giovedì 12 giugno 2008

Intervista ai Lop-Sided


A guardare la foto non diresti che si apprestano a fare un’intervista. Troppo rilassati e divertiti per farla. Sì, certo, le interviste in diretta sul blog le puoi fare in pigiama, in mutande o anche senza niente, ma un minimo di decenza ci vuole. O no?
I Lop-Sided, giovane gruppo veneziano di belle speranze, con un cd autoprodotto pronto ad uscire il prossimo 25 giugno (ALTeRED, musica per un cartone animato alla Tim Burton), risponderanno (spero) a questa e ad altre domande più tecniche. Dovrebbero esserci quasi tutti e sei a partire da Rebecca, la voce incantatrice della band. E poi Luca, Antonio, Emanuele, Matteo, Duccio, accompagnati dall’amica nonché ufficio stampa efficientissimo Press Sheep …
Ma chi sono i Lop-Sided e cosa vogliono da noi? Saranno loro a dircelo. Per quanto mi riguarda, dall’ascolto di questo loro ALTeRED, “biglietto da visita” composto di quattro pezzi e un breve video del backstage in studio, ho sentito vibrazioni intense, trame sonore avvolgenti e dark, arrangiamenti sontuosi … ma comincio a sbrodolare. Meglio sentire loro.
Siete pronti?

Etichette: , , , , , , , , ,

260 Commenti:

1 – 200 di 260 Nuovi› Più recenti»
Alle 12 giugno 2008 21:31 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luca: Ciao Ally!

 
Alle 12 giugno 2008 21:31 , Anonymous Teo ha detto...

Ciao a tutti.

 
Alle 12 giugno 2008 21:31 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ally... spero che il pigiama sia un riferimento puramente casuale!
Press Sheep è qui!

 
Alle 12 giugno 2008 21:32 , Anonymous Anonimo ha detto...

Rebi: Ciao Ally, pronti!!!

 
Alle 12 giugno 2008 21:33 , Anonymous Teo ha detto...

Tutti pronti?

 
Alle 12 giugno 2008 21:33 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao a tutti. Ci siete tutti? Per Press Sheep: il piagiama l'ho pensato prima che lo mettessi tu ...

 
Alle 12 giugno 2008 21:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

lele: ciao a tutti!!!!!!

 
Alle 12 giugno 2008 21:35 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luca: io ero ancora in abiti da lavoro, ma quasi quasi vado a prendermi il PISOLONE

 
Alle 12 giugno 2008 21:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Piagiama, sì, o pisolone ...allora comincio. Chi sono i Lop-Sided?

 
Alle 12 giugno 2008 21:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ally, prendi in zampa la situazione... :)

 
Alle 12 giugno 2008 21:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

Duccio: ciao a tutti !

 
Alle 12 giugno 2008 21:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

Duccio: Siamo noi

 
Alle 12 giugno 2008 21:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Sembra la partenza della F1 ...

 
Alle 12 giugno 2008 21:37 , Anonymous Teo ha detto...

Gente strana

 
Alle 12 giugno 2008 21:38 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luca: 6 persone che cercano di divertirsi componendo musica, una valida alternativa ai corsi di cucito e ricamo.

 
Alle 12 giugno 2008 21:38 , Blogger banny ha detto...

eccomi, ciao a tutti

 
Alle 12 giugno 2008 21:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Banny

 
Alle 12 giugno 2008 21:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

Rebi: ciao bani!

 
Alle 12 giugno 2008 21:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché questo curioso nome composto?

 
Alle 12 giugno 2008 21:41 , Anonymous Anonimo ha detto...

Duccio: Il vero significato si perde nella notte dei tempi, sembra sia stata una delle formule magiche usate da sciamani per invocare un non ben definito spirito.

 
Alle 12 giugno 2008 21:41 , Anonymous Anonimo ha detto...

Rebi: Lop-sided è il titolo di un nostro brano molto vecchio, significa sbilanciato, sbilenco, assimetrico… come definizione ci è sembrata appropriata alla nostra musica, è piaciuto a tutti e da qui il nome

 
Alle 12 giugno 2008 21:42 , Anonymous Teo ha detto...

Duccio: il nostro guru

 
Alle 12 giugno 2008 21:44 , Blogger banny ha detto...

suspence

 
Alle 12 giugno 2008 21:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Anche nel processo creativo dello scrivere c’è questo mistero sbilenco? Come nasce una vostra canzone? Prima la musica o prima le parole?

 
Alle 12 giugno 2008 21:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

Reby: normalmente i nostri brani escono dopo un lungo periodo di invecchiamento, come il buon vino. Solitamente viene stesa un’atmosfera, una prima bozza. Dopodiché si passa giorno dopo giorno a impreziosire e a raffinare. Su questa prima bozza viene anche improvvisato un testo. Tutto rimane a macerare per un po’.

