lunedì 19 febbraio 2018

Il Kurdistan a fumetti di Calia

Sono da sempre un grande estimatore di Claudio Calia, disegnatore impegnato, capace di raccontare con i suoi disegni la Storia, certe storie scomode di casa nostra, come il capolavoro Dossier TAV - Una questione democratica, oppure storie del mondo, che però ci tocca, come questo Kurdistan - Dispacci dal fronte iracheno. Per scriverlo è stato in Iraq due settimane, a fianco con gli operatori dell'Organizzazione Non Governativa Un ponte per ..., associazione nata ai tempi della prima guerra del Golfo, negli anni '90, alla quale mi iscrissi subito anche io. Mi ha fatto quindi doppiamente piacere sapere di questo libro, ancora una volta meritoriamente dato alle stampe da BeccoGiallo. Ne ho parlato con l'autore in una piacevole intervista apparsa sul sito di SMEMORANDA, se vuoi leggere l'intervista clicca qui. Potete comprarlo direttamente dal sito della casa editrice cliccando qui. Ne consiglio caldamente l'acquisto.
Qui sopra Claudio Calia e Riccardo Varotto di  Un ponte per ... durante la presentazione del libro alla libreria Zabarella di Padova. Foto presa dal sito dell'amico Fperale del blog Cent'anni di nerditudine, che ringrazio per avermela concessa (qui il suo post sulla presentazione).

Etichette: , , , , , , , , , , ,

9 Commenti:

Alle 19 febbraio 2018 08:17 , Blogger Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

TAV, Kurdistan, tematiche scomode a fumetti. Proprio una bella testa pensante Claudio Calia.

 
Alle 19 febbraio 2018 08:57 , Blogger fperale ha detto...

Un opera che sicuramente merita! E grazie per la citazione :)

 
Alle 19 febbraio 2018 15:10 , Blogger Cri ha detto...

Messo in lista! Bravo Alli :)

 
Alle 19 febbraio 2018 17:40 , Blogger George ha detto...

Siamo sulla stessa lnghezza d'onda, mi piace Calia e Un ponte per ... lo compro!

 
Alle 19 febbraio 2018 19:35 , Blogger marcaval ha detto...

Molto molto interessante ,,, avevo letto il volume sulla TAV e mi era piaciuto molto.

 
Alle 19 febbraio 2018 20:31 , Anonymous Enri1968 ha detto...

Avevo preso Kobane Calling di Zerocalcare, ora acquisterò due copie di questo: una per la mia ciurma è una la donerò alla biblioteca comunale.

A proposito Alli ti ho citato qui:

http://www.sullamaca.it/musica/songs-of-your-life-tag/

 
Alle 20 febbraio 2018 00:16 , Blogger Alligatore ha detto...

@Daniele
Sì, una belle testa pensante. Se non hai mai letto un suo libro, te li consiglio tutti vivamente, magari iniziando da questo.
@Fperale
Grazie a te per avermi concesso la foto. Sì, un libro da leggere ... e diffondere.
@Cri
Grazie, brava te che l'hai messo in lista!
@George
Grazie, bravo te che lo compri!
@Marcaval
Sì, io, quel libro sulla TAV, lo reputo un vero capolavoro. Questo, è di quel livello.
@Enri1968
Bravo, bravo, bravo! Bravo perché prendi due libri, e anche per Zerocalcare, per l'educazione della ciurma e la citazione che vengo a vedere :)

 
Alle 20 febbraio 2018 18:19 , Blogger Sergente Elias ha detto...

Le immagini aiutano sempre a comprendere meglio concetti e situazioni storiche. Credo sia veramente interessante e anche i disegni mi piacciono.

 
Alle 20 febbraio 2018 20:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, dici bene Sergente Elias, le immagini sono strumento potentissimo, e se usate bene possono illuminare certi contesti storici ... come in questo caso. Anche a me piace come disegna Calia.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page