giovedì 5 gennaio 2012

A piedi nudi per le operaie Omsa



Post liberamente ispirato da quello dell'amico George 
Trovate un perfetto riassunto di tutto dall'amica Ross

Etichette: , , , , , , , , , , ,

29 Commenti:

Alle 5 gennaio 2012 13:36 , Blogger Eva ha detto...

Mai acquistato un paio. Sono pure scadenti. Bacio

 
Alle 5 gennaio 2012 13:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Motivo in più per boicottare.
Bacio.

 
Alle 5 gennaio 2012 14:26 , Blogger federica ha detto...

BUON ANNO ALLIGAAAAAAAAA!!!!!! :** SONO UN PO' IN RITARDO MA COME SI DICE MEGLIO TARDI CHE MAI.. :) :*

 
Alle 5 gennaio 2012 14:36 , Blogger Ross ha detto...

Ho appena pubblicato un post anche io sulla lotta delle operaie Omsa.
La parola d'ordine è boicottaggio. Se trova appesa una calza Omsa la befana lascia il carbone! :)

 
Alle 5 gennaio 2012 15:08 , Blogger Grace (ma gnappetta della Val Gina) ha detto...

Io sono con le OPERAIE, ma non posso boicottare, perchè non ho mai acquistato Golden Lady.
Posso, però, esortare le mie amiche a fare lo stesso ;)

 
Alle 5 gennaio 2012 15:29 , Blogger Niccoló Pagliari ha detto...

passa a vedere i miei disegni se ti va :)
http://www.nicksketches.blogspot.com/

 
Alle 5 gennaio 2012 15:32 , Blogger Blackswan ha detto...

Sto ovviamente,da tutta una vita, dalla parte di chi è sfruttato.Nello specifico,sono ancora più incazzato, perchè si tratta di una delocalizzazione per diminuire i costi.Porci!

 
Alle 5 gennaio 2012 17:31 , Blogger pOpale ha detto...

Io mai comprate perchè i pelazzi da pOpale non me lo permettevano ;-)
Ma la bipede non comprerà mai più OMSA! Siamo solidali!

 
Alle 5 gennaio 2012 18:25 , Blogger Stefania ha detto...

Caro Alligatore ... (il tuo soprannome è troppo simpatico) ^__^ ... per quanto riguarda la qualità dei prodotti, è risaputo che, di certo, non è colpa degli operai, ma di chi investe per economicizzare all'estero ... stessa cosa che accade con le vetture fiat che diconsi scadenti, cosa non vera, e la cui causale è data, di nuovo,da chi investe all'estero senza investire nelle grandi risorse che il nostro grande paese ha ancora da far scoprire ... è come quando si mangia un bel panino, lo vogliamo buono per evitare in qualche modo di lasciarci le penne, ma di fatto pretendiamo di pagarlo poco ingerendo sostanze che non metteremmo neppure nel cassonetto dei rifiuti!! ... non è tanto un parere personale quanto una reale statistica! (facendo, ovviamente presente, di quanto sia eccessivo il costo della vita oggi)!! Per quanto concerne la questione degli operai, in genere (in italia),sottopagati e, sfruttati all'inverosimile quasi schiavi del lavoro, che li disprezza persino come persone, io mi sento di offrire una spalla e quindi di appoggiare la causa, perchè il problema non sta nel comprare o NON un prodotto, ma nel difendere ciò che di fatto ci appartiene per evitare, com'è logico che sia, di essere (come conseguenza della grande ignoraza e dell'opportunismo che dilaga), di fare la stessa fine. A ragionare in un certo modo, si sà, si finisce col cadeci dentro!!!
Non faccio di certo la morale a nessuno, io che nessuno sono ... però il mio parere è questo.
Un abbraccio! Stefy-settepassi

 
Alle 5 gennaio 2012 19:44 , Blogger giacy.nta ha detto...

Sto con le operaie e con chi si ritrova senza un lavoro. Il caso Omsa è analogo a tanti altri ma scuote ancora di più ed è facile capire perchè, almeno per la generazione cresciuta con Carosello.

 
Alle 5 gennaio 2012 20:28 , Blogger mr.Hyde ha detto...

La mia compagna non le compra io (..ehm)nemmeno.
Mi trovi concorde sempre contro ogni tipo di ingiustizia!!

 
Alle 5 gennaio 2012 22:35 , Blogger Alligatore ha detto...

@federica
Grazie, buon anno nonostante tutto :*
@Ross
Ora verrò a leggere il tuo post, che sarà sempre completo e ineccepibile. Concordo, boicottiamo la Omsa alla befana e sempre (fino alla vittoria finale).
@Grace
Brava, hai ragione. Io invece consumavo parecchie, quasi un paio al giorno (sai, con le mie unghie), e ora con il mio boicottaggio se ne renderà conto il sior paron ...
@Niccolò
Passerò di certo, grazie del tuo passaggio nella palude ragazzo.
@Blackswan
Sottoscrivo, e mi chiedo: come è possibile che la politica resti ferma? Si diano da fare per creare una legge, magari europea, che faccia pagare una supertassa a chi delocalizza (ovviamente retroattiva di almeno 20 anni).
@pOpale
Fa piacere, e spero siano in tante a seguire la bipede che ti sta accanto ...
@Stefania
Grazie per il nome simpatico, ma è che sono così ;) comunque la questione centrale, e mi pare che concordiamo, è il lavoro, grande rimosso della nostra società, e la sua giusta redistribuzione: chi troppo e chi minga ... questa è la fallimentare politica neoliberista. Bisogna cambiarla. Il boicottaggio è uno strumento storico che spesso ha funzionato.
@giacy.nta
Sì, colpisce nell'immaginario per quella pubblicità (ma non solo Carosello, anche dopo mi ricordo certi slogan e certe immagini ...), e poi, come ha ricordato blackswan sopra, è una ditta che va bene, quindi la delocalizzazione non ha ragione di essere (non sarebbe giusta lo stesso, ma così ancora di più).
@MrHyde
Come dicevo sopra, io con le mie unghie ne distruggevo almeno un paio al giorno ...sentiranno molto il mio boiccotaggio.

