lunedì 3 giugno 2013

Due parole con Novanta

Questa sera ho il piacere di ospitare in palude Manfredi Lamartina e il suo progetto musicale Novanta. Potrei dire per la prima volta, ma non sarebbe completamente giusto. Manfredi lo conosco da molti anni, a cominciare da giovane musicante con i mai dimenticati Moque, poi anche come blogger (già, è uno di noi), con il suo blog impegnato Rock, politica e pessimismo (ci siamo sco/incontrati per molti anni, lui è passato di qui un sacco di volte quando il suo blog era attivo). Insomma, siamo dei vecchi amici di Musica e Rete, ma proprio per questo sarò cattivissimo, farò le pulci alla sua recente uscita discografica, Crescendo, autoprodotta in quasi totale autarchia.
Crescendo è un disco di nove pezzi strumentali, a parte un paio, che vedono la presenza di suoi amici quali Herself (Gioele Valenti, spesso su questi schermi, chissà che non passi per un saluto), e Nazarin (Salvo Ladduca, anche cantane dei Marlowe, magari arriva pure lui). Nove pezzi per niente facili, capaci di farsi prendere con calma e determinazione. Ecco, calma e determinazione, sono le caratteristiche principali di Novanta (esplicito riferimento a quel decennio, con tante novità, cose buone e cose cattive), progetto che procede per spinte morali. Manfredi è un palermitano che vive a Milano (mi pare abbia vissuto pure a Roma), ed ha una sensibilità particolare per unire al rock l'impegno civile vero. Prova ulteriore è lo struggente pezzo messo in chiusura, Pierpaolo Faggiano, dedicato ad un giornalista sucida, vittima del precariato dei nostri giorni. Insomma, un disco utile, oltre che bello. Parliamone. Pronti?  

Etichette: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

160 Commenti:

Alle 3 giugno 2013 21:31 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Eccoci!

 
Alle 3 giugno 2013 21:32 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Mi aspetto tanta cattiveria, eh!

 
Alle 3 giugno 2013 21:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, aha, benvenuto in palude Manfredi ...

 
Alle 3 giugno 2013 21:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, sì, sarò cattivissimo ;)

 
Alle 3 giugno 2013 21:33 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

grazie :-)

 
Alle 3 giugno 2013 21:34 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

è sempre un bel posto, la palude

 
Alle 3 giugno 2013 21:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Bello averti qua, attendendevo questo momento da molto ... e il nostro amico And se ne è andato in vacanza due settimane propio in questi giorno ... ma con lui sarò cattivissimo veramente.

 
Alle 3 giugno 2013 21:34 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

e guarda che ti seguo sempre, eh! Sono ben nascosto, tra i cespugli della palude, ma ci sono :-)

 
Alle 3 giugno 2013 21:35 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Eh, sì, speravo di trovarlo, peccato

 
Alle 3 giugno 2013 21:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Lo credo bene, lo chiamano il mal di palude...

 
Alle 3 giugno 2013 21:35 , Blogger Alligatore ha detto...

... ma sono fiducioso, che arrivi qualche altro amico vecchio o nuovo.

 
Alle 3 giugno 2013 21:36 , Blogger Alligatore ha detto...

E poi And, tornerà a commentare quando tornerà dalle vacanze ... ha detto di aver staccato tutto.

 
Alle 3 giugno 2013 21:36 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Ne sono certo :-)

 
Alle 3 giugno 2013 21:37 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Un abbraccio a And, grande scrittore, peraltro

 
Alle 3 giugno 2013 21:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Pure io, e intato che attendiamo, faccio partire il cd e vado con le domande ... che dici?

 
Alle 3 giugno 2013 21:37 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Mi piacerebbe fare qualcosa con lui, un giorno, magari un libro con colonna sonora inclusa :-)

 
Alle 3 giugno 2013 21:37 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

vai!

 
Alle 3 giugno 2013 21:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Già, gran scrittore il vecchio And...