 
Alle 12 giugno 2008 21:46 , Blogger banny ha detto...

sicuramente le canzoni vengono prodotte in modo "lop-sided"

 
Alle 12 giugno 2008 21:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luca: Anche se è già capitato, difficilmente i nostri pezzi li concludiamo in tempi brevi. Abbiamo bisogno di ascoltarlo più e più volte anche a distanza di molto tempo. Infatti di solito ci dedichiamo a più brani contemporaneamente, e se l’idea di un pezzo continua a trasmetterci buone vibrazioni continuiamo a lavorarci. Fondamentale a mio avviso è la possibilità di poter registrare tutto in tracce separate.

 
Alle 12 giugno 2008 21:47 , Anonymous Anonimo ha detto...

Lele: Nascono da un base musicale, il più delle volte ideata da Luca e Rebecca, alla quale poi ognuno aggiunge del suo.

 
Alle 12 giugno 2008 21:47 , Anonymous Anonimo ha detto...

Duccio: Entrambi, la musica stimola le parole e il significato delle parole influenza la musica.

 
Alle 12 giugno 2008 21:48 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ciao

 
Alle 12 giugno 2008 21:49 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luca e Rebi: ciao al nuovo arrivato

 
Alle 12 giugno 2008 21:49 , Blogger banny ha detto...

ciao anonimo :o)

 
Alle 12 giugno 2008 21:50 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao, chi sei?

 
Alle 12 giugno 2008 21:50 , Anonymous Teo ha detto...

Credo che l'anonimo sia mio fratello....

 
Alle 12 giugno 2008 21:51 , Anonymous Anonimo ha detto...

il nuovo arrivato è in cucina

Anche quest'anno a Rossano!
E' un occasione per presentare canzoni nuove?

 
Alle 12 giugno 2008 21:52 , Anonymous Teo ha detto...

He, chi lo sa, lasciamo un velo di mistero...l'importante è esserci

 
Alle 12 giugno 2008 21:53 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luca: rispetto a l'anno scorso, sicuramente si!

 
Alle 12 giugno 2008 21:53 , Blogger Alligatore ha detto...

Ritornando alle canzoni, come sono nate quelle del vostro recente ep?

 
Alle 12 giugno 2008 21:54 , Anonymous Teo ha detto...

è stata una lunga gestazione

 
Alle 12 giugno 2008 21:55 , Anonymous Anonimo ha detto...

... questa sera mancano i riferimenti ambigui di G. ...

 
Alle 12 giugno 2008 21:55 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luca: Avevamo molti brani, abbiamo fatto una cernita chiedendo parere agli amici e alle persone a noi vicine che ci hanno accompagnato e che ancora continuano a supportarci (e sopportarci). Inoltre tutti i pezzi erano stati suonati parecchie volte dal vivo quindi potevamo appoggiarci anche alle reazioni del pubblico.

 
Alle 12 giugno 2008 21:55 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ci sono, ci sono ...
G

 
Alle 12 giugno 2008 21:55 , Anonymous Teo ha detto...

G?

 
Alle 12 giugno 2008 21:56 , Anonymous Teo ha detto...

Ciao G!

 
Alle 12 giugno 2008 21:57 , Blogger banny ha detto...

una per noi non era ancora nata, ed alla fine si è dimostrata una piacevole sorpresa :o)

 
Alle 12 giugno 2008 21:57 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ciao Teo ...
Ally, è vero che quando intervisti sei nudo?
G

 
Alle 12 giugno 2008 21:58 , Anonymous Teo ha detto...

Apperò...

 
Alle 12 giugno 2008 21:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Scema … hai mai visto un alligatore vestito?

 
Alle 12 giugno 2008 21:59 , Anonymous Anonimo ha detto...

Rebi Ciao G.

 
Alle 12 giugno 2008 21:59 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mmmmmmmmmm
Anzi, dovrei dire beeeeeeeee! :)

 
Alle 12 giugno 2008 21:59 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ciao Rebi
E voi ragazzi, come siete messi.
G

 
Alle 12 giugno 2008 22:00 , Anonymous Teo ha detto...

Si al circo.

 
Alle 12 giugno 2008 22:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Ricomponimoci, mi chiudono il blog

 
Alle 12 giugno 2008 22:01 , Anonymous Anonimo ha detto...

Intendevo, siete vestiti, pigiama, tutti insieme?
G

 
Alle 12 giugno 2008 22:02 , Blogger Alligatore ha detto...

