martedì 5 febbraio 2013

Due parole con Suz



Ecco un'altra amica arrivare in palude per la seconda volta, dopo l’esordio di circa quattro anni fa Shape of Fear and Bravery, Suz torna con un nuovo disco. Sempre la stessa label, la torinese No.Mad Records, sempre la stessa classe, sempre la stessa capacità di gestire generi diversi, offrendo musica compatta dal sapore internazionale. Queste le prime impressioni ascoltando One Is A Crowd, uscito ufficialmente il 31 gennaio, disco dalle molte suggestioni culturali, riferimenti forti, ritmo, ospitate eccellenti, un album che conferma il 2013 come ottima annata (almeno il primo scorcio).
Accanto a Suz, ancora una volta Ezra, anche responsabile insieme a Epitome della label No.Mad, e Alessio Manna, coautore di alcuni pezzi di One Is A Crowd, a formare un trio veramente unico per l’Italia, anche e sopratutto sul versante live. Il disco della compiuta maturità, si è inevitabilmente detto per Suz, da un sacco di anni a sbattersi sui palchi del nostro alternative più vivo, nonostante la giovane età: dalle Posse al Dance-Floor, senza perdere la tenerezza. Una voce unica, un’elettronica che scava dentro, un mondo creato artificialmente, ma dal sapore assolutamente naturale. Come l’originale copertina e il libretto interno. Ovviamente non mancherò di chiederle “chi è l’autore?” nell’intervista che va ad incominciare. Pronti?    
PER CONOSCERLA MEGLIO

Etichette: , , , , , , , , , , , , , , , ,

150 Commenti:

Alle 5 febbraio 2013 21:32 , Anonymous Suz ha detto...

Hola!

 
Alle 5 febbraio 2013 21:33 , Blogger manuel goletto ha detto...

hello

 
Alle 5 febbraio 2013 21:33 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao ragazzi, benvenuti in palude ...

 
Alle 5 febbraio 2013 21:34 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

ciao

 
Alle 5 febbraio 2013 21:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Ezra, benvenuto in palude...

 
Alle 5 febbraio 2013 21:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ciao! (Scusatemi, sto litigando col mio computer)

 
Alle 5 febbraio 2013 21:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

Anonimo sta per Suz

 
Alle 5 febbraio 2013 21:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Lo sapevo, si capiva dalla voce ;)

 
Alle 5 febbraio 2013 21:37 , Blogger Elle lo Spirito ha detto...

Hallo!
Ciao a tutti :)

 
Alle 5 febbraio 2013 21:37 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

grazie del benvenuto, anche io sono un po' lento...

 
Alle 5 febbraio 2013 21:38 , Anonymous Suz ha detto...

ehehehe

 
Alle 5 febbraio 2013 21:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Elle, è un gran piacere averti qui ...

 
Alle 5 febbraio 2013 21:38 , Anonymous Anonimo ha detto...

ciao sonomarcello uzidj,sono fan dei mostri in questione...preso il disco,direi superiore,bravi tutti.

 
Alle 5 febbraio 2013 21:38 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

grazie Uzi ma non vale, sei un amico e sei di parte...

 
Alle 5 febbraio 2013 21:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

si ma i miei soldi li spendo bene...

 
Alle 5 febbraio 2013 21:39 , Anonymous Suz ha detto...

Grande Uzi, il mio dj preferito

 
Alle 5 febbraio 2013 21:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Marcello, benvenuto in palude, se avrai qualche domanda, fai pure ... io intanto, se Suz ed Ezra mi danno il via, faccio partire il cd e vado con le mie ....

 
Alle 5 febbraio 2013 21:40 , Anonymous Suz ha detto...

ciao Elle!

 
Alle 5 febbraio 2013 21:40 , Anonymous Suz ha detto...

prego

 
Alle 5 febbraio 2013 21:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Cd partito, e allora vi chiedo: come è nato?

 
Alle 5 febbraio 2013 21:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Come è nato “One Is A Crowd”?

 
Alle 5 febbraio 2013 21:41 , Anonymous Suz ha detto...

Ahm...Be', io posso dirti che era da tempo che volevo fare un secondo album. Alessio (Argenteri) mi ha regalato quattro basi, dalle quali è partito tutto. Ho iniziato a cantarci sopra e a buttare giù qualche parola, poi sono andata a Torino al No.Mad Studio da Ezra con quelle quattro basi e col brano prodotto da Kutmasta kurt che in verità era già pronto da più di un anno.

