venerdì 18 marzo 2011

Intervista ai Mauve

Questa sera sul blog una band d’acqua dolce, i Mauve. Ritornano a grande richiesta a tre anni di distanza dalla loro prima volta (furono il quarto gruppo a sperimentare la cosa nell’aprile del 2008, qui facciamo la storia). Vengono da Verbania, sulla sponda piemontese del lago Maggiore, vengono con un cd che sta già facendo molto discutere, anche se ufficialmente esce oggi, The Night All Crickets Died, titolo poetico ed ecologista, come la loro musica (ecologia per il corpo e la mente). Copertina bianca, essenziale, con delle pennellate di colore stese da un moderno Pollock a scrivere The Night All Crickets Died.

Dato alle stampe per la label Face Like a Frog Records, dopo anni passati con la Canebagnato,The Night All Crickets Died è un cd che sembra un vinile, per quanto è denso e pieno di suggestioni. Ballate, momenti cinema, il rock dei Rolling Stones accoppiato con la new wave. Nove tracce da ascoltare e riascoltare (lo potete fare direttamente dal loro blog http://mauvemusic.blogspot.com/) per capire quanto può essere solida la musica liquida. Un cd molto carico, come sento carichi i Mauve. Sono sul punto di scoppiare, meglio sentire se sono arrivati nella palude

VAI AL LORO MYSPACE http://www.myspace.com/feelmauve

Etichette: , , , , , , , , ,

157 Commenti:

Alle 18 marzo 2011 21:31 , Blogger mauve ha detto...

toc toc....

 
Alle 18 marzo 2011 21:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Mauve... benvenuti nella palude.

 
Alle 18 marzo 2011 21:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Anzi, bentornati...

 
Alle 18 marzo 2011 21:33 , Blogger mauve ha detto...

grazie è sempre un piacere.

 
Alle 18 marzo 2011 21:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Ci siete tutti?

 
Alle 18 marzo 2011 21:35 , Blogger mauve ha detto...

si e ben pasturati a vodka...

 
Alle 18 marzo 2011 21:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Perfetto!

 
Alle 18 marzo 2011 21:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Allora posso andare con le domande...

 
Alle 18 marzo 2011 21:38 , Blogger mauve ha detto...

VAI!!!!!!!!

 
Alle 18 marzo 2011 21:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Chi sono i Mauve? … sono ancora in quattro che ho conosciuto nell’aprile 2008? … che all’inizio erano in due (Elda e Carlo), poi sono diventati tre (Alberto), quattro (Matteo). Aggiungiamo qualcosa?

 
Alle 18 marzo 2011 21:42 , Blogger mauve ha detto...

CARLO: sì sono sempre gli stessi quattro.. capello più, capello meno! :-D

 
Alle 18 marzo 2011 21:44 , Blogger Alligatore ha detto...

:) ...

 
Alle 18 marzo 2011 21:45 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché questo nome?

 
Alle 18 marzo 2011 21:45 , Blogger Alligatore ha detto...

… l’altra volta non ve l’avevo chiesto e mi è rimasta la curiosità.

 
Alle 18 marzo 2011 21:49 , Blogger mauve ha detto...

ELDA: Io posso far finta di avere una grande cultura dicendo che questo è stato il primo colorante sintetizzato chimicamente, errore di un chimico inglese che in realtà cercava di fare tutt'altro. Il famoso malva di Perkin.;-)

 
Alle 18 marzo 2011 21:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Top secret?

 
Alle 18 marzo 2011 21:50 , Blogger Alligatore ha detto...

Chiamo 007?

 
Alle 18 marzo 2011 21:52 , Blogger Alligatore ha detto...

... no, ora ho letto la risposta di Elda. E ci credo!

 
Alle 18 marzo 2011 21:54 , Blogger Alligatore ha detto...

Riguardo la scrittura delle canzoni, dicevate: "una canzone può nascere da un riff, un tempo particolare, un improvvisazione durante le prove o durante un sound-check …poi se piace viene elaborata, rivista, corretta…"

 
Alle 18 marzo 2011 21:54 , Blogger Alligatore ha detto...