Hem ...Anche il titolo dell’ep è curioso… da dove nasce?

 
Alle 12 giugno 2008 22:02 , Anonymous Teo ha detto...

Io sono a casa davanti al pc.

 
Alle 12 giugno 2008 22:02 , Blogger banny ha detto...

io li vedo spesso... http://www.auralfixation.net/da/gator1.jpg

 
Alle 12 giugno 2008 22:02 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luca: No io ho preso il pisolone....

 
Alle 12 giugno 2008 22:02 , Anonymous Anonimo ha detto...

Vorrei chiedervi se la vostra musica lascia spazio all'improvvisazione, soprattutto dal vivo, o se è molto "dogmatica", segue un ben preciso schema deciso a priori.

 
Alle 12 giugno 2008 22:03 , Anonymous Anonimo ha detto...

Rebi: Altered… perché ha a che fare con la percezione alterata della realtà e dell’identità e quest’idea di fondo è presente in forma diversa in tutti i pezzi

 
Alle 12 giugno 2008 22:03 , Anonymous Anonimo ha detto...

Per fotuna siamo ognuno a casa propria... :)

 
Alle 12 giugno 2008 22:04 , Anonymous Teo ha detto...

Non ditelo agli altri, ma io improvviso sempre...bani lo sa...ogni tanto escono anche i Deep Purple

 
Alle 12 giugno 2008 22:06 , Blogger banny ha detto...

gli spazi ci sono, ma sono molto sottili. ed il bello è cercarli :o)

 
Alle 12 giugno 2008 22:06 , Anonymous Anonimo ha detto...

Rebi: l'improvvisazione c'è, ma in fase "costruttiva" dei pezzi. Il tutto poi è rielaborato finchè il pezzo non prende forma... nel live c'è poco spazio per l'improvvisazione!

 
Alle 12 giugno 2008 22:07 , Anonymous Teo ha detto...

La pensiamo tutti nello stesso modo, bene!

 
Alle 12 giugno 2008 22:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Sono impressionato dall'immagine dell'Alligatora vestita

 
Alle 12 giugno 2008 22:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

Certo Ally, tu la preferivi nuda
G

 
Alle 12 giugno 2008 22:08 , Blogger banny ha detto...

positivamente spero :)

 
Alle 12 giugno 2008 22:08 , Anonymous Teo ha detto...

Ahahahahha

 
Alle 12 giugno 2008 22:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

è il tuo tipo?!
Un po' troppo "secca" forse...

 
Alle 12 giugno 2008 22:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

Capisco. Ma la vostra scelta di nome e genere, ossia questa volta spinta verso lo sbilanciato, il non definito, non va contro a un'esibizione definita, "sempre quella"? O meglio, non trova una migliore realizzazione in un live in cui ogni componente porta il proprio backgroud, a formare un mix che nel suo insieme è omogeneo, ma se preso singolarmente sembra slegato? Non sarebbe davvero sbilanciato questo?

 
Alle 12 giugno 2008 22:10 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luca: Ally....hai trovato l'amichetta!

 
Alle 12 giugno 2008 22:11 , Blogger banny ha detto...

bingo....

 
Alle 12 giugno 2008 22:11 , Blogger Alligatore ha detto...

Me la sogno questa notte

 
Alle 12 giugno 2008 22:11 , Anonymous Teo ha detto...

"...ogni componente porta il proprio backgroud..." lo senti come ha detto la rebi in fase produttiva, di composizione, dal vivo è l'impatto con le proprie parti che cambia sempre...oltre che fare i Deep Purple x sbaglio....

 
Alle 12 giugno 2008 22:12 , Blogger banny ha detto...

infatti e la grandissima differenza di backgroud musicale che porta al nuovo...

 
Alle 12 giugno 2008 22:12 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ally... secondo me l'hai trovata un po' tardi... troppo tardi... ma non per questo voglio infrangere i tuoi sogni d'amore... per non dire d'altro :)

 
Alle 12 giugno 2008 22:13 , Blogger Alligatore ha detto...

Nella vostra discografia leggo di una raccolta di musica elettronica improvvisata, di un promo di
5 brani autoprodotti e ora questo ALTeRED. Dietro queste scelte originali c’è un’orgogliosa idea di produzione autarchica? Una questione di totale libertà?

 
Alle 12 giugno 2008 22:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

Rebi: ogni live è diverso dall'altro, alle volte anche come intensità/dolcezza del sound. Non penso che la musica sia una cosa da fare in modo programmatico... del tipo mi chiamo COSI' e devo fare o suonare COSI'. E' una cosa che esce in modo spontaneo e poi prende pian piano una sua forma

 
Alle 12 giugno 2008 22:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ok teo. Ma prima non era stato detto che viene fatta una base sulla quale gli altri creano le varie parti? Non è limitante questo? Oppure la base è la spina dorsale dei vostri pezzi?

