venerdì 14 ottobre 2016

Dario Fo … quel sorriso beffardo



Anche Dario Fo ci ha lasciati, in
questo 2016 pieno di pioggia, e
scorre impietosa la retorica sui
giornali, nei blog, in TV.

Quella TV, che negli anni del
potere democristiano, l’aveva
censurato, cacciandolo dagli
spettacoli del sabato sera.

Non si poteva fare qualcosa
di interessante, intelligente, il
minimo dissenso veniva zittito:
fuori! … chi era fuori dal coro.

Così Dario Fo si dedicò con forza
alla scrittura, si avvicinò al popolo,
ad un pubblico rosso di rabbia,
ai tempi della contestazione.

La censura lo rese grande, un
nome riconosciuto nel mondo,
poi consacrato anche dal Nobel,
un autore unico e inimitabile.

Per questo aveva quel sorriso
beffardo, quel volto diceva “te
l’ho fatta, censura ipocrita, mi
hai cacciato e sono diventato io”

Etichette: , , , , , , , , , , ,

18 Commenti:

Alle 14 ottobre 2016 19:01 , Blogger Cavaliere oscuro del web ha detto...

Altro grande che ci lascia.

 
Alle 14 ottobre 2016 19:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Veramente, un annata piena di pioggia e morte di celebrità!

 
Alle 14 ottobre 2016 23:30 , Blogger enrico brn ha detto...

Un grande Artista.

 
Alle 14 ottobre 2016 23:39 , Blogger Simona [Ciccola] ha detto...

Lo so che aveva 90 anni, ma mi è dispiaciuto lo stesso tantissimo.

 
Alle 15 ottobre 2016 11:45 , Blogger Alligatore ha detto...

@Enrico
Concordo.
@Simona[Ciccola]
Sì, era ancora un bel cervello attivo.

 
Alle 15 ottobre 2016 16:52 , Blogger Berica ha detto...

Un grande uomo che invecchiando, non ha cercato di compiacere il potere come fa un noto guitto toscano...

 
Alle 15 ottobre 2016 18:22 , Blogger Alligatore ha detto...

Era di una pasta diversa, concordo. ..

 
Alle 15 ottobre 2016 19:42 , Blogger George ha detto...

bEI Versacci Alli, Dario Fo gli avrebbe graditi. Devo farne un post pure io, se trovo il tempo.

 
Alle 15 ottobre 2016 19:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie George ... dieci, cento, mille post per Dario :)

 
Alle 15 ottobre 2016 22:03 , Blogger Nella Crosiglia ha detto...

Bel commento e quanto mi disturba questo tripudio di notizie per la sua morte quando poco tempo fa( si non sono passati secoli) non si poteva quasi nominare..
Era solo la strada che lo accettava e faceva spettacoli pieni di veri ammiratori che lo adoravano quei pochi fra i tanti o quei tanti fra i pochi sinceri che lo hanno accompagnato nel suo ultimo sonno!
Buona serata e serena notte Alligatore mio!

 
Alle 15 ottobre 2016 22:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Dici bene, nel passato in TV non si poteva vedere, bandito ... dopo, a partire dal Nobel, qualcosa si è mosso. E ora ...

 
Alle 16 ottobre 2016 16:19 , Blogger Silvia Pareschi ha detto...

Gli ho sempre voluto tanto bene.

 
Alle 16 ottobre 2016 18:04 , Blogger l'ortolano ha detto...

Se una persona ti sta antipatica, quando muore non essere ipocrita come molti alla scomparsa di Fo!
Ciao Dario una grossa risata alla tua memoria.....
E sempre alegri bisogna stare, che il nostro piangere fa male al re.....

 
Alle 16 ottobre 2016 22:55 , Blogger Alligatore ha detto...

@Silvia
Anche io.
@Ortolano
Concordo in pieno, ma sai, in Italia lo sport nazionale è il salto sul carro del vincitore (o funebre), con Fo per molti questo salire era iniziato con il suo Nobel, ma noi, che lo abbiamo apprezzato e sostenuto da sempre questa cosa fa un po' schifo. E anche a lui, che di questi si faceva beffe.

 
Alle 17 ottobre 2016 14:28 , Blogger Serena S. Madhouse ha detto...

Non sono stata particolarmente commosso dalla sua perdita, dispiace sempre quando qualcuno se ne va ma.. Dario Fo non mi ha mai fatto ridere troppo , ultimamente mi aveva un po' deluso anche su altre cose... e poi a Mantova tanti, tanti anni fa, ad un festival della Letteratura (per me magico perchè ho coronato un mio sagno caveiano) lui mi fregò una penna che poi mi sarebbe stata molto utile il giorno dopo.. certo però questo è anche un bellissimo ricordo...

 
Alle 17 ottobre 2016 16:26 , Blogger Alligatore ha detto...

A me invece faceva ridere, in alcune sue intepretazioni molto, ma anche inorridire per le farse del potere (come pochi l'ha rappresentato). Fo è sempre stato uno spirito libero, legato alla sinistra oltre il PCI, a partire da DP, che è stato anche il mio partito. Negli ultimi anni l'avvicinamento a Grillo non l'ho condiviso, non lo giustifico, ma conoscendolo lo posso capire. Bello il ricordo della penna :)

 
Alle 17 ottobre 2016 16:31 , Blogger Ernest ha detto...

in questi ultimi tre giorni a Genova ho partecipato al Festival nazionale di teatro carcere Dario Fo è stato nominato più volte perché aveva capito cosa poteva fare l'arte a 360 gradi per l uomo, fare ridere ma far pensare anche, portare alla luce drammi di un paese o festeggiare successi ed essere anche strumento di risocializzazione...

 
Alle 17 ottobre 2016 18:16 , Blogger Alligatore ha detto...

Capisco, posso ben capire cosa intendi. Dario è stato artista sociale a tutto tondo ... fino alla fine, e lo sarà a lungo.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page