 
Alle 5 febbraio 2013 21:43 , Anonymous Suz ha detto...

A Torino Ezra e io abbiamo iniziato a lavorare su quei brani. Ezra ha poi realizzato un remix, una versione completamente nuova di “Out Of The Blue”, un brano che era presente nell’album di Dj Pandaj e ha composto altre due basi, ritoccando anche il brano coscritto da me e Bruno Briscik e quello scritto da Luca Scarrone. E questi citati sono i favolosi guest dell’album insieme ad Angela Baraldi, Estel Luz con le quali ho inciso due duetti.

 
Alle 5 febbraio 2013 21:44 , Blogger Elle lo Spirito ha detto...

Distant Skies (Don't Say a Word) mi ricorda Bologna (non so perché), non potevo non salutare!

 
Alle 5 febbraio 2013 21:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Tutto molto diretto e naturale sembra ...

 
Alle 5 febbraio 2013 21:44 , Anonymous Suz ha detto...

poi ci sono i brani composti da Ezra, ma magari ne vuole parlare lui... o no? Ez?

 
Alle 5 febbraio 2013 21:45 , Blogger Alligatore ha detto...

Bologna ti ricorda? ... forse Suz ci dirà perchè ... se c'è...

 
Alle 5 febbraio 2013 21:45 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

Ma no dai...

 
Alle 5 febbraio 2013 21:45 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

no scherzo.

 
Alle 5 febbraio 2013 21:46 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

alcuni brani erano già stati scritti e si sono incastrati alla perfezione con la voce di suz

 
Alle 5 febbraio 2013 21:46 , Anonymous Suz ha detto...

Davvero Elle? Curioso...

 
Alle 5 febbraio 2013 21:46 , Blogger Alligatore ha detto...

Già, sentiamo Ezra...

 
Alle 5 febbraio 2013 21:46 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

come il brano con Estel

 
Alle 5 febbraio 2013 21:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Be', inizio frenetico di questa intervista, forse come il disco stesso...

 
Alle 5 febbraio 2013 21:47 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

sono poi stati riarrangiati per essere più vicini allo spirito del disco

 
Alle 5 febbraio 2013 21:48 , Anonymous Suz ha detto...

mah, non so, "Distant Skies" nn mi fa pensare a Bologna... le voci del pezzo però sono state registrate a Bologna, nello studio di Dubzilla (Marcello Adragna)

 
Alle 5 febbraio 2013 21:49 , Anonymous Suz ha detto...

Ooops, scusate, non volevo interrompervi

 
Alle 5 febbraio 2013 21:50 , Blogger Alligatore ha detto...

Ecco qualcosa di Bologna c'è ...

 
Alle 5 febbraio 2013 21:50 , Anonymous Suz ha detto...

Comunque buono che ti faccia pensare a Bologna Elle, perché no :)

 
Alle 5 febbraio 2013 21:52 , Blogger Alligatore ha detto...

One Is A Crowd

 
Alle 5 febbraio 2013 21:52 , Blogger Alligatore ha detto...

... perchè questo titolo?

 
Alle 5 febbraio 2013 21:52 , Blogger Elle lo Spirito ha detto...

Sì.. sto cercando di capire perché.. secondo me ai tempi di Bologna ascoltavo (anche) questo genere di musica. Mi ha catapultata lì (non nello studio di Dubzilla, mai sentito nominare, e pure difficile da scrivere)!

 
Alle 5 febbraio 2013 21:53 , Anonymous Suz ha detto...

Per Elle: ah, ok, ora mi è chiaro cosa intendevi

 
Alle 5 febbraio 2013 21:54 , Anonymous Suz ha detto...

Il titolo...Mah, mi è balenato in testa mentre pensavo a tutta quella moltitudine di frammenti di vissuto e sfaccettature che vanno a comporre il carattere di una persona. In finale un singolo è il prodotto di una moltitudine di elementi, esperienze, stimoli, impulsi e allo stesso modo anche questo disco è “affollato” di sfaccettature ed elementi del mio (e non solo mio) background.

 
Alle 5 febbraio 2013 21:55 , Anonymous Suz ha detto...