 
Alle 12 giugno 2008 22:15 , Anonymous Anonimo ha detto...

Lele: è bello poter avere libertà assoluta soprattutto di questi tempi in cui i prodotti discografici sono parecchio simili tra loro e mirati a vendere il più possibile.

 
Alle 12 giugno 2008 22:16 , Anonymous Teo ha detto...

Dipende come vedi le cose, a volte può sembrare limitante, altre volte il bello è proprio giocare con le sfumature, come un quadro impressionista

 
Alle 12 giugno 2008 22:17 , Anonymous Anonimo ha detto...

e anche il fatto che non abbiamo un etichetta!

 
Alle 12 giugno 2008 22:17 , Blogger Alligatore ha detto...

Cinque uomini e una donna… ci vorrebbero le quote rosa anche nella giovane musica italiana oppure le donne sono ben rappresentate secondo voi?

 
Alle 12 giugno 2008 22:17 , Blogger banny ha detto...

il tutto nasce da una base (qui si può usare la doppia interpretazione della parola). pero poi tutto l'insieme e molto personale.

 
Alle 12 giugno 2008 22:18 , Anonymous Anonimo ha detto...

5 uomini e 1 donna, Ally la cosa si fa interessante ...
G

 
Alle 12 giugno 2008 22:18 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luca: una domanda alla volta....la base è il tappeto...poi c'è una notevole parte suonata che di volta in volta cambia, ma non facciamo jazz per cui costruito il brano, non si può stravolgerlo totalmente...perchè sarebbe un' altra canzone

 
Alle 12 giugno 2008 22:18 , Anonymous Teo ha detto...

Come sostiene la chitarrista dei “The Blake Babies” gruppo punk-rock degl’anni 80, in un’intervista inserita nel libro: “The Electric Guitar” di Andrè Millard, è una questione genetica che le donne siano meno capaci degli uomini nella musica, testualmente dice: “ci manca un ormone, forse”, di mio non ho mai visto un gruppo di ragazze escluse da un festival o da un locale solo per il fatto di essere donne...

 
Alle 12 giugno 2008 22:19 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luca: mah, che sia uomo o donna non ha importanza. L’importante è che si respiri buona musica, indipendentemente da sesso, cultura e religione.

 
Alle 12 giugno 2008 22:19 , Anonymous Anonimo ha detto...

G. ma lo sai che con Ally le cose sono sempre interessanti!

 
Alle 12 giugno 2008 22:20 , Anonymous Anonimo ha detto...

Duccio: Se si potesse fare 5 donne e un 1 uomo, non sarebbe male

 
Alle 12 giugno 2008 22:20 , Anonymous Anonimo ha detto...

ahahahahaah

 
Alle 12 giugno 2008 22:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Anonima, lo so chi sei ...quanto a G. le ho lanciato un virus invalidante, non ci seccherà più.

 
Alle 12 giugno 2008 22:21 , Anonymous Teo ha detto...

Con tutti sti anonimi non mi capisco più!

 
Alle 12 giugno 2008 22:22 , Blogger Alligatore ha detto...

Anonimi veneziani?

 
Alle 12 giugno 2008 22:22 , Anonymous Anonimo ha detto...

Rebi: ma chi è G.?

 
Alle 12 giugno 2008 22:22 , Anonymous Teo ha detto...

Nooooooo, povero G....

 
Alle 12 giugno 2008 22:23 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ci sono a ancora a seccare le bale a Ally
G

 
Alle 12 giugno 2008 22:24 , Anonymous Anonimo ha detto...

G. è il nostro PUNTO di riferimento :)

 
Alle 12 giugno 2008 22:24 , Blogger Alligatore ha detto...

Dalle mia parti si dice piocioso, traducibile in pidocchioso, che però non rende l'idea

 
Alle 12 giugno 2008 22:24 , Anonymous Teo ha detto...

Grande G in the sky with diamons

 
Alle 12 giugno 2008 22:25 , Blogger banny ha detto...

ano..malie...

 
Alle 12 giugno 2008 22:25 , Blogger Alligatore ha detto...

Il punto G, scusate la battuta alla Abatantuono

 
Alle 12 giugno 2008 22:26 , Anonymous Anonimo ha detto...

Grazie Ally, mai nessuno come te
G

 
Alle 12 giugno 2008 22:26 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ho sentito teo citare un critico musicale: la vostra formazione cultura quanto influisce nella vostra produzione? Intendo: avete tutti una formazione letteraria o siete molto variegati? E quanto questo influenza la vostra musica?
P.S: alligatore è un'intervista seria o solo uno scambio di battute tra amici?

