giovedì 11 agosto 2011

Due parole con The Child of a Creek

Ritorna l’intervista sul blog, ritorna con una formula rinnovata. Ritorna con The Child of a Creek, il cantautore toscano che ama la natura, la montagna, suona, canta e crea i suoi dischi in totale autarchia. Parleremo con lui della sua recente uscita, Whispering Tales under an Emerald Sun. Ne parleremo diffusamente, in quanto le nuove interviste saranno incentrate direttamente sull’opera: su Whispering Tales under an Emerald Sun ci saranno molte cose da sviscerare.

Prodotto dall’etichetta danese (sì, danese) A Beard of Snails Records, è un disco molto intimo, legato alla natura, ai suoi ritmi, corsi e stagioni. La voce, meno presente del solito, è usata quasi come uno strumento musicale in pezzi più lunghi, decisamente dilatati. Titoli inequivocabili, come Shivers, Black Rainbow, Echoes in the Sunrise, Under the Emerald Sun …senti la natura, senti il contatto intimo con le cose. Un tocco in più è dato dal flauto, ma tutto profuma di folk-rock acido di grande impatto. Ne parleremo con Lorenzo, alias The Child of a Creek. Pronto?

VAI AL SUO MYSPACE

http://www.myspace.com/thechildofacreek

Etichette: , , , , , , , , , ,

69 Commenti:

Alle 11 agosto 2011 21:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ciao a tutti/e

 
Alle 11 agosto 2011 21:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

pronto

 
Alle 11 agosto 2011 21:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao.

 
Alle 11 agosto 2011 21:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Benvenuto nella plaude Lorenzo.

 
Alle 11 agosto 2011 21:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Sei pronto per questa intervista?

 
Alle 11 agosto 2011 21:37 , Blogger Alligatore ha detto...

La prima di una nuova serie ...

 
Alle 11 agosto 2011 21:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

Grazie, prontissimo

 
Alle 11 agosto 2011 21:38 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mi dicevi una nuova formula

 
Alle 11 agosto 2011 21:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Intanto dico che ora sto ascoltando il cd ... c'è un posto nel web dove ascoltarlo, se non tutto alcuni pezzi?

 
Alle 11 agosto 2011 21:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Io ho linkato il tuo myspace ...può andare?

 
Alle 11 agosto 2011 21:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

Certo, é possibile ascoltare 2 brani del disco "Shivers" e "The Voyager" in streaming al sito ufficiale www.thechildofacreek.it ed 1 solo brano "Shivers" alla pagina myspace www.myspace.com/thechildofacreek

 
Alle 11 agosto 2011 21:41 , Anonymous Anonimo ha detto...

Certo, ti ringrazio Diego

 
Alle 11 agosto 2011 21:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Bene, perchè in questa nuovo tipo d'intervista parleremo direttamente del disco ...

 
Alle 11 agosto 2011 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie a te di essere qui ...

 
Alle 11 agosto 2011 21:42 , Anonymous Anonimo ha detto...

Benissimo

 
Alle 11 agosto 2011 21:42 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ti Ringrazio, é un Piacere ed Onore essere qui

 
Alle 11 agosto 2011 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

... e allora partiamo.

 
Alle 11 agosto 2011 21:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Come è nato “Whispering Tales under an Emerald Sun”?

 
Alle 11 agosto 2011 21:45 , Blogger Alligatore ha detto...

In due righe ;)

 
Alle 11 agosto 2011 21:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ho cantato, scritto, composto, arrangiato, registrato, mixato e prodotto "Whispering Tales under an Emerald Sun" tra il Gennaio ed il febbraio 2009 con chitarre acustiche, elettriche, piano elettrico, flauto, organo, sintetizzatori, percussioni e loops processati chiuso nella mia taverna. Credo di poter dire essere un disco che in un qualche modo rappresenta un "passaggio" per me, un avvicinarmi a certe sonorità che ho sempre custodito dentro ma che solo in quei due mesi hanno visto concretamente la luce

 
Alle 11 agosto 2011 21:49 , Blogger Alligatore ha detto...