 
Alle 3 giugno 2013 21:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Partito ...

 
Alle 3 giugno 2013 21:39 , Blogger Alligatore ha detto...

E allora ti chiedo, come è nato. Come è nato Crescendo? ... crescendo.

 
Alle 3 giugno 2013 21:40 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

“Crescendo” è nato effettivamente... crescendo! Sono sempre stato molto lento in fase di composizione e questo disco in effetti ha avuto una gestazione lunga, da marzo a dicembre 2012. Nove mesi. Una gravidanza, insomma.

 
Alle 3 giugno 2013 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Bella questa metafora ... e bello fare le cose con calma, senza pressioni.

 
Alle 3 giugno 2013 21:43 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Sì, essendo un progetto casalingo i tempi sono molto pantofolai :-)

 
Alle 3 giugno 2013 21:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché questo titolo? …

 
Alle 3 giugno 2013 21:45 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Il titolo ha un doppio (o triplo) significato. “Crescendo” mi piace perché racchiude un immaginario ben definito ma anche molto labile. Da un lato mette in mostra la caratteristica principale di gran parte delle canzoni, ovvero il crescendo strumentale. Dall’altro suggerisce un percorso di crescita personale e, forse, musicale. In più può essere letto sia in italiano che in inglese, il che non è male, credo :-)

 
Alle 3 giugno 2013 21:46 , Blogger Alligatore ha detto...

Be', titolo appropriato ...e poi è stato "un crescendo" mentre lo facevi ...

 
Alle 3 giugno 2013 21:47 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Un crescendo letterale :-) Sembrava non volere smettere più, di crescere :-)

 
Alle 3 giugno 2013 21:48 , Blogger Alligatore ha detto...

.. e allora raccontaci questo crescendo: come è stata la genesi del cd, dall’idea iniziale alla sua realizzazione finale?

 
Alle 3 giugno 2013 21:48 , Blogger Sole ha detto...

ciao :) pur io stregata dalla palude...

 
Alle 3 giugno 2013 21:49 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Ciao Sole! La palude è uno splendido posto!

 
Alle 3 giugno 2013 21:49 , Blogger Alligatore ha detto...

ah, ah, ah, ciao Sole, ecco un'amica nuova Manfredi, che forse non c'era quando tu bloggavi forte ;)

 
Alle 3 giugno 2013 21:49 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Occhio, Alligatore, che qui la risposta sarà lunga :-)

 
Alle 3 giugno 2013 21:50 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Prima o poi tornerò a bloggare, giuro!

 
Alle 3 giugno 2013 21:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Parola di Manfredi, allora c'è da crederci ... vai con la rispostona.

 
Alle 3 giugno 2013 21:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Hai tutto il tempo che vuoi ...

 
Alle 3 giugno 2013 21:51 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Essendo un tipo piuttosto insicuro, per ogni pezzo posso impiegare settimane o mesi prima di esserne vagamente soddisfatto. I miei brani nascono sempre a tarda notte, con una chitarra in mano e lo schermo di un computer acceso. So che sembra una cosa molto romantica, ma la verità è che non posso comporre durante il resto della giornata :-)

In ogni caso, strimpello per ore cambiando spesso accordatura e idee. È un momento molto divertente e anche molto buffo perché spesso penso di aver composto la canzone più bella di sempre, andando a dormire con la folle convinzione di essere John Lennon ;-) Il problema è che al risveglio mi fa schifo il 99 per cento delle idee che avevo registrato solo poche ore prima :-) Se però la bozza sopravvive a quella che io chiamo “la prova del giorno dopo”, inizia la seconda fase: manipolo i suoni della chitarra, aggiungo tastiere suonate sul tablet e stravolgo gli arrangiamenti.

“When you doubt yourself”, per esempio, originariamente era un brano dance dal bpm sostenuto e solo in seguito è diventato un lento elefante post rock.