 
Alle 12 giugno 2008 22:26 , Blogger Alligatore ha detto...

Che rapporto avete con Internet da musicanti?

 
Alle 12 giugno 2008 22:27 , Blogger Alligatore ha detto...

Scusa anonimo, ma chi sei? Poi rispondiamo con calma

 
Alle 12 giugno 2008 22:28 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sono Riccardo Bertoncelli.

 
Alle 12 giugno 2008 22:29 , Blogger banny ha detto...

quando si riesce a trovare i canali giusti, un bellissimo rapporto

 
Alle 12 giugno 2008 22:29 , Anonymous Anonimo ha detto...

La mia risposta deriva da un libro che ho usato per la mia tesi. Per quanto mi riguarda ascolto musica sin da piccolo visto che mio papà aveva una radio "libera". Sono nato con i Dire Strait...e cerco di portare tutto questo nella musica che faccio.

 
Alle 12 giugno 2008 22:30 , Anonymous Anonimo ha detto...

Lele: internet è il luogo migliore dove cercare musica, offre vasti orizzonti, dai grandi nomi al piccolo gruppetto di provincia, in cui ognuno riesce a ritagliarsi uno spazio proprio… come non citare MySpace.com…

 
Alle 12 giugno 2008 22:30 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luca: la musica è anche cultura come tutte le arti in generale....
per Ally: Come tutti, penso, cerchiamo di diffondere la nostra musica in lungo e in largo e internet è un buon mezzo. Il problema è che in internet tutto si muove troppo velocemente… da una parte fa bene alla musica, poiché si riesce a veicolare il proprio prodotto in posti dove una volta si faceva fatica ad arrivare, dall’altra è un calderone, un guazzabuglio di informazioni

 
Alle 12 giugno 2008 22:31 , Anonymous Anonimo ha detto...

Scusa Riccardo ...non t'incazzare con Ally
G

 
Alle 12 giugno 2008 22:32 , Anonymous Anonimo ha detto...

Rebi: penso che tutto quello che apprendi, così come le esperienze che vivi si riflettano poi nella musica che fai...

 
Alle 12 giugno 2008 22:32 , Anonymous Anonimo ha detto...

Piacere di conoscerti, Riccardo

 
Alle 12 giugno 2008 22:32 , Anonymous Anonimo ha detto...

Duccio: È utile, spero non diventi indispensabile

 
Alle 12 giugno 2008 22:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Fa piacere avere colleghi così illustri... grazie Riccardo delle tue domande

 
Alle 12 giugno 2008 22:35 , Blogger Alligatore ha detto...

… e da utenti il rapporto con internet?

 
Alle 12 giugno 2008 22:35 , Anonymous Anonimo ha detto...

Vorrei chiedere una cosa a chi tra voi scrive i testi: di che cosa tratta "In my headache"? La musica è molto opprimente, e penso che anche il testo si aggiri su temi cupi, ma vorrei capire meglio. Grazie

 
Alle 12 giugno 2008 22:35 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luca e Rebi: ciao Riccardo...piacere!

 
Alle 12 giugno 2008 22:36 , Blogger banny ha detto...

famelico

 
Alle 12 giugno 2008 22:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

Si, si,Ally cita Tim Burton. Vi sembra un paragone corretto?
G

 
Alle 12 giugno 2008 22:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

Rebi: In my headache parla di una persona che si isola dal resto del mondo...riflette... e sa quanto è temporanea la sua esistenza...non so se è proprio "opprimente" la sensazione, io direi più riflessiva e introversa...

 
Alle 12 giugno 2008 22:40 , Blogger banny ha detto...

comunque l'effetto Tim Burton lo fanno sicuramente i campanellini

 
Alle 12 giugno 2008 22:41 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mi piacciono molto i campanellini
G

 
Alle 12 giugno 2008 22:41 , Anonymous Teo ha detto...

Pensavo più al fantasmino di "Earth cries..."

 
Alle 12 giugno 2008 22:41 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luca: essenzialmente quando partiamo a fare un pezzo abbiamo la mente sgombra non c'è l'idea di accostarsi a determinate correnti, quindi può uscire un pezzo un po' più Tim Burton ma anche qualcosa di più solare....

 
Alle 12 giugno 2008 22:42 , Anonymous Teo ha detto...

da utenti il rapporto con internet è selvaggio

 
Alle 12 giugno 2008 22:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Venite da Venezia, città con alcune band particolari, molto “a parte”: Zabrisky, One Dimensional Man, Pittura Freska, solo per citare le prime tre che mi vengono in mente. Essere così lontani dai grandi centri aiuta o limita?