È ancora così o è cambiato qualcosa?

 
Alle 18 marzo 2011 21:55 , Blogger mauve ha detto...

no dai! Mauve significa color malva sia in francese che in inglese. Ci piaceva l'idea di un colore che fosse un mix di colori caldi e freddi.. ci sembrava si adattasse bene alla nostra musica.. poi in realtà un nome nasce anche per caso, dopo giorni e giorni di brainstorming.. i significati vanno bene anche a posteriori!

 
Alle 18 marzo 2011 21:56 , Blogger mauve ha detto...

ELDA: E' sempre così. C'è un aggeggio che dal 2008 ci aiuta in questo: la macchina fotografica digitale, una di quelle economiche. La usiamo come registratore: scatta grezze istantanee sonore dei nostri brani improvvisati della durata mai inferiore a mezz'oretta. Questo marasma sonoro lo scarico, lo taglio nelle parti migliori, lo battezzo secondo l'ispirazione del momento, riduco in mp3 e spedisco per la valutazione.

 
Alle 18 marzo 2011 21:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Bella cosa la tecnologia ...

 
Alle 18 marzo 2011 21:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Almeno in questo caso.

 
Alle 18 marzo 2011 21:59 , Blogger mauve ha detto...

dillo a matteo!!! (the bassman)

 
Alle 18 marzo 2011 22:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Matteo, bella cosa la tecnologia... (almeno in questo caso).

 
Alle 18 marzo 2011 22:01 , Blogger mauve ha detto...

Matteo: mamma mia quanto sei prosaico/didascalico! ;-)

 
Alle 18 marzo 2011 22:02 , Blogger Alligatore ha detto...

;))))))))))))

 
Alle 18 marzo 2011 22:03 , Blogger Alligatore ha detto...

Continunado...

 
Alle 18 marzo 2011 22:03 , Blogger Alligatore ha detto...

Come sono nate le canzoni del recente cd?

 
Alle 18 marzo 2011 22:04 , Blogger mauve ha detto...

no vabbè in effetti io sono un po' ned luddiano, ma neanche troppo...

 
Alle 18 marzo 2011 22:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Fai bene in fondo...

 
Alle 18 marzo 2011 22:07 , Blogger mauve ha detto...

ELDA - A partire dal 16 giugno 2008 in poi ! Con le modalità che ti ho detto prima...ho un hard disk pieno di queste meravigliose preistoriche versioni dei pezzi attuali.

 
Alle 18 marzo 2011 22:09 , Blogger Alligatore ha detto...

Tienile da conto ...potrebbero uscire altri gioiellini ;)

 
Alle 18 marzo 2011 22:10 , Blogger mauve ha detto...

alberto: Sono comunque nate da improvvisazioni, alcune rimaneggiate e riviste più volte, altre lasciate quasi intatte.

 
Alle 18 marzo 2011 22:14 , Blogger Alligatore ha detto...

Ispirazione: dove trovate l’ispirazione?

 
Alle 18 marzo 2011 22:14 , Blogger Alligatore ha detto...

…A proposito di scrittura e ispirazione, mi ricordo quello che diceva Eddie Vedder: le idee migliori vengono nei momenti più inopportuni, quando non hai la possibilità di buttarle giù. Poi le dimentichi, e ti rimane il vago ricordo di una cosa grandissima....che rabbia.

 
Alle 18 marzo 2011 22:14 , Blogger mauve ha detto...

contaci! abbiamo un ricco catalogo di bootleg e booty :)

 
Alle 18 marzo 2011 22:14 , Blogger Alligatore ha detto...

Mai capitato? Girate con un quadernetto o un registratore?

 
Alle 18 marzo 2011 22:15 , Blogger Alligatore ha detto...

In parte avete già risposto prima ...

 
Alle 18 marzo 2011 22:16 , Blogger Alligatore ha detto...

A volte ci incrociamo ... ma non preoccupatevi, è il bello della diretta direbbe Minà ;)

 
Alle 18 marzo 2011 22:17 , Blogger mauve ha detto...