 
Alle 3 giugno 2013 21:52 , Anonymous Herself ha detto...

Ciao ragazzi, qui Herself

 
Alle 3 giugno 2013 21:52 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Insomma, ora puoi capire perché ci ho impiegato nove mesi :-)

 
Alle 3 giugno 2013 21:53 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Ciao Gioele! Grande eroe di questo disco!

 
Alle 3 giugno 2013 21:53 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Gioele, grande entrata in scena...

 
Alle 3 giugno 2013 21:54 , Anonymous Herself ha detto...

antieroe, direi :)

 
Alle 3 giugno 2013 21:54 , Blogger Alligatore ha detto...

Che dici Gioele, come sei entrato in questo disco?

 
Alle 3 giugno 2013 21:55 , Anonymous Herself ha detto...

In punta di piedi, spero

 
Alle 3 giugno 2013 21:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Da anti-eroe...

 
Alle 3 giugno 2013 21:56 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

è entrato su mia pressante richiesta :-)

 
Alle 3 giugno 2013 21:56 , Anonymous Herself ha detto...

E' un disco così delicato e ben congegnato, che un passo felpato, mi pareva si addicesse

 
Alle 3 giugno 2013 21:57 , Blogger Alligatore ha detto...

... e allora a Manfredi chiedo: qualche episodio che è rimasto nella memoria durante la lavorazione di questo tuo nuovo disco? ... vediamo se confermi, se c'eri e non dormivi ;)

 
Alle 3 giugno 2013 21:57 , Anonymous Herself ha detto...

L'ho fatto con moltissimo piacere, e per la stima e per una qual certa condivisione di suoni e concetti

 
Alle 3 giugno 2013 21:58 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

anche qui, risposta lunghetta :-)

 
Alle 3 giugno 2013 21:59 , Blogger Alligatore ha detto...

Hai tutto il tempo, che qui si dilata in palude ...

 
Alle 3 giugno 2013 21:59 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Io e Gioele Valenti ci siamo conosciuti durante le selezioni siciliane di Arezzo Wave, credo nel 2003. Enbrambi eravamo in gara: lui come Herself, io con una band stoner chiamata Fish Odor Test. Lui vinse quelle selezioni perché già allora era un artista superiore. Per anni ho sognato una collaborazione con lui ma non avevo mai avuto il coraggio di chiederglielo, almeno fino a qualche mese fa :-)

Dopo aver completato la parte strumentale di “Get your fire”, titolo poi scelto da Gioele, ho pensato immediatamente a Herself: la sua voce mi sembrava adatta sia alla linea malinconica di basso che al riff di chitarra, così drammatico e sbarazzino allo stesso tempo. Gioele ha portato il pezzo a un altro (e alto) livello.

 
Alle 3 giugno 2013 22:00 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Quindi l'episodio che più mi è rimasto impresso è quando ho ascoltato per la prima volta “Get Your Fire” e “Friburgo” con le voci di Herself e Nazarin. Non erano più le *mie* canzoni, erano canzoni diverse. E senz’altro migliori. È stato un grande onore

 
Alle 3 giugno 2013 22:01 , Blogger Sole ha detto...

ah, io leggo, ascolto, continuate, che mi piace questo Crescendo ;)

 
Alle 3 giugno 2013 22:01 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Grazie mille, Sole!

 
Alle 3 giugno 2013 22:01 , Blogger Alligatore ha detto...

Be', direi bello quello che dici, sia il ricordo di Arezzo Wave, che il ricordo di questi pezzi, con le loro voci ...

 
Alle 3 giugno 2013 22:02 , Blogger Alligatore ha detto...

Brava Sole, è proprio un crescendo ;)

 
Alle 3 giugno 2013 22:03 , Anonymous Herself ha detto...

