lunedì 7 aprile 2014

Due parole con King of the Opera

È sempre un gran piacere ospitare in palude i King of the Opera, per la loro simpatia e intelligente ironia nelle risposte, gli aneddoti che tirano fuori, la forza suggestiva delle immagini e i suoni. Progetto originale, musica totale, che sa sempre sorprendere. Dopo il gran disco d’esordio di due anni fa, Nothing Outstanding, i tre musicanti ritornano con questo piccolo gioiellino intitolato Driftwood. Un concept-album racchiuso in tre brani, sì, proprio un concept, per un totale di venti minuti di musica. Brani nati separatemene, poi rielaborati e fusi insieme a fuoco caldo. Il tutto scritto, suonato e prodotto da loro stessi assieme all’amico Andrea Rovacchi (Julie’s Haircut), nel sempre più mitico Bunker Studio di Rubiera (Re).
Driftwood, dato alle stampe con la nuova Chic Paguro (la stessa dei Bad Apple Sons), è legato al mare, come lascia ben intuire la splendida copertina cartonata con il cavalluccio marino stilizzato. Con questo disco i King of the Opera affrontano il tema della deriva, fisica e mentale, usando la metafora di un naufrago disperso in mezzo al mare, che solo quando accetterà la sua condizione abbandonandosi al destino ineluttabile, troverà la terra ferma. Il tutto viene reso musicalmente in modo molto impeccabile, cercando di riprodurre i momenti salienti: dall’entrata in mare della barca alla fine del viaggio. Provate a sentire il disco in streaming gratuito qui. Intanto io ne parlo con King of the Opera. Pronti?

Etichette: , , , , , , , , , , , , ,

86 Commenti:

Alle 7 aprile 2014 21:36 , Blogger Elle ha detto...

Ciao a tutt.. a tutti?
Uu.. cìè nesuuno?

 
Alle 7 aprile 2014 21:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Dispersi in mare ...

 
Alle 7 aprile 2014 21:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Riusciranno a raggiungere la palude?

 
Alle 7 aprile 2014 21:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Elle...benvenuta a te ... per ora.

 
Alle 7 aprile 2014 21:38 , Blogger Elle ha detto...

Io ho acceso la loro musica, gli farà da faro.

 
Alle 7 aprile 2014 21:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Un faro nel buio...

 
Alle 7 aprile 2014 21:39 , Blogger Elle ha detto...

Grazie Alli. Sia ben chiaro: lo Spirito sono io, quindi i musicanti non possono sparire così!

 
Alle 7 aprile 2014 21:39 , Blogger Alberto Mariotti ha detto...

Eccomi!

 
Alle 7 aprile 2014 21:40 , Blogger Alberto Mariotti ha detto...

Scusate ma sono tornato adesso dalle prove con i Parking Lots

 
Alle 7 aprile 2014 21:40 , Blogger Alberto Mariotti ha detto...

Metto su un po' di musica....

 
Alle 7 aprile 2014 21:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Alberto ... benvenuto a te.

 
Alle 7 aprile 2014 21:41 , Blogger Elle ha detto...

Eccolo!

 
Alle 7 aprile 2014 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Anche io metto su un po' di musica... tipo Driftwood...

 
Alle 7 aprile 2014 21:43 , Blogger Alberto Mariotti ha detto...

Io no, l'ho ascoltata abbastanza. Ciao a tutti!

 
Alle 7 aprile 2014 21:44 , Blogger Alligatore ha detto...

... ah, ah, ah, troppo forte. Ciao Alberto, allora, sei ferrato sull'aegomento.

 
Alle 7 aprile 2014 21:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Possiamo parlarne... vado con le domandone?

 
Alle 7 aprile 2014 21:45 , Blogger Alberto Mariotti ha detto...

Salpiamo!

 
Alle 7 aprile 2014 21:46 , Blogger Alligatore ha detto...

1. Come è nato Drifwood?

 
Alle 7 aprile 2014 21:47 , Blogger Alberto Mariotti ha detto...

In maniera molto spontanea, lavorando contemporaneamente su tre canzoni differenti con una propria autonomia ma che alla fine ci sembrava bello unire insieme perchè sentivamo avere qualcosa in comune....

 
Alle 7 aprile 2014 21:49 , Blogger Alligatore ha detto...

...Driftwood, non Drifwood come ho scritto, mi scuso con l'autore in diretta.

 
Alle 7 aprile 2014 21:50 , Blogger Alberto Mariotti ha detto...