ELDA - Capita, spesso alle prove quando l'improvvisazione non era prevista. Ed è persa.
I luoghi delle mie idee sono la vasca da bagno al mattino ed il mio letto: per questo album mi capitava di alzarmi la notte e scrivere foglietti, che miracolosamente al mattino avevano ancora senso! Ri ascoltando le prove (sempre in cuffia, di notte) mi è successo di trovare la giusta melodia e mettermi a cantare con la testa sotto il piumone per non farmi sentire al piano di sopra, registrando sempre con la digitale: ho provato anche il telefono, che costa il doppio, ma non registra così bene.

 
Alle 18 marzo 2011 22:20 , Blogger Alligatore ha detto...

Vicini di casa fortunati a sentirsi l'anteprima del cd ;)

 
Alle 18 marzo 2011 22:22 , Blogger mauve ha detto...

...non è l'unico sound che elda concede al vicinato... ho amici pronti a giurare di averla sentita ringhiare...

 
Alle 18 marzo 2011 22:22 , Blogger Alligatore ha detto...

"The Night All Crickets Died" esce con la giovane label FaceLikeaFrogRecords. Chi sono? Come mai questa scelta?

 
Alle 18 marzo 2011 22:25 , Blogger mauve ha detto...

Matteo: Facelikeafrog è un progetto portato avanti da dei ragazzi di Verbania che credono moltissimo nella musica e nell'importanza di sostenere chi fa musica propria, questo è poco ma sicuro! Sarebbe stato davvero un peccato perdere l'occasione di lavorare con loro!

 
Alle 18 marzo 2011 22:26 , Blogger Alligatore ha detto...

Già, proprio a Verbania ... l'aria di lago fa bene.

 
Alle 18 marzo 2011 22:27 , Blogger mauve ha detto...

Elda: è umida
Alberto: fa bene
Matteo: fa bene essere umidi

 
Alle 18 marzo 2011 22:28 , Blogger Alligatore ha detto...

L'umidità è vita...

 
Alle 18 marzo 2011 22:29 , Blogger Alligatore ha detto...

Sembra il titolo di una bella canzone. L'inno della mia palude.

 
Alle 18 marzo 2011 22:29 , Blogger mauve ha detto...

ma gli alligatori spiaggiano, sul garda?

 
Alle 18 marzo 2011 22:30 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo, spiaggiano, spiaggiano ... colo con il caldo però ;)

 
Alle 18 marzo 2011 22:30 , Blogger Alligatore ha detto...

... scusate, solo con il caldo, ah, ah, ah!

 
Alle 18 marzo 2011 22:32 , Blogger Alligatore ha detto...

humidity is life ...

 
Alle 18 marzo 2011 22:32 , Blogger mauve ha detto...

:))

 
Alle 18 marzo 2011 22:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Continuando ...

 
Alle 18 marzo 2011 22:34 , Blogger mauve ha detto...

...sì?

 
Alle 18 marzo 2011 22:34 , Blogger Alligatore ha detto...

C’è una canzone in particolare che rappresenta meglio il mauve-sound?

 
Alle 18 marzo 2011 22:36 , Blogger mauve ha detto...

Alberto: siamo affezionati a tutti e 9 i pezzi...penso che tutte le canzoni ci rappresentino al meglio, ma se devo sceglierne una e tu hai una pistola che mi punta alla tempia, oppure ho un piede tra le tue mascelle, dico Black Dogs. :)

 
Alle 18 marzo 2011 22:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Stefy ... grazie.

 
Alle 18 marzo 2011 22:37 , Blogger mauve ha detto...

stefania parliamone...

 
Alle 18 marzo 2011 22:38 , Blogger Alligatore ha detto...

;)

 
Alle 18 marzo 2011 22:39 , Blogger mauve ha detto...

Matteo: io dico Hang/Over!

 
Alle 18 marzo 2011 22:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Black Dogs ... pezzo maledetto...l'ascolto ora.

 
Alle 18 marzo 2011 22:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Un pezzo che spacca la coda in coda.

