sabato 27 giugno 2009

LIBRI: Zona del silenzio, fumetto su Aldro, ragazzo

È un caso ancora giuridicamente aperto (la sentenza di primo grado è attesa a giorni), ma ampiamente discusso sui media, grazie al coraggio di alcuni giornalisti e ad un blog, quello della mamma del ragazzo morto, Federico Aldrovandi, Aldro per gli amici.
Il libro ripercorre quei giorni tristi, seguendo il giornalista che indaga assieme ad uno studente. È l’Italia di qualche anno fa quella ritratta in questo fumetto, con i personaggi disegnati come animali, alla maniera del capolavoro Art Spiegelman.
E questo Zona del silenzio è un piccolo capolavoro di gusto e misura. Unisce ad un tratto sporco, tipo certi fumetti alla Frigidaire, un racconto lineare, di cronaca italica ben conosciuto. Val la pena ripassarlo.
ALTRE INFO DIRETTAMENTE DAL SITO DI MINIMUM FAX
Zona del silenzio

Etichette: , , , , , , , , , , , , ,

13 Commenti:

Alle 28 giugno 2009 11:33 , Blogger Lucien ha detto...

Una vicenda inquietante. Anche per tutti coloro (come il sottoscritto) che hanno figli adolescenti. Non so se riuscirò a leggerlo; questa storia l'ho seguita sui giornali fin dall'inizio e mi ha fatto stare veramente male.

 
Alle 28 giugno 2009 12:32 , Anonymous and ha detto...

Una storia davvero bestiale...e io non riesco nemmeno ad immaginare come si possano sentire i suoi genitori vista la cappa di silenzio intorno alla vicenda. e tutta una serie di falsità sulla vicenda, poi smentite in sede processuale.

 
Alle 28 giugno 2009 13:09 , Blogger Alligatore ha detto...

@Lucien
Concordo con te: una vicenda inquietante. Non ho figli, però appartengo alla razza umana, per dirla come quel genio. Quindi la partecipazione ad un dramma umano la sento lo stesso. Ne consiglio la lettura.
@and
Concordo con te: una storia davvero bestiale. La mamma ha fatto un blog, riuscendo a rompere quella cappa. Qui sta l'importanza di certi blog, che sanno superare la sindrome dello sguardo sul proprio ombelico e dintorni. Anche per questo la lettura di questo fumetto (il termine graphic novel mi sta sulle palle) per noi blogger è importante.

 
Alle 28 giugno 2009 22:07 , Blogger Gatta bastarda ha detto...

conosco la storia di aldro grazie ad alcuni blog... mi sa che prenderò il fumetto. grazie alligatore!

 
Alle 28 giugno 2009 23:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie a te di essere passata di qua amica mia, era da un bel pezzo... Già, i blog sono stati molto importanti in questa storia.

 
Alle 29 giugno 2009 08:47 , Anonymous and ha detto...

E ieri è pure morta la compagna di Bianzino, un altro dei morti che graveranno sulla coscienza di molti.

 
Alle 29 giugno 2009 14:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Altra brutta storia italica...

 
Alle 29 giugno 2009 16:32 , Blogger La Mente Persa ha detto...

Lo hanno ucciso nel quartiere dove abitavo, anni fa, a Ferrara.
I genitori non si sono arresi facendo emergere gli insabbiamenti vergognosi da parte delle forze dell'ordine.

Anche una donna ha infierito sul corpo di quel ragazzo. Non ho figli ma neppure io capisco come una potenziale madre possa compiere gesti simili.
gio

ps.:Grazie per i magnifici auguri.

 
Alle 29 giugno 2009 18:31 , Anonymous Pecorella Scompiglio ha detto...

Acquistato! Ora aspetto con impazienza il suo arrivo nella cassetta della posta.
Grazie Ally!

 
Alle 29 giugno 2009 21:28 , Blogger Alligatore ha detto...

@LaMentePersa
A suo tempo ho seguito il caso sui giornali, ma ho la memoria di pasta frolla, quindi non ricordo se tra gli incriminati ci siano donne. Quello che ricordo è che è stato un caso esemplare dell'Italia del nuovo millennio. Spero venga presto risolto, senza ombre e non si debba aspettare secoli (come nei casi esemplari dello scorso secolo).
Per gli auguri, ne hai avuti anche di più belli, pure una poesia personalizzata.
@Pecorella
Grazie a te. Ora minimum fax non potrà più ignorare i miei manoscritti...era negli accordi.
p.s. Grazie pure per il saluto on air di sabato scorso.

 
Alle 30 giugno 2009 16:21 , Blogger La Mente Persa ha detto...

Un'indigata era una poliziotta.

 
Alle 30 giugno 2009 18:46 , Blogger Rosalita is Out Tonight! ha detto...

Non ricordo nulla, ma penso che mi leggerò il libro, ciao Luka

 
Alle 6 luglio 2009 21:22 , Blogger Marte ha detto...

e oggi la giustizia si è ripresa forse un pò di spazio.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page