Chi altri importanti a livello produttivo per questo cd? Hai citato la Antolini prima, ospite qui anni fa (mi ricordo digiunò per essere essere in palude, aveva un altro impegno...).

 
Alle 5 maggio 2014 23:08 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Bellissimo! Io nelle interviste faccio tutto il figone ma in realtà sono un tenerone... mi emoziono con poco, chessò... a volte mi basta un gelato

 
Alle 5 maggio 2014 23:09 , Blogger Elle ha detto...

A me piacciono, nell'ordine:
Jesus Crust baked moltissimo
Barber's Shops moltissimo
Strontium moltissimo
Exit
Vernal Equinox
Yes, I miss the Ramones
Intermezzo
The well-shorn moufflon paradox
White
Rainy Spell
Enter
insomma, tutto! :D

 
Alle 5 maggio 2014 23:10 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Johann Sebastian Punk è il primo. Dentro SRI ci sono tanti artisti, parolieri, compositori, tecnici che si mettono a disposizione degli altri se ce n'è bisogno. E' una realtà indefinita. Penso che il prossimo anno uscirà un altro disco per SRI... ma non so di chi!

 
Alle 5 maggio 2014 23:10 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Caspita Elle che bello sentirsi dire queste cose! Grazie!

 
Alle 5 maggio 2014 23:11 , Blogger Alligatore ha detto...

In effetti, Elle, è difficile scindere More Lovely and More Temperate in pezzi...

 
Alle 5 maggio 2014 23:11 , Blogger Alligatore ha detto...

Risposta esatta la tua...

 
Alle 5 maggio 2014 23:13 , Blogger Alligatore ha detto...

Copertina bianca, semplice e provocatoria, con questa ragazza in costume su water, se non vedo male… di chi è opera? Come è stata scelta? Chi è lei?

 
Alle 5 maggio 2014 23:14 , Blogger Elle ha detto...

Grazie a te per la musica, mi piace moltissimo!
Alli, infatti dopo le prime tre che mi piacciono moltissimo, non sono riuscita a "escludere" le altre!

 
Alle 5 maggio 2014 23:14 , Blogger Elle ha detto...

Il cd è nella lista dei desideri ;)

 
Alle 5 maggio 2014 23:14 , Blogger Alligatore ha detto...

;)

 
Alle 5 maggio 2014 23:15 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Lei è Amy Blue, una ragazza che vive a Bologna, lo scatto è di Attilio Cusani, un fotografo (se non sbaglio) di Benevento operante a Milano. Rappresenta un po' quella bellezza, racchiusa nello stereotipico corpo femminile longilineo, però vestito con una biancheria tipica di questo momento storico di decadenza della bellezza. Per di più seduta sul cesso. E... dante le spalle al fruitore dell'arte stessa

 
Alle 5 maggio 2014 23:16 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

(scusa non si capisce granché forse)

 
Alle 5 maggio 2014 23:17 , Blogger Alligatore ha detto...

No, si capisce ... avevo letto da qualche parte che era Beatrice Antolini ... avevano confuso i ruoli probabilmente...

 
Alle 5 maggio 2014 23:17 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Qualcuno la ha (stupidamente) definita maschilista. E' assurdo, ormai non si può esporre un corpo femminile che subito ti vengono a dire certe cose... il politically correct sta distruggendo la nostra capacità sia analizzare la realtà sia di "godersi" le astrazioni

 
Alle 5 maggio 2014 23:17 , Blogger Elle ha detto...

Ah bene, sono contenta che la copertina significhi questo. Avevo giusto qualche domanda..

 
Alle 5 maggio 2014 23:18 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Ahahaha no non è Beatrice! Dove l'hai letto ;-)

Che domande avevi Elle? A questo punto son curioso

 
Alle 5 maggio 2014 23:19 , Blogger Alligatore ha detto...

Non mi ricordo dove, nel caotico ricercare notizie sul disco... se poi mi viene in mente te lo dico.

 
Alle 5 maggio 2014 23:19 , Blogger Elle ha detto...

ihih io avrei potuto definirla maschilista ad esempio ;) se non fossi una che non usa mai la parola "maschilista".. avrei chiesto semmai perché non c'è un uomo nudo là??? Ma hai già risposto sopra e mi trovo d'accordo con te.. anche sul politically correct che si mangia la coda..

 
Alle 5 maggio 2014 23:21 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Ma perché gli uomini son meno belli delle donne, via... :D

 
Alle 5 maggio 2014 23:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Nel prossimo disco un uomo in boxer dai ...

 
Alle 5 maggio 2014 23:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Come e dove hai presentato/presenterai l’album? …

 
Alle 5 maggio 2014 23:24 , Blogger Elle ha detto...