Figurati

 
Alle 7 aprile 2014 21:50 , Blogger Alligatore ha detto...

Driftwood...

 
Alle 7 aprile 2014 21:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché questo titolo? …filmico, da film indipendente, ovviamente.

 
Alle 7 aprile 2014 21:54 , Blogger Alberto Mariotti ha detto...

Per un paio di motivi: in primo luogo perchè quella sola parola trasmetteva la sensazione di essere trascinati dalla corrente, di abbandono e di rassegnazione (letteralmente significa tronchi di albero trascinati dalla corrente), ma anche perchè il suffisso "wood" viene utilizzato per nominare città, paesi, villaggi e quant'altro, insomma "luoghi". Per questo Driftwood è anche un "luogo" dell'anima....

 
Alle 7 aprile 2014 21:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo, ha questo sapore... per un anufrago poi.

 
Alle 7 aprile 2014 21:55 , Blogger Alberto Mariotti ha detto...

Poi abbiamo scoperto che "King Driftwood" è pure un personaggio dei fratelli Marx :D

 
Alle 7 aprile 2014 21:57 , Blogger Alligatore ha detto...

Sul serio? ... stupendo.

 
Alle 7 aprile 2014 21:57 , Blogger Alberto Mariotti ha detto...

già, alla seconda pagina di ricerca Google viene subito fuori

 
Alle 7 aprile 2014 21:57 , Blogger Alberto Mariotti ha detto...

Questo commento è stato eliminato dall'autore.

 
Alle 7 aprile 2014 21:59 , Blogger Elle ha detto...

"Luogo" ma anche "viaggio", all'abbandono, nella corrente: mi sa di fiducia.

 
Alle 7 aprile 2014 22:00 , Blogger Alberto Mariotti ha detto...

Fiducia nel destino, nel fato. Certo, è una suite fatalista.

 
Alle 7 aprile 2014 22:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Dopo lo cerco su gooogle Albe.
Certo Elle, in venti minuti, molte cose...

 
Alle 7 aprile 2014 22:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Come è stata la genesi del cd, dall’idea iniziale alla sua realizzazione finale?

 
Alle 7 aprile 2014 22:04 , Blogger Alberto Mariotti ha detto...

Dell'idea iniziale ti ho già spiegato prima, per quanto riguarda la realizzazione, mi riferisco in particolare al lavoro in studio di registrazione, è stato fondamentale l'aiuto di Andrea Rovacchi che ci ha dato una mano a capire cosa stessimo facendo (avevo molti dubbi, lo ammetto) e a volte anche a suggerirci i "tempi" giusti in fase di esecuzione, quando si fa un certo tipo di produzioni saper capire i tempi è fondamentale.

 
Alle 7 aprile 2014 22:05 , Anonymous Anonimo ha detto...

Vorrei lasciare un piccolo messaggio nella bottiglia e poi vi lascio a chiacchiere più serie.
"Tu!!"

 
Alle 7 aprile 2014 22:06 , Blogger Alberto Mariotti ha detto...

Ecco :-*

 
Alle 7 aprile 2014 22:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Anonimo, cosa vuoi dire? ... di buffo?

 
Alle 7 aprile 2014 22:08 , Blogger Alligatore ha detto...

Sei il naufrago raccontato nel disco?

 
Alle 7 aprile 2014 22:09 , Blogger Alberto Mariotti ha detto...

Mi sa di no...

 
Alle 7 aprile 2014 22:09 , Blogger Alligatore ha detto...

Be', se hai altro da dire, fai pure,io continuo ad intervistare Alber/The King of the Opera...

 
Alle 7 aprile 2014 22:10 , Blogger Alligatore ha detto...

Qualche episodio che è rimasto nella memoria durante la lavorazione del disco?

 
Alle 7 aprile 2014 22:13 , Blogger Alberto Mariotti ha detto...

Episodio in particolare no, ma tutto è stato una sorta di flashback continuo perchè con Andrea (tastierista dei Julie's Haircut, dimenticavo....) avevamo lavorato già per "The Halfduck Mystery" (il secondo album di Samuel Katarro). Rivivere le stesse situazioni nel solito ambiente a 4 anni (esatti)è stato scioccante e bellissimo

 
Alle 7 aprile 2014 22:15 , Blogger Alligatore ha detto...

Una speci di naufragio, con arrivo sull'isoletta ;)

 
Alle 7 aprile 2014 22:15 , Blogger Alligatore ha detto...