Però “Crowd” potrebbero anche essere metaforicamente le tue vocine interiori, quelle che ti suggeriscono cosa fare e cosa non fare, come muoverti (anche nel primo singolo del primo disco, “The Gathering” ne cantavo). Oppure ancora potrebbe stare a significare che “Uno da solo, se motivato, può avere la potenza, la forza di una moltitudine” o ancora “Un singolo è in grado di motivare tante persone, spingerle a collaborare per un obiettivo comune”. Ecco, alla fine ti ho dato una “Moltitudine” di risposte ☺ forse sarebbe stato meglio lasciare un po’ più di spazio all’interpretazione.

 
Alle 5 febbraio 2013 21:56 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

insomma, scegli una risposta nella moltitudine e prendila per buona

 
Alle 5 febbraio 2013 21:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma lo spazio all'interpretazione rimane ...anzi, con tutte queste ipostesi si infittisce ;)

 
Alle 5 febbraio 2013 21:58 , Anonymous Suz ha detto...

Sceglietene una, su!

 
Alle 5 febbraio 2013 21:58 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

infondo penso che il titolo sia calzante anche per la musica. è un disco che ha molte anime al suo interno ma tutte legate dalla voce di Suz

 
Alle 5 febbraio 2013 21:58 , Anonymous Anonimo ha detto...

vorrei chiedere a susanna,non siamo piu' di primo pelo...quanto delle icone degli anni 80 ti porti dietro nel tuo metodo vocale e di scrittura..uzi.

 
Alle 5 febbraio 2013 21:58 , Anonymous Suz ha detto...

Ah, io dovrei scegliere? Ok, allora buona la prima!

 
Alle 5 febbraio 2013 21:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Ci penso, e intanto vado avanti ... come è stata la genesi del cd, dall’idea iniziale alla sua realizzazione finale?

 
Alle 5 febbraio 2013 22:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Due domande, una moltitudine di domande ...ottima l'idea di Ezra: è un disco che ha molte anime al suo interno ma tutte legate dalla voce di Suz ...

 
Alle 5 febbraio 2013 22:00 , Anonymous Suz ha detto...

Bravo Ez, hai proprio il dono della sintesi...
Per anonimo: vero, non siamo più di primo pelo... allora, icone anni Ottanta poche direi, forse nessuna, ma nei '90 ero innamorata di Neneh Cherry e di Shara Nelson, di quelle spero di essere riuscita a portarmi dietro qualcosa

 
Alle 5 febbraio 2013 22:01 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

per quanto mi riguarda la produzione ha seguito diverse fasi. in alcuni casi le musiche erano già state scritte ed erano solo da "produrre", in altre da scrivere ex novo

 
Alle 5 febbraio 2013 22:02 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

grazie Suz

 
Alle 5 febbraio 2013 22:04 , Anonymous Suz ha detto...

Be’ sicuramente lunga e travagliata, anche perché lavorare a distanza (Bologna – Torino per lo più) non è stato semplice. Soprattutto in fase di mastering…. Nevvero Ezra? Poi possiamo dire che il disco ha iniziato a prender forma mentre ci trovavamo in studio, un pezzo come “Bring Us Down”, il duetto con Estel Luz dei DotVibes, per dire, l’abbiamo terminato in un paio di giorni, e il testo è stato scritto il giorno stesso in studio in quattro e quattr’otto.

 
Alle 5 febbraio 2013 22:04 , Blogger Elle lo Spirito ha detto...

Io, per me, scelgo le sfaccettature del carattere di una persona, che a loro volta si nutrono della moltitudine di stimoli esterni (intanto imparo l'inglese: "crowd" e "teaser" sono ora nel mio vocabolario passivo).

 
Alle 5 febbraio 2013 22:04 , Blogger Alligatore ha detto...

... ed è riuscito magnioficamente, la sto ascoltando ora...

 
Alle 5 febbraio 2013 22:05 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

io ho seguito tutta la produzione, ovvero dalla scrittura, in alcuni casi, alle registrazioni e mix, fino al mastering. è stato un lavoro abbastanza complesso soprattutto perchè ci siamo trovati a farlo a distanza. tra torino e bologna

 
Alle 5 febbraio 2013 22:05 , Anonymous Suz ha detto...

Grazie Diego

 
Alle 5 febbraio 2013 22:06 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

si diciamo che per regola generale sarebbe sconsigliato fare il master di un disco che si ha mixato. ma per Suz ho fatto un'eccezione :)

 
Alle 5 febbraio 2013 22:06 , Anonymous Suz ha detto...

ben detto Elle

 
Alle 5 febbraio 2013 22:07 , Blogger Alligatore ha detto...