Bè, arrossisco:)
L'amico Manfredi è fin troppo buono... ho ricordi ovattati di quel periodo, cavoli, dieci anni fa!
Non è vero che mi ha pressato:), mi ha gentilmente invitato ad esser presente nel suo nuovo lavoro - e sulla scorta dell'ottima impressione che mi fece il precedente, ho accettato felice di farlo, eccome!

 
Alle 3 giugno 2013 22:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Bene, bene, io 10 anni fa cominciavo a sparlare di musica sul sito di Smemo ...l'Alligatore è nato nel giugno del 2003 ... ma bando ai ricordi, guardiamo avanti.

 
Alle 3 giugno 2013 22:06 , Blogger Alligatore ha detto...

Se “Crescendo” fosse un concept-album su cosa sarebbe?

 
Alle 3 giugno 2013 22:06 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Ammazza, dieci anni fa... fa una certa impressione dirlo!

 
Alle 3 giugno 2013 22:06 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah ... come scalare una montagna ;)

 
Alle 3 giugno 2013 22:07 , Blogger Alligatore ha detto...

... e io soffro le vertigini ;)

 
Alle 3 giugno 2013 22:07 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

L’intero progetto Novanta è un concept. Volevo creare una sorta di omaggio alla musica degli anni Novanta, quella che va dai Red House Painters ai Mogwai passando per i My Bloody Valentine e gli Smashing Pumpkins. C’è poi un significato più sotterraneo e intimista che riguarda la condizione di chi, negli anni Novanta, si aspettava un Duemila a tinte differenti.

Sono contento che hai citato “Pierpaolo Faggiano”, che è un pezzo fondamentale per questo disco. Nei miei brani c’è dunque molta indignazione e molto disorientamento. Ecco, definirei “Crescendo” un album sull’indignazione e sul disorientamento. E sull’amore.

 
Alle 3 giugno 2013 22:08 , Blogger Sole ha detto...

c'è chi scala e soffre di vertigini, si può fare!?!!!

 
Alle 3 giugno 2013 22:09 , Anonymous Herself ha detto...

E la metafora de "la paura fa novanta"?

 
Alle 3 giugno 2013 22:10 , Anonymous Herself ha detto...

Prendere parte al disorientamento, ma con vitalistica spinta?

 
Alle 3 giugno 2013 22:10 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah, bella ... paura di volare Herself
Sole, tu se forse l'unica che lo fa ;)

 
Alle 3 giugno 2013 22:11 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

"La paura fa Novanta" sottolinea proprio quell'aspetto: un senso di paura e frustrazione per certe dinamiche sociali che stanno andando in frantumi. Novanta è il numero della paura, in fondo

 
Alle 3 giugno 2013 22:11 , Blogger Sole ha detto...

io sono una temeraria ;)

 
Alle 3 giugno 2013 22:13 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, bene che chi ha paura, scala lo stesso, è un bell'azzardo, ma serve ad andare avanti... una bella metafora da farci un disco ;)

 
Alle 3 giugno 2013 22:13 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Sole, illuminaci con il tuo coraggio :-)

 
Alle 3 giugno 2013 22:13 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Ho materiale per il prossimo disco, allora!

 
Alle 3 giugno 2013 22:14 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo, potrebbe essere ottimo ...

 
Alle 3 giugno 2013 22:14 , Blogger Alligatore ha detto...

C’è qualche pezzo che preferisci? Qualche pezzo del quale vai più fiero del cd? … che ti piace di più fare live? …

 
Alle 3 giugno 2013 22:15 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Beh, è una domanda difficile :-) Oltre ai due brani cantati, sono affezionato ad “Abbi cura di me”, perché ha diversi significati dietro e ha una poderosa esplosione finale di cui, tutto sommato, vado un po’ orgoglioso. Dal vivo la suono a volumi esagerati :-) Un altro pezzo cui sono affezionato è “My love, a fast emotion”, un quattro quarti ottimo per una festa da ballo frequentata da gente timida :-)

 
Alle 3 giugno 2013 22:16 , Blogger Alligatore ha detto...