 
Alle 12 giugno 2008 22:43 , Blogger banny ha detto...

da utenti il rapporto con internet è famelico :o)

 
Alle 12 giugno 2008 22:44 , Anonymous Anonimo ha detto...

Patty Pravo
G

 
Alle 12 giugno 2008 22:44 , Anonymous Anonimo ha detto...

Duccio: Limita, e isola.

 
Alle 12 giugno 2008 22:44 , Anonymous Teo ha detto...

credo che essere lontano dai grossi centri diminuisca la possibilità di fare più concerti durante l’anno ma lasci la mente più “vergine” rispetto al caos delle grandi città.

 
Alle 12 giugno 2008 22:45 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luca: penso che se fai una bella cosa che tu sia in centro o in periferia non ha importanza. Importante invece è avere buone idee. Poi internet pensa ad accorciare le distanze… ci fa sentire tutti in centro. Parlerei più di periferia riferendomi al bel paese… secondo me l’Italia è la periferia della musica europea

 
Alle 12 giugno 2008 22:45 , Anonymous Anonimo ha detto...

Reby: E comunque poi ti trovi a parlare con altri gruppi di Roma o città importanti per l’ambito musicale, e la situazione è sempre identica.

 
Alle 12 giugno 2008 22:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

Vergine? Chi
G

 
Alle 12 giugno 2008 22:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

Lele: aiuta perché non ti limita come artista e non ti rende omologato agli altri… allo stesso tempo però ti può ostacolare perché gli spazi musicali che una grande città piò offrire sono più ampi.

 
Alle 12 giugno 2008 22:46 , Anonymous Teo ha detto...

Comunque per dovere di cronaca...io sono da bassano e mi faccio i miei bei chilometri per fare le prove...

 
Alle 12 giugno 2008 22:47 , Anonymous Teo ha detto...

Vergine la mente..nel senso c'è meno confusione...

 
Alle 12 giugno 2008 22:48 , Anonymous Anonimo ha detto...

Oh no...ora ho capito come si ottengono i maglioni di pura lana vergine?! :)

 
Alle 12 giugno 2008 22:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Sei inconfondibile.
Avete contatti con altri artisti della vostra città o regione? Di altre?

 
Alle 12 giugno 2008 22:50 , Anonymous Anonimo ha detto...

Con la patty G

 
Alle 12 giugno 2008 22:51 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luca: si diversi, alcuni interessanti, altri un po’ meno…

 
Alle 12 giugno 2008 22:51 , Anonymous Anonimo ha detto...

Contatti?! Definirli così è poco ...

 
Alle 12 giugno 2008 22:51 , Anonymous Teo ha detto...

Per quanto mi riguarda con Reeta Pawone era nelle BR...grandissimi.

 
Alle 12 giugno 2008 22:52 , Anonymous Anonimo ha detto...

lele: personalmente buona parte dei miei amici e conoscenti sono artisti.

 
Alle 12 giugno 2008 22:52 , Blogger banny ha detto...

con me stesso, visto che suono con vari gruppi.

 
Alle 12 giugno 2008 22:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luca: Solitamente quando suona qualcuno di interessante cerchiamo di supportarlo andiamo a vedere i loro concerti, e perchè no, si finisce la serata bevendo qualcosa assieme e parlando inesorabilmente di musica....

 
Alle 12 giugno 2008 22:54 , Anonymous Teo ha detto...

Ultimamente mi sono "innamorato" dei Fratelli Calafuria...

 
Alle 12 giugno 2008 22:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Bei nomi...
Avete partecipato ad alcuni concorsi musicali. Cosa ne pensate? Si tratta di esperienze positive, da ripetere?

 
Alle 12 giugno 2008 22:56 , Blogger banny ha detto...

abbiamo perso l'uomo :o)

 
Alle 12 giugno 2008 22:56 , Anonymous Anonimo ha detto...

Rebi: alla fine penso che ci sia sempre un giro di gruppi che si piacciono o meno tra loro, ma spesso anche le band di cui non apprezzi il sound si rivelano interlocutori e persone molto interessanti e cio' E' BELLO!

 
Alle 12 giugno 2008 22:56 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luca: di alcuni siamo stati molto soddisfatti: SOTTERRANEA a San Bnedetto del Tronto in primis, anche ItaliaWave ci ha dato belle emozioni, altri invece….

 
Alle 12 giugno 2008 22:57 , Anonymous Anonimo ha detto...

Duccio: Ci vorrebbe una specie di garante o controllo per quanto riguarda la serietà di alcuni, chiaramente così come stanno le cose, ne subiscono le conseguenze un po’ tutti. Sono comunque esperienze da fare e vanno fatte, anche se rimane un po’ di rammarico perché questo è un paese di furbetti.