La domanda: perché non c'è un uomo nudo?
A me dà fastidio vedere la donna messa in vetrina come oggetto che "rappresenta qualcosa" e sapere che questo qualcosa è sempre e solo la "bellezza". E ho notato anhce io che la binacheria è al passo coi tempi.

Ma se ciò che volevi rappresentare è proprio la bellezza stereotipica e la decadenza della bellezza quella pura, allora dico che la copertina è azzeccatissima, perfetta. La vedo così anche io.

 
Alle 5 maggio 2014 23:24 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Presentato in un leggendario concerto in un locale di Bologna. Serata andata benissimo, pubblico coinvoltissimo, divertito, partecipe...

 
Alle 5 maggio 2014 23:24 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

(grazie Elle, è proprio quello)

 
Alle 5 maggio 2014 23:25 , Blogger Elle ha detto...

Johann (ma come ti devo chiamare?) punti di vista ;)
No Alli, macché boxer: nudo! ;)

 
Alle 5 maggio 2014 23:26 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah,ah Elle, diavoletto ;)

 
Alle 5 maggio 2014 23:26 , Blogger Alligatore ha detto...

Seguiremo l'evoleversi del tour nei tuoi spazi web Johann ...

 
Alle 5 maggio 2014 23:27 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Sì, sto pensando di fare un calendario per le mie fan... per questo faccio gli esercizi! Vi sto dando una super-anteprima

 
Alle 5 maggio 2014 23:27 , Blogger Alligatore ha detto...

...emagari verremo a qualche live. Sono curioso.

 
Alle 5 maggio 2014 23:27 , Blogger Alligatore ha detto...

Intendevo per i concerti, ah,ah,ah...

 
Alle 5 maggio 2014 23:28 , Blogger Alligatore ha detto...

Geniale!

 
Alle 5 maggio 2014 23:28 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Speriamo di avvicinarci alle vostre palustri lande

 
Alle 5 maggio 2014 23:29 , Blogger Alligatore ha detto...

Speriamo... o magari Berlin, da Elle.

 
Alle 5 maggio 2014 23:29 , Blogger Alligatore ha detto...

Magari quando ci sono pure io ;)

 
Alle 5 maggio 2014 23:29 , Blogger Elle ha detto...

Alli dobbiamo trasferirci a Bologna? ;)

Johann se posso scegliere.. se proprio dipendesse da una mia scelta.. io ti direi lascia perdere gli esercizi e sfornaci un disco al mese per un anno ;)

 
Alle 5 maggio 2014 23:29 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Be' non sarebbe nemmeno male quello... direi affatto :)

 
Alle 5 maggio 2014 23:30 , Blogger Alligatore ha detto...

Per finire: una domanda che non ti ho fatto, un appello, un saluto a qualcuno, qualcosa che non abbiamo detto o qualcuno che non abbiamo ricordato, da fare assolutamente … troppe cose?


 
Alle 5 maggio 2014 23:31 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Elle con molto piacere. Io scrivo tantissime canzoni, continuamente, pur lavorando 8 ore al giorno (facendo tutt'altro). Ci vorrebbe però una produzione! :)

 
Alle 5 maggio 2014 23:33 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Be' dunque in chiusura mi sembra doveroso ringraziarvi per l'opportunità che mi avete dato di raccontarmi!

E poi invito tutti a contattarci, scriverci, farci sapere cosa ne pensate. Noi siamo una sorta di teatrino punk in cui chiunque è parte della messinscena. Quindi tutti sono benvenuti a farne parte!

Chi volesse (per chiudere venali) accattarsi il ciddì può farlo invece cliccando su "Compact Disc" qui: http://johannsebastianpunk.bandcamp.com/

 
Alle 5 maggio 2014 23:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Verremo volentieri nel vostro teatrino punk.

 
Alle 5 maggio 2014 23:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie a Johann Sebastian Punk di essere stato con noi ...

 
Alle 5 maggio 2014 23:36 , Blogger Johann Sebastian Punk ha detto...

Grazie a voi! Un bacio a tutti!

 
Alle 5 maggio 2014 23:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie a te Johann Sebastian Punk ... e grazie Elle.

 
Alle 5 maggio 2014 23:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Buonanotte e buona fortuna a Johann Sebastian Punk.

 
Alle 5 maggio 2014 23:37 , Blogger Elle ha detto...

Grazie Johann per la musica.
Ciao Alli.
Buonanotte a tutti!

 
Alle 5 maggio 2014 23:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Notte Elle ...

 
Alle 8 maggio 2014 21:14 , Blogger Raffaele Giglio ha detto...

yo

 
Alle 8 maggio 2014 21:20 , Blogger Alligatore ha detto...

Grande Raffa! Tra dieci minuti spaccati iniziamo l'intervista in un altro post... un altro bel post :)
yo

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page