domenica 10 febbraio 2013

Dal teatro occupato al teatro occupato

Cesare Basile ha presentato venerdì  8 febbraio il suo omonimo disco nato nel Teatro Coppola di Catania. L'ha presentato nello stesso teatro occupato, una delle esperienze più vive di questi anni bui. Io l'ho intervistato per Smemoranda.

Per finire: una domanda che non ti ho fatto, un appello, un saluto, qualcosa che non abbiamo detto o qualcuno che non abbiamo ricordato, da fare assolutamente …troppe cose?
Fare assolutamente quello che i nostri bisogni ci chiedono, senza chiedere permesso.
 

Per leggere il resto dell'intervista clicca qui.

Etichette: , , , , , , , , ,

28 Commenti:

Alle 10 febbraio 2013 09:00 , Blogger Elle lo Spirito ha detto...

Naturalmente non lo conoscevo. Mi piace il valore dato alla solitudine come arricchimento; così come i "bisogni individuali condivisi per farsi azione" - dove mi sembra che finalmente il termine "condividere", stuprato ogni giorno sul web, ritorni al suo significato puro di "avere in comune".
Ma le scoperte non finiscono: non solo ora so che cos'è un teaser, ma noto anche che molti musicisti (non solo lui) continuano a fare versioni in vinile, non lo sapevo. Il vinile è così romantico!

 
Alle 10 febbraio 2013 09:25 , Blogger bibliomatilda ha detto...

Che bello il tuo lavoro, All, scoprire che in Italy non ci sono solamente personaggi tristi e "giullareschi".
Che bello poter avere a che fare con persone che pensano e creano, costruiscono almeno nei prodotti della loro mente qualcosa di migliore di tutto quello che giornalmente ci opprime, un poco, tutti...

 
Alle 10 febbraio 2013 09:29 , Blogger m4ry ha detto...

Grazie per avermi dato la possibilità di conoscere Cesare Basile. Ora devo approfondire. Quanto ha ragione quando dice : "Fare assolutamente quello che i nostri bisogni ci chiedono, senza chiedere permesso"..e non vuol dire essere egoisti. Vuol semplicemente dire assecondarsi per star bene..
Buona domenica :)

 
Alle 10 febbraio 2013 11:28 , Blogger Zio Scriba ha detto...

Grande Ally!
Gli Artisti hanno bisogno di belle persone come te: appassionate, oneste, libere! (e io ne so qualcosa... :D)

 
Alle 10 febbraio 2013 13:32 , Blogger Alligatore ha detto...

@Elle
Capisco perfettamente quello che scrivi ... dico solo che adoro il vinile, che rappresenta un bel periodo di ascoltare e condividere in modo corretto.
@Bibliomatilda
Grazie, direi che Cesare si adatta perfettamente a quello che dici. Ne conosco un bel po' e mi piace condividerli ...
@m4ry
Grazie a te per questa comprensione, direi che l'occupazione di un teatro è una cosa buona in quel senso.
@Zio Scriba
Grazie zio! ;)

 
Alle 10 febbraio 2013 17:42 , Blogger redcats ha detto...

Il pranzo rischia di sfumare se non fermiamo tutti insieme la mummia rediviva!

 
Alle 10 febbraio 2013 17:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Io invece penso che la mummia non sia per nulla rediviva, ma sia solo uno spauracchio, o, come dice l'amico George, una pistolina spuntata, e allora credo sia meglio dar forza alla vera opposizione (ti immagini un governo Pd-Monti, come è già nelle cose, con la sola opposizione della pistolina spuntata?).

 
Alle 10 febbraio 2013 18:21 , Blogger redcats ha detto...

Vorrei poterti credere, ma quello è l'Idra dalle 100 teste e purtroppo dopo anni di ipnotismo televisivo molti italiani di testa ne hanno sì e no una e piccola e smemorata...

 
Alle 10 febbraio 2013 18:30 , Blogger Alligatore ha detto...