... "Whispering Tales under an Emerald Sun", che significa?

 
Alle 11 agosto 2011 21:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Perchè questo titolo?

 
Alle 11 agosto 2011 21:51 , Anonymous Anonimo ha detto...

Significherebbe "Sussurare/Sussurrando favole/storie sotto un Sole Smeraldo". Il titolo mi é piaciuto sin da subito e l'ho ritenuto adatto proprio per il mood del disco

 
Alle 11 agosto 2011 21:53 , Blogger Alligatore ha detto...

In effetti ascoltando c'è questa sensazione ...

 
Alle 11 agosto 2011 21:53 , Anonymous Anonimo ha detto...

Perché le storie contenute in esso sono effettivamente abbastanza sussurrate. Come hai anticipato tu nella presentazione all'intervista, la mia voce, nel disco, ha assunto un "ruolo" diverso rispetto al passato: sicuramente canto meno, é un cantare in maniera diversa, più intima, più da diario

 
Alle 11 agosto 2011 21:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, un sussurare più alla Devendra Banhart che alla Nick Drake, solo per fare un esempio che tutti possano comprendere e senza volere fare troppi paragoni...

 
Alle 11 agosto 2011 21:58 , Blogger Alligatore ha detto...

C’è qualche pezzo che preferisci? Qualche pezzo del quale vai più fiero?

 
Alle 11 agosto 2011 21:59 , Anonymous Anonimo ha detto...

Per come ricordo parlavamo durante la precedente intervista lo scorso anno, nonostante io stimi molto il primo Devendra Banhart (per capirci, fino a "Cripple Crow"), nonostante capisca il motivo della cosa che dici, non mi sento di accostare il mio cantato in "Whispering Tales.." ad un certo cantato di Devendra. I nostri percorsi sono molto diversi

 
Alle 11 agosto 2011 22:01 , Anonymous Anonimo ha detto...

Difficile dire se ci sia effetivamente un pezzo che preferisco tra gli altri. Sono molto legato a "Shivers" per una serie di motivazioni: la tensione che il brano evoca, le pause, i silenzi, la chitarra acustica molto riverberata, il loop di percussione processato, il testo intimo

 
Alle 11 agosto 2011 22:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Ci siamo sovrapposti prima, ... a chi potresti accostare il tuo modo, molto originale di cantare? ... se c'è qualcuno, qualche nome che potresti fare.

 
Alle 11 agosto 2011 22:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Difficile dirlo ...

 
Alle 11 agosto 2011 22:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Oppure perchè questa scelta, quest'evoluzione?

 
Alle 11 agosto 2011 22:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

Domanda interessante. Se vogliamo riferirci al passato, posso dire di sentirmi vicino ad Artisti come Marc Bolan, la Incredible String Band, Donovan ad esempio. Nei riguardi di Artisti più recenti, posso dire di sentirmi vicino ad Artisti del tipo Phosphorescent, José Gonzalez (nonostante lui sussurri molto) etc (questi i primi venuti in mente)

 
Alle 11 agosto 2011 22:13 , Blogger Alligatore ha detto...

Bella gente ;)

 
Alle 11 agosto 2011 22:13 , Anonymous Anonimo ha detto...

Non é stata una scelta conscia: non ho deciso di cambiare il mio modo di cantare, non agisco così ed i nuovi dischi che vedranno la luce a breve, mostreranno che in effetti, non c'e' stato un vero e proprio cambiamento. Evoluzione sì, per se per evoluzione si intende andare da qualche altra parte, seguendo istintivamente il proprio percorso

 
Alle 11 agosto 2011 22:14 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo, cose inevitabili percorrendo una strada ...

 
Alle 11 agosto 2011 22:15 , Blogger Alligatore ha detto...

Se fosse un concept-album su cosa sarebbe?