 
Alle 12 giugno 2008 23:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Vi sentite più una band da studio o da live?

 
Alle 12 giugno 2008 23:01 , Anonymous Teo ha detto...

da Live!!

 
Alle 12 giugno 2008 23:01 , Blogger banny ha detto...

++++LIVE++++

 
Alle 12 giugno 2008 23:01 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luca: alcuni ci hanno detto dopo un concerto, e dopo aver ascoltato il disco, che la nostra musica in Live dà emozioni più forti, in effetti siamo riusciti a conquistare più persone dopo un live che dopo aver dato loro il disco… sarà perché siamo belli? … dentro?

 
Alle 12 giugno 2008 23:02 , Anonymous Anonimo ha detto...

E dopo il live, la doccia la fate insieme?
G

 
Alle 12 giugno 2008 23:02 , Anonymous Anonimo ha detto...

Duccio: Penso di non riuscire a fare questo tipo di distinzione, sono due modi di produrre musica, diversi tra loro, con caratteristiche quasi opposte e indispensabili per un musicista.

 
Alle 12 giugno 2008 23:02 , Anonymous Anonimo ha detto...

Lele: riusciamo ad esprimerci meglio live… siamo più aggressivi ed energici

 
Alle 12 giugno 2008 23:04 , Blogger banny ha detto...

per G. spesso si :o)

 
Alle 12 giugno 2008 23:04 , Anonymous Anonimo ha detto...

Rebi: io direi entrambi... il lavoro "da studio" lo facciamo spesso per definire i brani, ma nel live esce una sorta di anima assopita, un energia che nei brani registrati è latente...

 
Alle 12 giugno 2008 23:05 , Anonymous Anonimo ha detto...

G. sei un po' fissata con la storia della doccia... :)

 
Alle 12 giugno 2008 23:05 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luca: e rifacciamo il concerto cantando tutti sotto l'acqua scrosciante.....

 
Alle 12 giugno 2008 23:06 , Blogger Alligatore ha detto...

La musica è viva.
Quali sono le vostre esperienze live e cosa avete in programma nei prossimi mesi?

 
Alle 12 giugno 2008 23:06 , Anonymous Anonimo ha detto...

Non solo la musica Ally
G

 
Alle 12 giugno 2008 23:07 , Anonymous Teo ha detto...

esperienza live... bhe , abbiamo partecipato ultimamente alla selezione per i miti della musica di Red Ronnie, qualche concorso andato bene come INFestADO (8 band scelte in tutta Italia per aprire il live di artisti affermati). Un secondo posto per Italia Wave Veneto. Inoltre qualche concerto in posti insoliti con set pseudo acustici.

 
Alle 12 giugno 2008 23:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

Reby: sabato 28 giugno suoneremo a Rocksano, al parco Sebellin di Rossano Veneto, il 6 agosto a Padova a Carichi Sospesi. Durante l’estate abbiamo in programma di girare anche il videoclip di “April” e poi a settembre saremo ospiti della trasmissione Mi gioco la Tv.....come vedi cerchiamo di tenerci in allenamento!

 
Alle 12 giugno 2008 23:09 , Blogger Alligatore ha detto...

April, con atmosfera molto sopsesa, misteriosa. Come sarà il video?

 
Alle 12 giugno 2008 23:13 , Anonymous Anonimo ha detto...

lele: sorpresa!!

 
Alle 12 giugno 2008 23:13 , Blogger banny ha detto...

budget permettendo, sarà all'altezza del pezzo.... speriamo :o)

 
Alle 12 giugno 2008 23:13 , Anonymous Anonimo ha detto...

Reby: il video sarà essenzialmente una storia di una ragazza che ha due aspetti 1 molto razionale l'altro istintivo e più passionale...

 
Alle 12 giugno 2008 23:13 , Anonymous Anonimo ha detto...

Non è una canzone da cantare sotto la doccia allora?
G

 
Alle 12 giugno 2008 23:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luca: ci sarà qualche momento classico: band che suona", ma essenzialmente saremo i protagonisti della storia.....

 
Alle 12 giugno 2008 23:15 , Anonymous Teo ha detto...

Non abbiamo ancora fatto canzoni da doccia...me le bocciano tutte!

 
Alle 12 giugno 2008 23:15 , Blogger banny ha detto...

G quando ci inviti nella tua doccia??? :)

 
Alle 12 giugno 2008 23:15 , Anonymous Anonimo ha detto...