Domanda difficile, io stesso, ho difficoltà ...

 
Alle 3 giugno 2013 22:17 , Blogger Sole ha detto...

forse sento le stesse vertigini che tutti sentono, ma le tramuto in qualche altra emozione ... Nel caso dell'arrampicata credo sia stupore e amore per me stessa...forza e determinazione ...
e poi ci sono tante altre vertigini...mica solo quelle legate all'altezza...

 
Alle 3 giugno 2013 22:17 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, i pezzi da te citati li avrei citati pure io (sto ascoltando ora l'espolsione di "Abbi cura di me" e capisco cosa intendi ...).

 
Alle 3 giugno 2013 22:17 , Anonymous Herself ha detto...

Io quoto “My love, a fast emotion”, davvero un bellissimo mood...

 
Alle 3 giugno 2013 22:19 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Questo non lo sai, Gioele, ma ero indeciso se chiederti di farti cantare "get your fire" o "My love",

 
Alle 3 giugno 2013 22:19 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah ... è uno scoop.

 
Alle 3 giugno 2013 22:19 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

:-)

 
Alle 3 giugno 2013 22:20 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Magari in futuro ne faremo una versione cantata ;-)

 
Alle 3 giugno 2013 22:20 , Blogger Alligatore ha detto...

... e sulle vertigini, direi che quoto Sole. Anche ascoltando questo disco, a tratti, si prova l'ebrezza delle vertigini.

 
Alle 3 giugno 2013 22:20 , Anonymous Herself ha detto...

Beh, credo che li avrei cantati entrambi:)

 
Alle 3 giugno 2013 22:21 , Blogger Sole ha detto...

My love, A fast emotion, Abbi cura di me, A door e poi particolarmente When you doubt yourself ... mi ricorda l'estate, le cicale, le serate lunghe, i tramonti...

 
Alle 3 giugno 2013 22:21 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

doppio scoop!

 
Alle 3 giugno 2013 22:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Sole, tra l'altro, è stata da poco in Sicilia...

 
Alle 3 giugno 2013 22:21 , Blogger La Mente Persa ha detto...

Ma io posso salutare un vecchio amico di blog? :)
Un disco? Bella novità!

 
Alle 3 giugno 2013 22:22 , Blogger Alligatore ha detto...

Ecco, Gio', la sopresa che non ti avevo detto Manfredi ...La Mente Persa, altra compagna di blog

 
Alle 3 giugno 2013 22:22 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Molto lieto che questi brani stimolino i tuoi pensieri, Sole! È un privilegio raro, te l'assicuro

 
Alle 3 giugno 2013 22:23 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Questa è una splendida sorpresa! Ciao Giò! Che ricordi! Spero tutto bene! (Devo proprio tornare a bloggare...)

 
Alle 3 giugno 2013 22:23 , Blogger Alligatore ha detto...

Non si è ancora accorto dell'entrata di Gio' ;) Manfredi,hai visto chi è arrivata?

 
Alle 3 giugno 2013 22:24 , Blogger Alligatore ha detto...

Invece sì ;)

 
Alle 3 giugno 2013 22:24 , Blogger Alligatore ha detto...

Manca solo And, ma gli ho lasciato un post cattivissimo nel suo ultmo post ;)

 
Alle 3 giugno 2013 22:26 , Blogger Alligatore ha detto...

Continuando... come di consueto autoproduzione, Creative Commons, con attorno alcuni fidati amici. Come sono nate queste scelte, come hai incontrato questi fidati amici: Herself, Nazarin …

 
Alle 3 giugno 2013 22:26 , Blogger Alligatore ha detto...

In parte hai già detto, ma approfondiamo ...

 
Alle 3 giugno 2013 22:27 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

anche qui, rispostona in arrivo (magari divisa in due)

 
Alle 3 giugno 2013 22:28 , Blogger Alligatore ha detto...