 
Alle 11 agosto 2011 22:15 , Blogger Alligatore ha detto...

... forse lo è.

 
Alle 11 agosto 2011 22:18 , Anonymous Anonimo ha detto...

Il disco affronta tematiche a me care e gli argomenti mi toccano nel profondo; se fosse un concept album, il tema portante racconterebbe certe situazioni che si presentano nella vita, la condivisione ed il distaccamento dalle cose

 
Alle 11 agosto 2011 22:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, è un disco da lievitazione...

 
Alle 11 agosto 2011 22:21 , Anonymous Anonimo ha detto...

potrebbe anche essere un concept album in effetti, ma se lo é, non é stata una cosa ricercata. Mi piacciono i concept album in effetti, ma forse "Whispering Tales.." é un qualcosa di diverso: forse una confessione, frasi segrete tratte da un diario mai aperto, storie personali

 
Alle 11 agosto 2011 22:22 , Anonymous Anonimo ha detto...

capisco cosa intendi e penso di poter dire essere un disco molto sognante, etereo

 
Alle 11 agosto 2011 22:24 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, è così , ma torniamo per un attimo sulla terra.

 
Alle 11 agosto 2011 22:24 , Blogger Alligatore ha detto...

A produrre il cd una label straniera, danese … A Beard of Snails Records. Perchè questa scelta? Come vi siete incontrati? Come prosegue il rapporto con loro?

 
Alle 11 agosto 2011 22:28 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ho ritenuto "Whispering Tales.." essere adatto per un tipo di label magari diversa rispetto a quella con cui ho lavorato in precedenza e con la quale mi sono trovato benissimo. Sì, A Beard of Snails Records é una label danese che ha pubblicato cose deliziose e Christian si é mostrato molto entusiasta sin da subito. Ci siamo incontrati qualche anno fa tramite amici comuni e posso dire il nostro rapporto stia proseguendo nel migliore dei modi. Sono soddisfatto dal lavoro svolto dall'etichetta

 
Alle 11 agosto 2011 22:33 , Blogger Alligatore ha detto...

Saltata la connessione, rieccomi qui ...

 
Alle 11 agosto 2011 22:33 , Blogger Alligatore ha detto...

“Whispering Tales under an Emerald Sun” è un disco con una gestazione lunga: dal 2009 al 2011, quando nel marzo è uscito ufficialmente. C’è qualche parentela con il precedente “Find A Shelter Along the Path”, nato nello stesso periodo, ma uscito lo scorso anno?

 
Alle 11 agosto 2011 22:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ho scritto e registrato il disco nel 2009, ma é stato pubblicato quest'anno. Entrambi dischi sono stati composti nei medesimi mesi, anche se devo dire essermi soffermato di più su "Find A Shelter..". Ascoltando "Whispering Tales.." ho l'impressione che ciò che era nascosto, velato in "Find A Shelter..", qui esce in maniera piuttosto esplicita. In questo senso credo si possa fare un parallelo tra i due lavori

 
Alle 11 agosto 2011 22:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Due facce della stessa medaglia.

 
Alle 11 agosto 2011 22:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Come sono state le prime recensioni del cd? Positive o negative che siano, ti senti capito? La critica aiuta? Capisce? Oppure vede cose che non ci sono? …

 
Alle 11 agosto 2011 22:44 , Anonymous Anonimo ha detto...

Certo, se con questo si intende dire che entrambi i dischi scaturiscono dal lavoro di un'unica persona, al prescindere dal fatto che sia "Whispering Tales.." che "Find A Shelter.." siano stati composti e registrati più o meno nei medesimi mesi

 
Alle 11 agosto 2011 22:47 , Anonymous Anonimo ha detto...

Il disco é stato molto ben accolto dalla critica e la cosa mi riempie di felicità. E' sempre una splendido per me vedere punti di vista diversi in ogni recensore, riflessioni diverse, indagini differenti. Ho apprezzato molto le cose che sono state scritte sul disco

 
Alle 11 agosto 2011 22:48 , Blogger Alligatore ha detto...