G. dipende con chi... e poi, ora si dice cantare...
beeeeeeeeeee

 
Alle 12 giugno 2008 23:16 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luca: Perchè no? ti insaponi con le strofe e ti risciacqui con il ritornello....

 
Alle 12 giugno 2008 23:16 , Anonymous Anonimo ha detto...

Quando vuoi
G

 
Alle 12 giugno 2008 23:16 , Anonymous Anonimo ha detto...

Rebi: io la canto sotto la doccia....hihihihihi

 
Alle 12 giugno 2008 23:18 , Blogger Alligatore ha detto...

Magnifico... la prossima intervista sarà sotto la doccia.

 
Alle 12 giugno 2008 23:18 , Anonymous Teo ha detto...

Che storie, io sono sotto la doccia...ho la spugna a forma di Les Paul

 
Alle 12 giugno 2008 23:19 , Blogger Alligatore ha detto...

Ho recentemente visto il film sugli Stones girato da Scorsese. Una delle domande più ricorrenti che facevano a Jagger e Richards nel corso della loro carriera, era: vi vedete a fare questo mestiere a cinquant’anni? Domanda stupida, alla quale rispondevano sempre sì; e infatti eccoli ancora con noi a sessanta e passa anni. E voi, vi vedete a cinquant’anni a saltellare sui palchi?

 
Alle 12 giugno 2008 23:20 , Anonymous Teo ha detto...

Magari….

 
Alle 12 giugno 2008 23:21 , Anonymous Anonimo ha detto...

Rebi: …di sicuro non abbiamo il successo che avevano loro a quei tempi, ma spero di sì!

 
Alle 12 giugno 2008 23:21 , Anonymous Anonimo ha detto...

lele:me lo auguro!!!

 
Alle 12 giugno 2008 23:21 , Anonymous Anonimo ha detto...

Duccio: Certo che sì, io mi sto già avvicinando a piccoli saltelli!!

 
Alle 12 giugno 2008 23:22 , Blogger banny ha detto...

certamente, anche perchè ormai non lo vedo cosi lontano....

 
Alle 12 giugno 2008 23:23 , Blogger Alligatore ha detto...

Tra Bjork e i Sigur Ròs, tra i Massive Attack e i Thievery Corporation, Subsonica … questo ho sentito ascoltandovi e leggendo di voi. Sono solo masturbazioni mentali di giovani critici oppure qualche contatto lo sentite? Altri più nascosti e imprevedibili?

 
Alle 12 giugno 2008 23:24 , Anonymous Teo ha detto...

radiohead e per quanto riguarda la chitarra Jeff Buckley, la nostra musica resta comunque un miscuglio di vari stili e generi molto diversi tra loro

 
Alle 12 giugno 2008 23:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

Che domande Ally. Ma secondo te, Riccardo si masturba?
G

 
Alle 12 giugno 2008 23:25 , Blogger banny ha detto...

SLY AND THE FAMILY STONE!!!! nessuno lo direbbe mai...

 
Alle 12 giugno 2008 23:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

Lele: subiamo diverse influenze ma, alla domanda “che genere fate” o “a chi assomigliate” non ho mai saputo dare una risposta. Spero che possa essere cosa positiva.

 
Alle 12 giugno 2008 23:27 , Anonymous Anonimo ha detto...

Rebi: è vero in parte (non conosco i Thievery Corporation!), senza dubbio ciò che ascolti entra in qualche modo dentro di te, è assimilato e poi rielaborato come sensazione. C’è da dire però che questo accade per ognuno di noi, ognuno con gusti e “mood” differenti…un bel miscuglio insomma!

 
Alle 12 giugno 2008 23:27 , Blogger Alligatore ha detto...

SLY AND THE FAMILY STONE? Non ci avevo pensato, ma potrebbe essere.

 
Alle 12 giugno 2008 23:27 , Anonymous Anonimo ha detto...

Duccio: Ogni suono che abbiamo sentito fin dalla nascita, prima o poi torna fuori dal nostro cervelletto, si è influenzati anche dal tonfo di una foglia che cade o dal fruscio del treno che passa.

 
Alle 12 giugno 2008 23:29 , Anonymous Anonimo ha detto...

G. parli di quelle masturbazioni mentali tipiche della critica?!
Press Sheep con bacchetta in mano :)

 
Alle 12 giugno 2008 23:29 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luca: bravo bani

 
Alle 12 giugno 2008 23:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Ti prego Press Sheep, non ditrarmi così, siamo quasi alla fine.
Vi piacerebbe fare un cd tutto di cover tipo il rifacimento di Morgan “Non al denaro non all’amore né al cielo” di De Andrè? Che disco rifareste?

 
1 – 200 di 260 Nuovi› Più recenti»

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page