La concorrenza a destra di Monti, e sul lato del populismo di Grillo, lo ridurranno a ben poca cosa. Lui sta alzando le offerte perché i suoi sondaggi lo danno fuori dai giochi. Il fatto che candidi Alfano, ma si metta lui davanti, la dice lunga: sta cercando di perdere il meno possibile, ma poi a fare la figuraccia saranno altri. Poi, nei prossimi anni, se la salute lo assisterà, potrà crescere e ritornare. Con la gente ci parlo tutti i giorni (gente sua, una volta), e ho capito che non ci credono più, sorridono amari, ma non lo voteranno in molti. Se vince e diventa ministro dell'economia, ti offro una cena, tu intanto fai due pranzi abbondanti ;)

 
Alle 10 febbraio 2013 18:41 , Blogger redcats ha detto...

Spero che non me la debba offrire mai questa cena!

 
Alle 10 febbraio 2013 20:07 , Blogger Adriano Maini ha detto...

Cosa intensa affermare "Fare assolutamente quello che i nostri bisogni ci chiedono, senza chiedere permesso."!

 
Alle 10 febbraio 2013 20:39 , Blogger Alligatore ha detto...

@Redcats
Ho una lunga lista di persone alle quali ho detto che offrirò una cena in caso di una vittoria de el Banana (per me impossibile, nei numeri, nelle liste a lui direttamente concorrenti, nell'umore che colgo nella sua roccaforte, sua e dei suoi alleati verdi azzoppati). Se vince mi rovino ;)
@Adriano Maini
Hai colto perfettamente, il grande Cesare Basile è tra i più intensi esponenti del rock italico.

 
Alle 10 febbraio 2013 21:08 , Blogger mr.Hyde ha detto...

Iniaziative di grande valore artistico e umano e cultura, di cui abbiamo bisogno.Grazie di tutto!!

 
Alle 10 febbraio 2013 22:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Concordo, è un movimento artistico che fa ben sperare, per la Sicilia, l'Italia, il mondo del rock e non solo ...

 
Alle 11 febbraio 2013 00:31 , Blogger Non si dice piacere - La moda passa, lo stile resta ha detto...

intervista molto interessante.

buon inizio settimana

http://nonsidicepiacere.blogspot.it/

 
Alle 11 febbraio 2013 00:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie, buona settimana anche a te...

 
Alle 11 febbraio 2013 01:20 , Blogger George ha detto...

Basile per me è un grande, deve essere stata una bella soddisfazione intervistarlo per la seconda volta ... in occasione di un concerto al Coppola occupato poi. Grande Ally!

 
Alle 11 febbraio 2013 02:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie, mi fanno molto piacere queste tue parole, credo anche io, sia una cosa importante quella fatta da Cesare Basile.

 
Alle 11 febbraio 2013 12:57 , Blogger Serena S. Madhouse ha detto...

Non lo conoscevo, chissà... intanto grazie!

 
Alle 11 febbraio 2013 17:15 , Blogger Alligatore ha detto...

Ti piacerà, da appassionata di Nick Cave quale sei, ti piacerà anche Cesare Basile.

 
Alle 11 febbraio 2013 17:31 , Blogger Cavaliere oscuro del web ha detto...

Ottima intervista.
Saluti a presto.

 
Alle 11 febbraio 2013 17:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie, sempre un piacere averti i palude, cavaliere ...

 
Alle 11 febbraio 2013 23:08 , Blogger Serena S. Madhouse ha detto...

be'..allora devo assolutamente sentirlo e non mi fa pensare che non ho ancora preso il nuovo album di Nick, bloccata in casa dalla neve..gasp..

 
Alle 11 febbraio 2013 23:33 , Blogger Alligatore ha detto...

Lo devo prendere ancora io, bloccato da molte cose ...tornando al nostro, Cesare Basile ha suonato in giro per il mondo con molti, e anche con l'ex Bad Seeds Hugo Race. Imprescindibile.

 
Alle 13 febbraio 2013 01:46 , Blogger Greis ha detto...

Ma lo sai che io non l'ho mai detto?

 
Alle 13 febbraio 2013 01:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma l'hai pensato, la frase di Cesare sarebbe perfetta sulla tua bocca.

 
Alle 13 febbraio 2013 01:51 , Blogger Greis ha detto...

No. IMPRESCINDIBILE. Mai detto io ;-)

 
Alle 13 febbraio 2013 19:30 , Blogger Alligatore ha detto...

... ah, ah, ah, scusami, ma ubriaco da questo no captha day ho visto solo ora. Che dire? Anche tu per me sei imprescindibile...

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page