 
Alle 18 marzo 2011 22:41 , Blogger mauve ha detto...

alberto: esatto, maledetto è la parola giusta

 
Alle 18 marzo 2011 22:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Hang/Over è molto filmico, da Van Sant...

 
Alle 18 marzo 2011 22:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma è tutto un album pieno di suggestioni.

 
Alle 18 marzo 2011 22:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Se “The Night All Crickets Died” fosse un concept-album su cosa sarebbe?

 
Alle 18 marzo 2011 22:44 , Blogger mauve ha detto...

grazie, sappiamo che sei un rettile cinefilo! hai visto il discorso del re(ttile)?

 
Alle 18 marzo 2011 22:45 , Blogger mauve ha detto...

Elda: perchè non lo è?

 
Alle 18 marzo 2011 22:45 , Blogger Alligatore ha detto...

No, mi sembra un film troppo classico per i miei gusti ... voi l'avete visto?

 
Alle 18 marzo 2011 22:46 , Blogger mauve ha detto...

Carlo: sarebbe sul tema della violenza

 
Alle 18 marzo 2011 22:46 , Blogger Alligatore ha detto...

Era riferito a IL discorso del re(ttile)...

 
Alle 18 marzo 2011 22:46 , Blogger mauve ha detto...

in tutte le sue sfaccettature

 
Alle 18 marzo 2011 22:46 , Blogger Alligatore ha detto...

Potrebbe esserlo...

 
Alle 18 marzo 2011 22:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah ... che ammucchiata di risposte ... altro che bello della diretta: un capolavoro della diretta.

 
Alle 18 marzo 2011 22:47 , Blogger mauve ha detto...

sì siamo anche andati tutti insieme al cinema e matteo è arrivato in ritardo. Ha visto il primo tempo seduto sul cestino dell'immondizia

 
Alle 18 marzo 2011 22:48 , Blogger Alligatore ha detto...

Deve essere stato un film trash per lui allora...

 
Alle 18 marzo 2011 22:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Portando l'ordine nel caos: è un concept sulla violenza, in tutte le sue sfacettature... tema attuale più che mai.

 
Alle 18 marzo 2011 22:51 , Blogger mauve ha detto...

certo, più attuale che mai. un dolore sordo, prossimo ad un silenzio di kaurismakiana atmosfera

 
Alle 18 marzo 2011 22:53 , Blogger Alligatore ha detto...

E allora passiamo al virtuale.

 
Alle 18 marzo 2011 22:53 , Blogger Alligatore ha detto...

Con Internet avete sempre un ottimo rapporto? … come siete presenti?

 
Alle 18 marzo 2011 22:55 , Blogger mauve ha detto...

ELDA: quasi in tutti i formati possibili...esculdendo un sito web tutto nostro perchè..ehm... non siamo capaci di gestirlo e ci dimentichiamo di pagare la quota di registro del dominio...

 
Alle 18 marzo 2011 22:55 , Blogger Alligatore ha detto...

;)

 
Alle 18 marzo 2011 22:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Facebook vi ha toccati o lasciati indifferenti? Ci siete?

 
Alle 18 marzo 2011 22:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Visto il film?

 
Alle 18 marzo 2011 22:58 , Blogger mauve ha detto...

ELDA: Ci siamo. Come pagina del gruppo, come persone solo io e Carlo. Il mio utilizzo è molto legato al gruppo, non ne faccio quasi mai un uso del tutto personale... è una vetrina utile per informare i nostri contatti, non di certo per farci notare nel marasma di utenti e pagine. Non ho visto il film: me lo consigli tu che sei un rettile cinefilo?
Detto tra noi, questo social network ha iniziato a stancare, da tre anni sono iscritta e sono diventata insofferente. Posso assicurare che quasi tutti gli amici che ho sono persone con cui ho un rapporto vero, che non posso frequentare a causa delle distanze chilometriche. Di amici non ne ho molti: periodicamente mi trasformo in killer e ne elimino un po'! Sono anche spietata: di alcune persone ho scelto di non vedere più i post.