Copertina molto particolare, da anni ’70 dire. Anche quella è opera tua. È nata prima la copertina o prima il cd?

 
Alle 11 agosto 2011 22:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

Per la copertina del disco ho utilizzato una foto scattata di mio pugno sulle montagne italiane qualche anno fa. Mi piaceva molto come, nella foto, il lago rifletteva la montagna dando un sendo di simmetricità che poi ho sviluppato per le grafiche del disco dove fronte e retro copertina sono messe a specchio. E' nato il disco prima della copertina, ma al primo ascolto dello stesso una volta completato, il mio pensiero é andato a quella foto particolare ed a come avrebbe reso il tutto omogeneo ed in linea con in contenuti. L'ho ritenuta essere perfetta

 
Alle 11 agosto 2011 22:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Montagne italiane? ... si può sapere dove?

 
Alle 11 agosto 2011 22:57 , Anonymous Anonimo ha detto...

Dolomiti

 
Alle 11 agosto 2011 22:59 , Blogger Alligatore ha detto...

Wow, un patrimonio dell'umanità in copertina, ottima idea ...

 
Alle 11 agosto 2011 23:00 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sì, sono posti assolutamente Meravigliosi..

 
Alle 11 agosto 2011 23:02 , Blogger Alligatore ha detto...

Come e dove presenterai il cd?

 
Alle 11 agosto 2011 23:06 , Anonymous Anonimo ha detto...

Per adesso ho fatto una sola data a presentazione del cd, alla Stazione Leopolda di Pisa a Giugno ed é stata una gran bella serata. Mi sono esibito con chitarra acustica e voce, ma ho intenzione di portare sul palco il mio loop, l'elettrica, gli effetti ed il laptop. Riprenderò con i concerti a partire dalle fine di Settembre e comunicherò le date alla pagina myspace www.myspace.com/thechildofacreek e sul profilo facebook The Child of A Creek/ Creek Child

 
Alle 11 agosto 2011 23:09 , Blogger Alligatore ha detto...

... e per finire: una domande che non ti ho fatto, una risposta e poi tutti a nanna.

 
Alle 11 agosto 2011 23:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

Dove é possibile trovare il disco? E' possibile ordinarlo (in ITALIA) scrivendo a throughthetrees@thechildofacreek.it al prezzo di 7,00 Euro. Il disco é poi distribuito in USA da www.eclipse-records.com ed in UK da www.normanrecords.com. Aggiungo una cosa: in Ottobre uscirò con un nuovo disco di 11 brani che vede la collaborazione di Pantaleimon (Current 93). E' stato un Onore, ti Ringrazio Molto. Un caro saluto a tutti/e

 
Alle 11 agosto 2011 23:16 , Blogger Alligatore ha detto...

Onore mio ... un altro cd? Non stai mai fermo ;) Lo sentiremo volentieri.

 
Alle 11 agosto 2011 23:17 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie The Child of a Creek ...

 
Alle 11 agosto 2011 23:19 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sì, é un disco al quale tengo davvero Molto. Ho in preogramma diverse cose anche per l'anno a venire. Tutte le news agli indirizzi web che ho mostrato

 
Alle 11 agosto 2011 23:19 , Blogger Alligatore ha detto...

Buonanotte e buonafortuna a The Child of a Creek ...

 
Alle 11 agosto 2011 23:19 , Anonymous Anonimo ha detto...

Grazie a te, Grazie a voi

 
Alle 11 agosto 2011 23:20 , Anonymous Anonimo ha detto...

Grazie! Buonanotte

 
Alle 12 agosto 2011 00:00 , Blogger formichina ha detto...

finora ho ascoltato i primi 3 brani, mi è piaciuta molto Little man, la sento molto vicina ai miei gusti. ora proseguo...

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page