... e allora, qualche episodio che è rimasto nella memoria durante la lavorazione di questo cd?

 
Alle 5 febbraio 2013 22:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Tra Bologna e Torino ...

 
Alle 5 febbraio 2013 22:08 , Blogger Elle lo Spirito ha detto...

Posso chiedere che cos'è il master di un disco, e perché sarebbe sconsigliato se il disco è mixato?

 
Alle 5 febbraio 2013 22:08 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

io ho dei serissimi problemi di memoria... meglio se parla Suz

 
Alle 5 febbraio 2013 22:09 , Anonymous Suz ha detto...

Credo ce ne siano innumerevoli ma direi il fatto che non riuscisssimo a trovare una quadra col mastering e a forza di ascoltare i brani avessimo iniziato ad odiarli (almeno io, mi uscivano dalla testa). Sul versante allegro invece ricordo con affetto l’imitazione di un enorme gatto dal miagolio spettrale fatta da Ezra ogni volta che si trovava in una situazione di impasse…. Miaaaaaaooooooowww. Ogni volta che ci ripenso scoppio a ridere da sola.

 
Alle 5 febbraio 2013 22:10 , Blogger Alligatore ha detto...

Gran bei ricordi, da film ... e bella la domanda di Elle... sono curioso anche io...

 
Alle 5 febbraio 2013 22:10 , Anonymous Suz ha detto...

ehm, scusa Ezra non volevo metterti in imbarazzo

 
Alle 5 febbraio 2013 22:10 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

il master è la fase che segue il mixaggio. generalmente serve per controllare equalizzazione, immagine stereo, compressioni (di conseguenza volume) di ogni singola traccia. tendenzialmente lo fa' una terza persona con le orecchie diciamo fresche all'ascolto e non troppo influenzate dopo mesi di produzione.

 
Alle 5 febbraio 2013 22:11 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

per cosa suz? tranquilla

 
Alle 5 febbraio 2013 22:11 , Anonymous Suz ha detto...

tendenzialmente....

 
Alle 5 febbraio 2013 22:11 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

ahgahahahahahahah ho letto ora.... il gatto mutante....

 
Alle 5 febbraio 2013 22:12 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

tendenzialmente....

 
Alle 5 febbraio 2013 22:13 , Blogger Elle lo Spirito ha detto...

Ah, ok, avevo capito che sono due operazioni incompatibili, invece intendevi che non andrebbero fatte dalla stessa persona. E ora so che oltre al mixaggio esiste anche il master, grazie!

 
Alle 5 febbraio 2013 22:13 , Anonymous Suz ha detto...

ehehehehe

 
Alle 5 febbraio 2013 22:14 , Blogger Alligatore ha detto...

Se fosse un concept-album su cosa sarebbe? … forse lo è… tendenzialmente

 
Alle 5 febbraio 2013 22:15 , Anonymous Anonimo ha detto...

suz,come scegli i tuoi produttori,cosa vi accomuna..uzi

 
Alle 5 febbraio 2013 22:15 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

è un concept album sul mastering

 
Alle 5 febbraio 2013 22:16 , Anonymous Suz ha detto...

No, non si tratta di un concept album. Posso solo dire che molti pezzi hanno a che fare con relazioni, sentimenti, ma ad esempio in un brano come “Out Of The Blue” ad esempio, si parla invece della natura che si rivolta all’uomo e di quanto sia breve il nostro tempo sulla terra, di come ogni singolo momento su questo pianeta dovrebbe essere gustato e vissuto con intensità, ma non vorrei dire troppe banalità, davvero.

 
Alle 5 febbraio 2013 22:16 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah ...

 
Alle 5 febbraio 2013 22:18 , Anonymous Suz ha detto...

aiuto! Scusate ma sto veramente facendo a botte col computer, perdonate errori e ripetizioni

 
Alle 5 febbraio 2013 22:18 , Blogger Alligatore ha detto...

No, mi sembra molto interessante, ridevo per il discorso di Ezra sul concept sul mastering ...ma forse è vero.

 
Alle 5 febbraio 2013 22:18 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma sta andando tutto bene, che litighi con il tuo pc non si vede...

 
Alle 5 febbraio 2013 22:20 , Blogger Alligatore ha detto...