 
Alle 18 marzo 2011 23:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Il film lo consiglio assolutamente ... non è semplicemente il film su Facebook, ma molto di più. Su ciò che siamo diventati. Ma divagherei troppo. Andatelo a vedere, e mi raccomando: tutti puntuali ;)

 
Alle 18 marzo 2011 23:01 , Blogger Alligatore ha detto...

Facebook ... come socialinetwork chissà quanto ancora durerà. Mi dispiace per myspace, ridotto così male ...

 
Alle 18 marzo 2011 23:02 , Blogger mauve ha detto...

Matteo: ...su quello che SIETE diventati...

 
Alle 18 marzo 2011 23:02 , Blogger mauve ha detto...

Matteo: ...su quello che SIETE diventati...

 
Alle 18 marzo 2011 23:02 , Blogger mauve ha detto...

Matteo: ...su quello che SIETE diventati...

 
Alle 18 marzo 2011 23:03 , Blogger mauve ha detto...

elda: ha cercato di assomigliare a facialbook e si è snaturato

 
Alle 18 marzo 2011 23:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Matteo, intedevo la nosta società, sul neoliberismo ... lo so, diciamo su quello che "sono" diventati e vogliono farci diventare... discorso lungo.

 
Alle 18 marzo 2011 23:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Meglio tornare al territorio ...

 
Alle 18 marzo 2011 23:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Vivete a Verbania e dintorni, sul lago Maggiore. Ritenete sia un bene per la vostra attività di musicisti? O sarebbe meglio vivere in una grande città? … o indifferente?

 
Alle 18 marzo 2011 23:05 , Blogger mauve ha detto...

;-)

 
Alle 18 marzo 2011 23:07 , Blogger mauve ha detto...

MAtteo: diciamo che come disposizione logistica Verbania non è il massimo.
Il lago ha molti innegabili pregi, che però sono più paesaggistici che non musicali. Vivere in una grande città sarebbe strategicamente molto meglio ma... proprio non mi ci vedo...

 
Alle 18 marzo 2011 23:09 , Blogger Alligatore ha detto...

Avete contatti con altri artisti della vostra città o regione? Di altre?

 
Alle 18 marzo 2011 23:10 , Blogger mauve ha detto...

Carlo: una grande città offrirebbe molti più contatti con altri gruppi, locali, etc.. forse però il nostro isolamento è parte integrante del nostro fare musica "selvatica"! :D

 
Alle 18 marzo 2011 23:12 , Blogger Alligatore ha detto...

Musica d'acqua dolce...

 
Alle 18 marzo 2011 23:12 , Blogger mauve ha detto...

Matteo: certo la realtà musicale di Verbania è forse poco nota ma piuttosto vivace. C'è del buono insomma! dei nomi? King suffy generator, Leo Minor, Groundfloor, Electric 69, Mu tra i nostri preferiti..

 
Alle 18 marzo 2011 23:15 , Blogger Alligatore ha detto...

Copertina e artwork molto interessante, con questi colori vivi, quasi come un Pollock. Leggo invece che è opera di Eva Mu.

 
Alle 18 marzo 2011 23:16 , Blogger Alligatore ha detto...

Come mai questa scelta? Due parole su Eva Mu le vogliamo dire?

 
Alle 18 marzo 2011 23:18 , Blogger mauve ha detto...

Alberto: Si è un'artista locale che abbiamo conosciuto l'anno scorso. Ci è piaciuto molto il suo stile e così le abbiamo chiesto di improvvisare la copertina del disco per noi

 
Alle 18 marzo 2011 23:20 , Blogger mauve ha detto...

Matteo: che dire, come non innamorarsi subito e immediatamente di una ragazza il cui nome è all'origine di tutto e il cui cognome è così svizzero da sembrare un muggito...

 
Alle 18 marzo 2011 23:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Già, la natura, l'arte, la vita ...un saluto ad Eva Mu.

 
Alle 18 marzo 2011 23:22 , Anonymous Anonimo ha detto...

Grazie Mauve, grazie Ally.
Eva Mu

 
Alle 18 marzo 2011 23:23 , Blogger mauve ha detto...