Dividi pure ...a piacere ;)

 
Alle 3 giugno 2013 22:28 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

La scelta di pubblicare i brani sotto licenza Creative Commons è stata naturale. Quando suonavo con la mia vecchia band, i Moque, è stato molto complicato e frustrante gestire la parte burocratica della Siae. Novanta è un progetto povero e casalingo, avevo bisogno di snellire le pratiche :-)

L’autoproduzione è una necessità: non mi sento ancora pronto per un’uscita discografica tradizionale. Ho bisogno di sbagliare da solo prima di costringere la gente a spendere soldi per un cd. Non sono mica Brian Eno. Così, mettere i miei brani in download gratuito è principalmente un invito all’ascolto, visto che non amo lo streaming. Se poi qualcuno volesse contribuire economicamente, beh, ne sarei felice.

“Crescendo” segue il modello Radiohead del paga quanto vuoi, anche zero euro. Ma a me basta sapere che c’è gente che ascolta i miei pezzi. E magari li apprezza. (SEGUE)

 
Alle 3 giugno 2013 22:30 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Di Herself ti ho già detto. Lavorare con lui è stato fantastico perché ha portato la sua creatività al servizio del brano. È stato incredibilmente disponibile e incredibilmente ispirato. Meglio di così...

Con Salvo Ladduca, invece, ci siamo conosciuti ai tempi dell’uscita di “Fiumidinisi” della sua band Marlowe, a mio parere un capolavoro di cantautorato rock. Salvo ha plasmato “Friburgo” a sua immagine e somiglianza, rendendolo qualcosa di nuovo, intenso e poetico che mi ha colpito molto. È riuscito inoltre a dare un contributo decisivo all’atmosfera generale dell’album. È un artista di grande sensibilità e non vedo l’ora di ascoltare il suo disco solista a nome Nazarin.

 
Alle 3 giugno 2013 22:31 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Lavorare via email non è così brutto, insomma :-)

 
Alle 3 giugno 2013 22:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo ...molto corretto e morale, in linea con il tuo pensiero. Aspettiamo tutti il disco a nome Nazarin ... quello di Giole, uscito lo scorso anno, lo ascolto ancora ora.

 
Alle 3 giugno 2013 22:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Magico a partire dalla copertina ...

 
Alle 3 giugno 2013 22:33 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Gran disco, quello di Herself

 
Alle 3 giugno 2013 22:33 , Blogger Alligatore ha detto...

Ha proposito di copertine, copertina semplice e diretta latua, con questa chitarra appoggiata alla sedia, in un bel bianconero d’autore. Come è nata questa copertina e chi l’ha fatta? … pensata?

 
Alle 3 giugno 2013 22:34 , Blogger La Mente Persa ha detto...

Eh sì, tutto bene ;)
Indignazione e disorientamento sono due sentimenti perfetti a descriverci in questo momento storico così instabile, difficile e arrogante.

 
Alle 3 giugno 2013 22:34 , Anonymous Herself ha detto...

Grazie ragazzi!

 
Alle 3 giugno 2013 22:35 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

La copertina, come quella del precedente “Bedroom metal”, è stata realizzata da un mio caro amico, Vincenzo Ribes. Lui ha un occhio particolare per i dettagli più poetici della quotidianità. Con questo scatto credo che abbia riassunto perfettamente lo spirito dell’album: quella chitarra lasciata lì, come se fosse abbandonata, è molto malinconica. Suggerisce rassegnazione ma ha anche un fondo di speranza, con l'immagine stilizzata dei bambini che giocano. Mi sembrava perfetta.

 
Alle 3 giugno 2013 22:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Bello questo intervento di Gio', quasi ad anticipare quello che dici sulla copertina ... preveggenza di una Mente persa ;)

 
Alle 3 giugno 2013 22:37 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Altro che Mente Persa, mente lucidissima!