... ma parlatemi un po' delle canzoni. C’è qualche pezzo che preferite?

 
Alle 5 febbraio 2013 22:20 , Anonymous Suz ha detto...

mi sto perdendo tutte le battute di Ezra, acc

per Uzi: Li scelgo perché apprezzo il loro lavoro.

 
Alle 5 febbraio 2013 22:23 , Anonymous Suz ha detto...

Be’, io sono molto fiera di Rubber and Glue, scritto da Luca Scarrone, perché con quel brano finalmente sono riuscita a tirar fuori un sogno dal cassetto e a duettare con Angela , ma in generale non c’è un pezzo che mi piaccia più di un altro. Ora che li riascolto dopo mesi di riposo per le mie orecchie li amo tutti, così come li ho odiati tutti quando ne avevamo fatto overdose durante la fase di mastering

 
Alle 5 febbraio 2013 22:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

a quando il live e come sara' composta la formazione della band?..uzi

 
Alle 5 febbraio 2013 22:29 , Anonymous Suz ha detto...

ti ringrazio della domanda Uzi, il realease party di "One Is A Crowd" è questo sabato, 9 febbraio, All'Arterìa di Bologna. In palco saremo in tre: io, Alessio "Manna Man" Argenteri ed Ezra, prima del concerto fra l'altro presenteremo il videoclip del singolo "Distant Skies (DOn't Say A Word)" per la regia di Matteo Bombarda di Undervilla Productions...

 
Alle 5 febbraio 2013 22:29 , Anonymous Suz ha detto...

release party - uff

 
Alle 5 febbraio 2013 22:30 , Blogger Alligatore ha detto...

Tornando alle canzoni, a me piacciono molto A thousand deaths, Frailest China, Nighthawk, To Here and Now e la prima, perchè mi ricorda Bologna ;)

 
Alle 5 febbraio 2013 22:32 , Blogger Alligatore ha detto...

... e anche Bring us Down

 
Alle 5 febbraio 2013 22:33 , Anonymous Suz ha detto...

Un brano che ho scritto pensando a Bologna è To Here and Now, il secondo in tracklist. E' un ode al presente, per tutti quelli che, inguaribili nostalgici, ancora vivono nel passato e non riescono a vedere il presente, ma anche per quelli che si sforzano di portare nel presente il bello del passato

 
Alle 5 febbraio 2013 22:34 , Blogger Elle lo Spirito ha detto...

Alli!!

 
Alle 5 febbraio 2013 22:34 , Anonymous Suz ha detto...

Ti piacciono sei canzoni su 10? Ottimo! Grazie

 
Alle 5 febbraio 2013 22:36 , Blogger Elle lo Spirito ha detto...

Oh! E io dove la posso ascoltare To Here and Now? Anche io mi sforzo di portare nel presente il bello del passato. Farmi accecare dal passato invece non lo faccio, giuro. Non più, almeno.

 
Alle 5 febbraio 2013 22:36 , Blogger Alligatore ha detto...

... e quel campionamento del film di Sydney Pollack, come è nato?

 
Alle 5 febbraio 2013 22:39 , Anonymous Suz ha detto...

Era uno dei film amati da mio padre, che ora purtroppo non c'è più. Mi piaceva l'idea di inserire un campione del bellissimo tema della colonna sonora di quel film nel disco ed Ezra mi ha assecondato...

 
Alle 5 febbraio 2013 22:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Ha fatto bene, gran film The Yakuza

 
Alle 5 febbraio 2013 22:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Copertina molto strana, come un film di Wes Anderson … non so perché mi è venuto in mente lui. Forse per i colori pop, la perfezione geometrica, e perché non si capisce bene cosa sono? Hanno a che fare con il mare questi disegni? Di chi sono opera?

 
Alle 5 febbraio 2013 22:41 , Anonymous Suz ha detto...

Mi è appena arrivato un sms di Ezra, dice che anche lui sta facendo a botte col suo computer e spera di risolvere in fretta

 
Alle 5 febbraio 2013 22:42 , Anonymous Suz ha detto...