La salutiamo anche noi... in questo momento è nel suo atelier "la stalla" presso bosco gurin..

 
Alle 18 marzo 2011 23:23 , Blogger mauve ha detto...

ah ma a bosco gurin c'è anche il wifi?

 
Alle 18 marzo 2011 23:24 , Anonymous Anonimo ha detto...

:*
Eva MU

 
Alle 18 marzo 2011 23:25 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Eva, un bacio anche a te...

 
Alle 18 marzo 2011 23:25 , Blogger mauve ha detto...

kisses eva! :)

 
Alle 18 marzo 2011 23:25 , Blogger Alligatore ha detto...

Bello questo...

 
Alle 18 marzo 2011 23:26 , Blogger Alligatore ha detto...

Continuando ...

 
Alle 18 marzo 2011 23:26 , Blogger Alligatore ha detto...

Com’è la vita del giovane musicante indipendente? Come si riesce “a fare l’artista” e nel contempo vivere una vita “borghese”, con lavori e menate varie?

 
Alle 18 marzo 2011 23:27 , Blogger Alligatore ha detto...

Pochi, pochissimi, nell’alternative italico vivono di musica …voi?

 
Alle 18 marzo 2011 23:28 , Blogger mauve ha detto...

Carlo: guarda.. siamo un bancario (matteo), uno storico della resistenza, un bottegaio e una radio star killed by video.. tra part time e tempi pieni ogni giorno facciamo la nostra porca fatica..

 
Alle 18 marzo 2011 23:29 , Blogger Alligatore ha detto...

Però, siete ben assortiti come lavori ...

 
Alle 18 marzo 2011 23:31 , Blogger mauve ha detto...

pensa che il nostro fonico fa il marmista..pensa che tatto!

 
Alle 18 marzo 2011 23:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Esperto di suoni ...hard-rock direi.

 
Alle 18 marzo 2011 23:33 , Blogger Alligatore ha detto...

Il primo disco/cassetta della vostra vita?...quello acquistato, intendo.

 
Alle 18 marzo 2011 23:34 , Blogger mauve ha detto...

ELDA: e ricevuto in regalo su esplicita richiesta? In questo caso il doppio LP the Wall - nel 1984 avevo visto il film di Alan Parker e tormentai i miei genitori con la "canzone dei martelli". A seguire i miei gusti sono peggiorati, scivolando sulle cassette di Madonna, Queen e...gli Scorpions di Wind of Change. Il primo acquisto con i miei soldini risale alla seconda media: che vergogna, i Guns n Roses, le due cassette di Use Your Illusion.

 
Alle 18 marzo 2011 23:35 , Blogger mauve ha detto...

Matteo: cassettina di "Blues" di Zucchero comprata dall'Arena (il negozio di dischi locale)

 
Alle 18 marzo 2011 23:35 , Blogger mauve ha detto...

Carlo: parklife blur

 
Alle 18 marzo 2011 23:36 , Blogger mauve ha detto...

Alberto: Dookie dei Green day

 
Alle 18 marzo 2011 23:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché fate musica? Per liberarvi dai demoni interiori? Per essere amati? Perché vi piace?

 
Alle 18 marzo 2011 23:38 , Blogger mauve ha detto...

ELDA: Non credo che i miei vicini mi amino. I miei genitori accettano, ma di certo non apprezzano. I miei demoni un po' si placano e tutto quello che rappresenta il gruppo e ciò che lo riguarda mi piace molto. Posso dirti perchè ho iniziato? Un chitarrista metallaro che assomigliava a Lars Ulrich dei Metallica. Non mi ha mai considerata, era molto più grande di me e fidanzatissimo: poco tempo fa ci siamo fatti un sacco di risate. Ma che gusti terribili avevo...

 
Alle 18 marzo 2011 23:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Però, che scoop...

 
Alle 18 marzo 2011 23:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Il disco esce oggi per un caso o è voluto? Come lo presenterete in giro per l’Italia?

 
Alle 18 marzo 2011 23:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Avete già fatto qualche concerto, se non sbaglio.