Se questo vostro cd fosse un concept-album su cosa sarebbe? … anzi, credo che possiamo togliere il se…

 
Alle 7 aprile 2014 22:20 , Blogger Alberto Mariotti ha detto...

Come accennavo prima la scelta di incentrare questi venti minuti sulla deriva è semplicemente un pretesto per descrivere in maniera più universale possibile un sentimento di smarrimento che personalmente percepisco sempre di più avvicinandomi ai 30 anni, spero che da quel momento in poi ci sia un cambio di rotta (tanto per rimanere in tema), non si sa mai...

 
Alle 7 aprile 2014 22:22 , Blogger Elle ha detto...

Alberto non chiedere a noi, della crisi dei 30 non sappiamo nulla...
...
...

 
Alle 7 aprile 2014 22:24 , Blogger Alligatore ha detto...

Già, Elle ;)

 
Alle 7 aprile 2014 22:24 , Blogger Alligatore ha detto...

C’è qualche pezzo che preferite? Qualche pezzo del quale andate più fieri di Driftwood? …anche se parlare di pezzo, è forse sbagliato. Diciamo: quale dei tre momenti preferite …

 
Alle 7 aprile 2014 22:30 , Blogger Alberto Mariotti ha detto...

Personalmente "Colours and Lights" perchè è quello più vicino alla forma canzone ed è anche l'unico interamente scritto e composto dal sottoscritto, mi sa che sono di parte. :D Penso che abbia una melodia purissima e angolare al tempo stesso, mi ci ritrovo tantissimo in quel tipo di contesto armonico: Compassion, Pink Clouds e The Halfduck Misery partono dalla stessa base e ritengo siano tutte tra le mie canzoni migliori.

 
Alle 7 aprile 2014 22:33 , Blogger Elle ha detto...

Adesso sono curiosa di sentire Compassion, Pink Clouds e The Halfduck Misery!
A me piacciono tutti e tre i "momenti" uno dopo l'altro, però è vero: il primo ha un fascino particolare ;)

 
Alle 7 aprile 2014 22:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Non sono di parte, ma avrei detto lo stesso ... anche se è difficile scindere il disco: compatto ... un vero compact-disc.

 
Alle 7 aprile 2014 22:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Insomma, 3 su 3 ;)

 
Alle 7 aprile 2014 22:34 , Blogger Elle ha detto...

Trovata The Halfduck Misery!

 
Alle 7 aprile 2014 22:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Grande, ti piacerà Elle...

 
Alle 7 aprile 2014 22:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Il cd è uscito con Chic Paguro… un’etichetta che raccoglie altri gruppi della vostra generazione, come i Bad Apple Sons, passati di recente in palude. Una specie di Artisti Associati della nostra musica indipendente… ma c’è sempre ABuzzSupreme…

 
Alle 7 aprile 2014 22:42 , Blogger Alberto Mariotti ha detto...

Sì, Chic Paguro nasce con l'intento di integrare il lavoro che già svolge A Buzz Supreme (che sta sostenendo direttamente Chic Paguro) e le nostre rispettiva etichette, cercando di mettere a disposizione e di condividere, risorse, contatti, esperienze e tutto ciò che possa aiutare i nostri progetti artistici.

 
Alle 7 aprile 2014 22:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Come sempre un buon modo di cooperare e mettere insieme i talent...

 
Alle 7 aprile 2014 22:44 , Blogger Elle ha detto...

(sì Alli mi piace molto)

 
Alle 7 aprile 2014 22:44 , Blogger Alberto Mariotti ha detto...

Ottimi gusti...

 
Alle 7 aprile 2014 22:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Talenti ... mi sono mangiato la i.
Apprezzo da anni il lavoro di ABuzzSupreme.

 
Alle 7 aprile 2014 22:45 , Blogger Alligatore ha detto...

Già, ottimi gusti Elle :)

 
Alle 7 aprile 2014 22:45 , Blogger Alligatore ha detto...

Copertina particolarissima, con questo cavalluccio marino bianco, su sfondo azzurrino… su di un cartonato. Molto attinente alla musica. Di chi è opera e come è nato?

 
Alle 7 aprile 2014 22:50 , Blogger Elle ha detto...

La copertina fa venire voglia di disegnare.
E poi a me l'azzurro piace ;)

 
Alle 7 aprile 2014 22:50 , Blogger Alberto Mariotti ha detto...

