mercoledì 30 gennaio 2008

Anteprima Zabrisky


Northside Highway è un gran disco. Lo vedi dal passo sicuro della bionda sulla copertina (sembra la cover di uno di quei meravigliosi vinili di un Clapton anni ’70), lo senti fin dal primo pezzo omonimo del disco, vibrante e inebriante, buono anche per aprire un concerto con le luci che si accendono un poco per volta.
Northside Highway è il ritorno al cd (finalmente ragazzi, non stavo più nella pelle) dopo l’esordio di cinque anni fa della band veneziana. Un esordio maturo quello, tra i Beatles, i Kinks, i Velvet Underground si diceva, tra certa neopsichedelia e lo shoegaze si diceva. Questo secondo cd approfondisce ancora di più il tuffo nel meglio della musica mefistofelica con chitarre ruggenti (si dice abbiano usufruito di una quindicina di chitarre nelle session nella casa-studio del produttore Giovanni Ferrario), un ritmo sbilenco (la mia coda ne ha risentito) e un cantato perfetto.
Northside Highway sarà fuori, libero di circolare indisturbato, dal 2 febbraio 2008 grazie all’indipendente Shyrec. Dopo l’uscita del cd in questione il detto “anno bisesto, anno funesto”, sarà solo un ricordo.
Anno bisesto, anno di gran rock’n’roll! Grazie Zabrisky.

Canzoni preferite: Your House Was Bright On Sunday, crepuscolare e rock (questi Zabrisky conoscono la storia della musica del diavolo meglio di tanti rocker famosi), Emma’s House cover dei Field Mice come l’avrebbe fatta Bruce Springsteen, Summer Starts Today dilaniata/dilaniante canzone per l’estate (magari le canzoni per l’estate fossero così), Flowing Fun, siamo in pieni anni ’60 e questo mi piace anche se sono nato nel decennio successivo.
http://www.zabrisky.com/
http://myspace.com/zabrisky

Etichette: , , , ,

7 Commenti:

Alle 30 gennaio 2008 21:21 , Anonymous Anonimo ha detto...

Bentornato Alligatore. Ma questi Zabrisky hanno qualche parentela con il film di Antonioni?
Marco

 
Alle 30 gennaio 2008 21:53 , Blogger Alligatore ha detto...

Il film era "Zabriskie Point", grande film sul/del/per il '68. Memorabile l'esplosione finale. Non c'è parentela quindi con la band venziana, se non per l'esplosioni di suoni...forse ci scriveranno loro per dirci da dove hanno preso il nome.

 
Alle 30 gennaio 2008 23:29 , Anonymous Anonimo ha detto...

Meglio "Blow-up". Ma esiste un gruppo con questo nome?
Sabrina

 
Alle 31 gennaio 2008 11:31 , Blogger tony-face ha detto...

graziiiiiieeeeeeeee per i pins !!!!
Ce li porteremo in tour in Cina !!!

www.lilithandthesinnersaints.com

 
Alle 31 gennaio 2008 19:23 , Anonymous Anonimo ha detto...

Grazie per le bellissime parole.
Stefano - Shyrec.

 
Alle 31 gennaio 2008 19:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie per la vostra musica e grazie anche per la promessa del viaggio in Cina. Ally sulla Piazza Tien An Men, cosa chiedere di più dalla vita? Dalla Toscana all'Oriente come il suo mito Terzani ...

 
Alle 1 febbraio 2008 14:07 , Anonymous Rob ha detto...

Non c'entra nulla con gli Zabrinsky.... ma finalmente anche io, come Tarantino e Robert Redford, ho la pin dell'Alligatore!
Grandissimo! Grazie

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page