Wes Anderson, delizioso! Forse i colori pastello, o forse ti sembrava di guardare l’oceano fuori dall’oblò di Zizou…

 
Alle 5 febbraio 2013 22:43 , Anonymous Suz ha detto...

sì, sono disegni di organismi marini tratti da un libro datato 1904 intitolato “Forme d’arte nella natura” del biologo e filosofo tedesco Ernst Haeckel. Me lo ha fatto scoprire Francesco Eppesteingher, il grafico e illustratore che ha realizzato la copertina del mio primo disco “Shape OF Fear and Bravery” e del primo singolo del nuovo album, il brano “Distant Skies (Don’t Say A Word)” dove per l’appunto è ritratta la bellissima Ophiodea, una sorta di stella marina che poi è stata ripresa anche da Zooographia per il libretto interno dell’album. E’ un libro bellissimo…

 
Alle 5 febbraio 2013 22:43 , Blogger Elle lo Spirito ha detto...

A me sembrano meduse.. o qualcosa che si vede solo al microscopio..

 
Alle 5 febbraio 2013 22:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Allora, visto che Ezra è lontano dal pc ti chiedo: il cd è uscito con No.Mad Records, se non sbaglio come il precedente cd … vuol dire che c’è molta sintonia. Cosa trovi in più rispetto ad altre label?

 
Alle 5 febbraio 2013 22:47 , Anonymous Suz ha detto...

a Elle: anche io inizialmente pensavo si trattasse di una medusa, poi mi hanno spiegato che la Ophiodea è una stella marina

 
Alle 5 febbraio 2013 22:47 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

rieccomi, scusate la breve assenza

 
Alle 5 febbraio 2013 22:48 , Blogger Alligatore ha detto...

Bentornato ;)

 
Alle 5 febbraio 2013 22:49 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

grazie

 
Alle 5 febbraio 2013 22:50 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, per la copertina e il libretto interno concordo con Elle sul discorso che sembrano esseri marini (sì, Zizou Suz), o esseri visti al microscopio ... una moltitudine di esseri.

 
Alle 5 febbraio 2013 22:50 , Anonymous Suz ha detto...

Sì, piena sintonia. Conosco Ezra ormai da 17 anni e lavorare con lui in studio non solo è istruttivo ma a tratti è anche… esilarante (non chiedetemi di spiegare… vi basti la faccenda del gatto di cui ho parlato poc’anzi)

 
Alle 5 febbraio 2013 22:51 , Blogger Alligatore ha detto...

E qui ci riallacciamo al senso del disco, a partire dal titolo ...

 
Alle 5 febbraio 2013 22:53 , Anonymous Suz ha detto...

Bentornato Ez!

Ah, ok, stiamo parlando della copertina... sono tutte immagini di organismi marini rielaborate dal signor Haeckel

 
Alle 5 febbraio 2013 22:53 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

la verità è che sono molto simpatico

 
Alle 5 febbraio 2013 22:54 , Anonymous Suz ha detto...

miaaaaowww

 
Alle 5 febbraio 2013 22:54 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

ahahahahahah

 
Alle 5 febbraio 2013 22:54 , Blogger Alligatore ha detto...

Troppo forte questo duo, che sarà trio nei live ...il primo dei quali sarà questo sabato, 9 febbraio, All'Arterìa di Bologna ... per gli altri seguiremo la Rete.

 
Alle 5 febbraio 2013 22:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Per finire: una domande che non vi ho fatto, un appello, un saluto, qualcosa che non abbiamo detto o qualcuno che non abbiamo ricordato, da fare assolutamente …troppe cose?

 
Alle 5 febbraio 2013 22:56 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

segnalo anche il 22 febbraio alle lavanderie ramone di Torino

 
Alle 5 febbraio 2013 22:56 , Anonymous Suz ha detto...

Stai tentando di tagliar corto per mandarci via?

 
Alle 5 febbraio 2013 22:57 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

un finale alla marzullo insomma

 
Alle 5 febbraio 2013 22:58 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

silenzio imbarazzante........

 
Alle 5 febbraio 2013 22:59 , Blogger Alligatore ha detto...

un classico della palude...

 
Alle 5 febbraio 2013 22:59 , Blogger Elle lo Spirito ha detto...

Se non volete andar via fatevi una domanda che richiede una lunga risposta!

 
Alle 5 febbraio 2013 23:00 , Blogger Alligatore ha detto...

.... qui l'intervista è sempre aperta, durerà anche nei prossimi giorni ;) lanciate qualche altro argomento.

 
Alle 5 febbraio 2013 23:01 , Anonymous Suz ha detto...