Il concept è merito di Simone, il nostro batterista, la realizzazione è stato un lavoro collettivo, ogni singola copia è stata fatta a mano dai King of the Opera. Ci eravamo organizzati tipo catena di montaggio, io ero quello che disegnava i modellini e ritagliava la carta.

 
Alle 7 aprile 2014 22:53 , Blogger Alligatore ha detto...

Effettivamente è una cosa artigianale, un vero ogettino di culto... e sì, Elle, vien voglia di disegnare. Sì, l'azzurrino che incontra il tuo gusto...

 
Alle 7 aprile 2014 22:53 , Blogger Alligatore ha detto...

9. Come e dove avete presentato/presenterete il cd? …

 
Alle 7 aprile 2014 22:58 , Blogger Alberto Mariotti ha detto...

Le date di presentazione italiane sono andate piuttosto bene, abbiamo iniziato da Roma, poi Firenze, Pisa e Milano. Una settimana fa siamo tornati da un tour europeo massacrante di quasi due settimane e ci è voluto un po' per riprendersi...a breve invece abbiamo due date in Lombardia, la prossima all'Agorà di Cusano Milanino

 
Alle 7 aprile 2014 22:59 , Blogger Alligatore ha detto...

Tour massacrante in Ue? ... dove?

 
Alle 7 aprile 2014 23:01 , Blogger Elle ha detto...

Immagino che sia stato massacrante, ho visto su fb che non vi siete fatti mancare il vino ;)

 
Alle 7 aprile 2014 23:02 , Blogger Alligatore ha detto...

Grandi!

 
Alle 7 aprile 2014 23:02 , Blogger Alberto Mariotti ha detto...

Siamo partiti da Milano, abbiamo fatto tappa nella Svizzera francese, poi tutta Francia a parte una data stupenda alla Sala Apolo di Barcellona.

 
Alle 7 aprile 2014 23:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Bel giro, magari adesso vi avvicinate alla palude ... starò attento la vostro FB.

 
Alle 7 aprile 2014 23:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Per finire: una domanda che non vi ho fatto, un appello, un saluto a qualcuno, qualcosa che non abbiamo detto o qualcuno che non abbiamo ricordato, da fare assolutamente … troppe cose?

 
Alle 7 aprile 2014 23:07 , Blogger Alberto Mariotti ha detto...

Io vorrei semplicemente ricordare i miei due altri progetti: I Parking Lots, gruppo di alt-rock di Firenze in cui suono il basso e gli Ocean Bells di Pistoia in cui suono la chitarra elettrica e sono co-compositore di tutti i pezzi. Sono entrambi progetti molto giovani e in procinto di pubblicare le rispettive opere prime.

 
Alle 7 aprile 2014 23:11 , Blogger Alligatore ha detto...

Benissimo, se avrai voglia le presenteremo in palude ... la tua ennesima partecipazione... grazie, sempre disponibile e con la battuta pronta.

 
Alle 7 aprile 2014 23:11 , Blogger Alligatore ha detto...

Direi che abbiamo detto tutto... grazie Alberto.

 
Alle 7 aprile 2014 23:11 , Blogger Alberto Mariotti ha detto...

Con immenso piacere, siamo tutti molto simpatici!

 
Alle 7 aprile 2014 23:12 , Blogger Alberto Mariotti ha detto...

Grazie a te, a presto! Ciao Elle!

 
Alle 7 aprile 2014 23:12 , Blogger Elle ha detto...

Interessante. Queste ubiquità musicale continua ad affascinarmi. Io aspetto le opere prime, curiosissima ;)

 
Alle 7 aprile 2014 23:12 , Blogger Alligatore ha detto...

Grande! Grazie ancora... e grazie a Elle.

 
Alle 7 aprile 2014 23:13 , Blogger Alligatore ha detto...

Buonanotte e buonafortuna a King of the Opera.

 
Alle 7 aprile 2014 23:14 , Blogger Alberto Mariotti ha detto...

Altrettanto! ;-)

 
Alle 7 aprile 2014 23:15 , Blogger Elle ha detto...

Ciao Alberto, grazie!
Ciao Alli, buonanotte a tutti!

 
Alle 7 aprile 2014 23:18 , Blogger Alligatore ha detto...

;-)))

 
Alle 8 aprile 2014 15:14 , Blogger Ernest ha detto...

:-)

 
Alle 18 aprile 2014 21:22 , Anonymous nik ha detto...

ok

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page