 
Alle 18 marzo 2011 23:40 , Blogger mauve ha detto...

Alberto: sicuramente è un modo per liberare i demoni interiori e non pensare a tutto il resto...tra tutti, chi più chi meno, abbiamo delle vite abbastanza incasinate... e la nostra musica certamente ci dà una grossa mano

 
Alle 18 marzo 2011 23:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Il concerto con i miei amici Lucertulas come è andato? Avete spaccato?

 
Alle 18 marzo 2011 23:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Scusate l'intreccio ... c'è qualcuno che vuole aggiungere qualcosa sui demoni?

 
Alle 18 marzo 2011 23:42 , Blogger Alligatore ha detto...

... sul perchè fate musica?

 
Alle 18 marzo 2011 23:42 , Blogger mauve ha detto...

Noi abbiamo spaccato.. loro erano a casa con la febbre purtroppo..:/

 
Alle 18 marzo 2011 23:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Mi spiace ...

 
Alle 18 marzo 2011 23:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Però voi avete spaccato ... il palco era tutto per voi. Avete presentato il nuovo cd?

 
Alle 18 marzo 2011 23:44 , Blogger mauve ha detto...

CARLO: abbiamo suonato quasi tutti i pezzi del nuovo disco più qualche "sempreverde"

 
Alle 18 marzo 2011 23:48 , Blogger Alligatore ha detto...

La scelta dell'uscita è casuale?

 
Alle 18 marzo 2011 23:49 , Blogger mauve ha detto...

Matteo: si è casuale..

 
Alle 18 marzo 2011 23:50 , Blogger Alligatore ha detto...

Una domanda che non vi ho fatto, una risposta e poi tutti a nanna …

 
Alle 18 marzo 2011 23:51 , Anonymous Anonimo ha detto...

Muuu!
Eva Mu

 
Alle 18 marzo 2011 23:53 , Blogger mauve ha detto...

matteo: perchè gli alligatori non sono malva? Perchè il mondo non è blu come un arancio (P. Eluard)

Alberto: Maria Schneider ci mancherai

 
Alle 18 marzo 2011 23:54 , Blogger Alligatore ha detto...

Belle frasi, non di circostanza ... anche quella di Eva, che ci sta ancora seguendo...

 
Alle 18 marzo 2011 23:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Anche ora che l'intervista volge al termine.

 
Alle 18 marzo 2011 23:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie Mauve, grazie Eva Mu, grazie Stefania ...

 
Alle 18 marzo 2011 23:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Come è andata? Finita la a vodka?

 
Alle 19 marzo 2011 00:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Ubriachi?

 
Alle 19 marzo 2011 00:03 , Blogger Alligatore ha detto...

... e allora buonanotte e buonafortuna Mauve!
Caduti nel lago?

 
Alle 19 marzo 2011 00:04 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ciao Ally, ciao Mauve. Dove siete finiti?
*EVA MU*

 
Alle 19 marzo 2011 00:05 , Blogger mauve ha detto...

abbiamo ancora un asso nella manica..anzi un asse

http://youporn.com/watch/100269/fuck-on-stage-music-ass-boobs-guitar/?from=related3&al=2&from_id=30287&pos=1

 
Alle 19 marzo 2011 00:06 , Blogger mauve ha detto...

grazie di tutto buonanotte! :D
smack

 
Alle 19 marzo 2011 00:08 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma è un asso porn! ...andiamo a vedere. Grazie Mauve, ciao Eva, ciao Stefy.

 
Alle 19 marzo 2011 08:36 , Anonymous and ha detto...

Arrivo solo ora e rivolgo il mio umido in bocca al lupo ai Mauve!

(tra l'altro nei giorni scorsi, ero sullo stesso loro lago, ma in cima cima)

 
Alle 19 marzo 2011 14:16 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao And, credo che i Mauve ne saranno felici: passare dall'umida bocca dell'Alligatore a quella del Lupo e via di questo passo, di bocca in bocca ;) ... sempre in giro per laghi tu.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page