 
Alle 3 giugno 2013 22:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Buffo anche, che nello stesso istane, o quasi, io e Manfredi siamo andati nel blog di And, a salutarlo alla nostra maniera ;)

 
Alle 3 giugno 2013 22:38 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

;-)

 
Alle 3 giugno 2013 22:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Per capire qui

 
Alle 3 giugno 2013 22:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Questo è puro And ;)

 
Alle 3 giugno 2013 22:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Grande ...

 
Alle 3 giugno 2013 22:41 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

È un grande davvero

 
Alle 3 giugno 2013 22:42 , Anonymous Herself ha detto...

Ragazzi, spiacente, ora devo scappare. Saluti a tutti, e un augurio di cuore per il bel disco di Novanta!

 
Alle 3 giugno 2013 22:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Come e dove presenti hai presentato l’album? …

 
Alle 3 giugno 2013 22:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Gioele, e grazie per la gradita presenza ...

 
Alle 3 giugno 2013 22:42 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Ciao Herself! Grazie mille!

 
Alle 3 giugno 2013 22:43 , Anonymous Herself ha detto...

Grazie a voi per l'ospitalità, ciao!

 
Alle 3 giugno 2013 22:43 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Sto studiando un modo per trasportare dal vivo questi brani nati in casa. Attualmente sto lavorando con alcuni musicisti a diverse formule, che vedono un’alternanza di chitarre e tablet. Siamo riusciti a trovare un giusto equilibrio tra elettronica e rock, anche se il suono è decisamente più valvolare che su disco. Sono molto meticoloso, ma appena saremo pronti cercheremo di fare qualche data.

 
Alle 3 giugno 2013 22:46 , Blogger Alligatore ha detto...

Scusa, mi erp perso a linkare l'intervista da And, così quando torna se la legge ...

 
Alle 3 giugno 2013 22:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, per quanto riguarda i concerti, direi pure che materiale ne hai ...

 
Alle 3 giugno 2013 22:47 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Vai tranquillo!

 
Alle 3 giugno 2013 22:47 , Blogger Alligatore ha detto...

E sarebbe poi bello, un concerto anche con Herself e Nazarin ...

 
Alle 3 giugno 2013 22:48 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Eh, l'intenzione c'è...

 
Alle 3 giugno 2013 22:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Per finire: una domanda che non ti ho fatto, un appello, un saluto a qualcuno, qualcosa che non abbiamo detto o qualcuno che non abbiamo ricordato, da fare assolutamente … troppe cose?

 
Alle 3 giugno 2013 22:50 , Blogger La Mente Persa ha detto...

;) dai Manfredi ritorna un po' a bloggare. Giusto qualche volta

 
Alle 3 giugno 2013 22:51 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Prossimamente uscirà una compilation (in edizione limitata) di canzoni “rainy-oriented” per la Seashell Records (https://www.facebook.com/seashellrecords), neonata etichetta palermitana-berlinese di musica “fatta a mano”. Io parteciperò con il brano “Abbi cura di me”. Consiglio di tenere d’occhio la Seashell perché è un progetto “artigianale” più unico che raro. Musica a misura d’uomo.

 
Alle 3 giugno 2013 22:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Anche tu Gio', bloggi poco (ma bene) ...

 
Alle 3 giugno 2013 22:52 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Eh, mi sta venendo il magone, Giò! Mi mancate:-)

 
Alle 3 giugno 2013 22:53 , Blogger Alligatore ha detto...

Palermitana-berlinese? ... ho un'amica a Berlino, che di solito passa di qua durante le intervise, ma questa sera aveva altro da fare. Iteressante questo Berlino-Palermo... c'è Wim Wenders di mezzo?

 
Alle 3 giugno 2013 22:53 , Blogger La Mente Persa ha detto...

Grazie!
Io vi saluto. Sono in centro a Bologna e devo tornare a casa.
Domani mattina leggerò ogni riga e... ascolterò la musica!