;) Allora, be’, potreste ascoltare l’album e se vi piace comprarlo! Del primo singolo, quel "Distant Skies" che ricorda un po' New York e un po' Bologna, esistono anche tre remix! Quello di KAtzuma and The Expanding Machine, quello di Black Job e quello di, last but not least, Ezra! Poi vorrei anche ricordare la compilation di SferaCubica in free download sul sito di XL dove si trova anche un remix di Blackjob aka Alessio “Manna Man Argenteri” e poi… poi potremmo ricordare il bar degli Artisti di Torino dove abbiamo praticamente soggiornato durante tutte le pause pranzo della registrazione del disco, che dici Ezra?

 
Alle 5 febbraio 2013 23:01 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

Suz progetti per le vacanze estive del 2013?

 
Alle 5 febbraio 2013 23:02 , Blogger Alligatore ha detto...

Battiammo tuti i record di durata con questi argomenti(una volta siamo andati avanti fino alle 3 di notte).

 
Alle 5 febbraio 2013 23:03 , Blogger Alligatore ha detto...

Siete pronti? ... i vostri pc resisteranno?

 
Alle 5 febbraio 2013 23:03 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

direi ottimi argomenti per finire in bellezza, vi consiglio di passarci, al caffè degli artisti intendo. per il resto Suz è stata precisissima.
inviterei anche a visitare il sito www.nomadrecords.it per streaming, news e free download.

 
Alle 5 febbraio 2013 23:04 , Anonymous Suz ha detto...

Vengo a stare da voi per un mesetto, la tua fidanzata non ti ha avvertito?

 
Alle 5 febbraio 2013 23:04 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

il mio pc sta insieme con lo scotch perciò penso di no, se ad un certo punto sparisco non prendetevela

 
Alle 5 febbraio 2013 23:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Direi che è la chiosa perfetta, per farsi una bella idea di questo cd, e della musica che gira intorno.

 
Alle 5 febbraio 2013 23:05 , Blogger Alligatore ha detto...

... ti ha avvertito la tua fidanzata?

 
Alle 5 febbraio 2013 23:06 , Blogger Alligatore ha detto...

.. da questo silenzio, forse no... o forse si è rotto il pc ;)

 
Alle 5 febbraio 2013 23:07 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

ma perchè tirate in mezzo la mia fidanzata? non ho capito... guardate che son permaloso

 
Alle 5 febbraio 2013 23:08 , Blogger Alligatore ha detto...

Spariti tutti...paura di rimanere in palude fino alle 3 ;)

 
Alle 5 febbraio 2013 23:08 , Anonymous Suz ha detto...

Sì, sul sito di Nomad Records si può veramente ascoltare ed acquistare tanta roba di qualità, a partire dalle produzioni di Ezra e di Epitome (i boss della label) per arrivare a quelle di Unstable Compound, PAndaj, Estel Luz e tanti altri.

 
Alle 5 febbraio 2013 23:10 , Anonymous Suz ha detto...

nuu dai Ezra non fare così, era una battuta. A me piacerebbe anche rimanere qui sino alle tre ma la mia connessione va davvero a carbone, sigh

 
Alle 5 febbraio 2013 23:11 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

scherzavo... scusate.

 
Alle 5 febbraio 2013 23:12 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie Suz, grazie Ezra, grazie Elle e Manuel e uzi... e chi è passato e passerà a leggere e/o commentare.

 
Alle 5 febbraio 2013 23:12 , Blogger Alligatore ha detto...

Se non abbiamo detto tutto, abbiamo di sicuro detto molto ...

 
Alle 5 febbraio 2013 23:13 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

grazie a voi, alla prossima

 
Alle 5 febbraio 2013 23:13 , Blogger Alligatore ha detto...

...ed è giusto lasciare un po' di mistero.

 
Alle 5 febbraio 2013 23:14 , Blogger Elle lo Spirito ha detto...

Buonanotte a tutti.. e 3!

 
Alle 5 febbraio 2013 23:15 , Blogger Alligatore ha detto...

Buonanotte e buonafortuna a Suz ... e anche ad Ezra, Elle, Manuel, Uzi ...

 
Alle 5 febbraio 2013 23:16 , Blogger Ezra NoMad ha detto...

notte

 
Alle 5 febbraio 2013 23:16 , Anonymous Suz ha detto...

Buonanotte e grazie!

 
Alle 5 febbraio 2013 23:17 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie a voi ... alla prossima.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page