 
Alle 3 giugno 2013 22:54 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Ringrazio Sole che si è unita alla famiglia Seashell su Facebook (credo) :-)

 
Alle 3 giugno 2013 22:54 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie di essere passata Gio'... ciao.

 
Alle 3 giugno 2013 22:55 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

ciao Giò! A presto!

 
Alle 3 giugno 2013 22:55 , Blogger Sole ha detto...

sgammata! ahahahah!

 
Alle 3 giugno 2013 22:56 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

No, non c'è Wim di mezzo :-) però c'è un amore per la musica che non ho mai riscontrato da altre parti, tienili d'occhio, caro Alligatore, non te ne pentirai perché fanno prodotti curatissimi e unici, anche nel packaging

 
Alle 3 giugno 2013 22:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Vedi Manfredi, amiche in palude non mancano mai, di ieri, come di oggi ...

 
Alle 3 giugno 2013 22:57 , Blogger Alligatore ha detto...

Cero, mi segno questa label, e poi vado a vedere, mi piacciono le cose ben curate...

 
Alle 3 giugno 2013 22:57 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

la palude è un posto bellissimo, l'ho sempre pensato, così come ho sempre pensato che queste chiacchierate live sono geniali!

 
Alle 3 giugno 2013 22:57 , Blogger Alligatore ha detto...

Insomma, qui stiamo finendo in crescendo ;)

 
Alle 3 giugno 2013 22:58 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Non poteva essere altrimenti!

 
Alle 3 giugno 2013 22:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie Manfredi, grazie delle tue parole e di essere stato qui questa sera...

 
Alle 3 giugno 2013 22:59 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

Grazie a te per l'ospitalità e per l'atmosfera davvero gradevole. Mi sono divertito parecchio e sono stato un po' morso dalla nostalgia :-)

 
Alle 3 giugno 2013 23:00 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

A risentirci presto, te lo prometto :-)

 
Alle 3 giugno 2013 23:00 , Blogger Alligatore ha detto...

La nostalgia è un sentimento che va coltivato ... e poi nascono spessi belle canzoni.

 
Alle 3 giugno 2013 23:01 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

e grazie a Sole per i commenti e per l'ascolto! Sei stata molto gentile!

 
Alle 3 giugno 2013 23:01 , Blogger Sole ha detto...

grazie a tutti, grazie per Crescendo...

 
Alle 3 giugno 2013 23:01 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo, e tu le promesse le mantieni. Speriamo And non sia in vacanza.

 
Alle 3 giugno 2013 23:02 , Blogger Sole ha detto...

grazie a te Manfredi ;)

 
Alle 3 giugno 2013 23:02 , Anonymous Manfredi Lamartina ha detto...

And lo aspettiamo al varco! :-)
A presto, grazie a tutti per la bella serata
alla prossima!

 
Alle 3 giugno 2013 23:02 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie a tutti voi: Manfredi, Sole, Herself, La Mente Persa ... e chi ci ha seguiti in silenzio e/o ci leggerà in futuro.

 
Alle 3 giugno 2013 23:03 , Blogger Alligatore ha detto...

Buonanotte e buonafortuna a Novanta.

 
Alle 4 giugno 2013 10:52 , Blogger m4ry ha detto...

E hai ragione...devo ascoltare questi testi con tutta l'attenzione che meritano..ma l'impatto, è decisamente positivo ;)
Bacino piovoso Alli :)

 
Alle 4 giugno 2013 22:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Novanta è tutto da ascoltare, vedrai che ti piacerà...
Bacino asciutto, finalmente ;)

 
Alle 5 giugno 2013 09:03 , Blogger Eva ha detto...

Ah, gli anni Novanta... avevo i miei 15 anni in mano! bacio

Ubique Chic

 
Alle 5 giugno 2013 20:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Cara Eva, allora siamo quasi coetanei ;)
Bacio chic mi ci fic ...

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page