 
Alle 6 gennaio 2012 02:03 , Blogger George ha detto...

Oh, grazie, tutti uniti nella lotta, mi piace ally-gatore. Great RHCP.

 
Alle 6 gennaio 2012 08:19 , Blogger Andrea ha detto...

Sì sì boicottare...e non so dalle tue parti ma dalle mie la situazione comincia a farsi veramente serissima.

 
Alle 6 gennaio 2012 08:52 , Blogger Maraptica ha detto...

Non faticherò nel boicotarre una cosa che io già non compro mai. Succede a chi odia le calze e porta d'inverno solo pantaloni. Non lo dico che cmq, anche se fossi stata una compatrice di calze accanita, le avrei boicotatte vero? Ecco.

 
Alle 6 gennaio 2012 10:02 , Blogger Alessandra ha detto...

Buon anno e buona befana, abbiamo usato le calze che ci regalano sull'aeroplano.

 
Alle 6 gennaio 2012 10:34 , Blogger Zio Scriba ha detto...

Pienamente d'accordo.
Anche se a voler boicottare TUTTI i bastardi che sfruttano, sottopagano, licenziano, schiavizzano, e/o quelli che truffano i consumatori ci sarebbe da andare in giro nudi e da morire stoicamente di fame... :-(

 
Alle 6 gennaio 2012 11:24 , Blogger indierocker ha detto...

...ma sei un maniaco!!! prima tinto brass nudo,, poi franco nero nudo (con mutande improponibili!), adesso i RHCP nudi...!!!!
ciao!

 
Alle 6 gennaio 2012 12:01 , Blogger Alligatore ha detto...

@George
Sono in sintonia, grazie a te.
@And
Direi che comincia ad essere seria anche nella mia zona, grazie al neoliberismo trionfante e alle scelte di questo e del precedente governo.
@Maraptica
Non avevo dubbi ;) Brava.
@Ale
Spero non siano delle marche del gruppo (più di uno, guardate dall'amica Ross).
@Zio
Concordo, infatti è quello che propongo io ;)
@indie
Ti voglio senza captcha, cosa aspetti a levartelo?

 
Alle 6 gennaio 2012 13:17 , Anonymous 'povna ha detto...

Purtroppo non le ho mai comprate, dunque personalmente il mio boicottaggio aggiungerà poca statistica. Però ho girato adeguatamente la catena!

 
Alle 6 gennaio 2012 13:32 , Blogger Alligatore ha detto...

'povna
Statisticamente, tra le lettrici del mio blog, e amiche che mi hanno scritto una mail, le comprava lo zero per cento, però in giro si diffonde la voce e spero continui anche dopo la befana ...

 
Alle 6 gennaio 2012 14:21 , Blogger .B. ha detto...

concordo con Eva, le ho prese una volta e poi mai più: pizzicano, tirano, irritano, e sono calze a filato intessuto di crudeltà, in tutti i sensi.

solidarietà assoluta alle operaie della Omsa.
e poi sinceramente il collant da anche fastidio....meglio le parigine ;)
Ciao Alli ^^

 
Alle 6 gennaio 2012 16:49 , Blogger nico ha detto...

Ci voleva questo post Dieguito, così come quello di Ross! Bisogna fare di tutto per far sentire a queste lavoratrici quanto si possa essere vicini a loro! Bravo Alli, grazie

 
Alle 6 gennaio 2012 18:17 , Blogger Felinità ha detto...

In effetti non mi sono mai trovata bene con questi due marchi, si romoevano con molt afacilità, alla luce degli ultimi fatti probabilmente risparmiavano anche su qualche denaro - nel senso di magli adelle calze - mi sarà facile non acquistarle tanto più ora, speriamo se questa scelta di sola speculazione da parte della dirigenza li punisca alla lunga.
Un caro saluto caro Ally

 
Alle 6 gennaio 2012 18:27 , Blogger Alligatore ha detto...

@.B.
Altra testimonianza importante, concordo nella vicinanza con le operaie in lotta e ... meglio le parigine, non so cosa siano, ma la mia fantasia non ha limiti ;)
@Nico
Grazie a te, che aggiungere? Il post di Ross è completissimo, invito chi non l'ha fatto a leggerlo ...
@Felinità
Altra testimonianza importante, e concordo: spero in una giusta punizione, di mercato e magari di legge (una supertassa per chi delocalizza).

 
Alle 6 gennaio 2012 22:09 , Blogger Adriano Maini ha detto...

Mi unisco. Con il pensiero, intanto.

 
Alle 7 gennaio 2012 13:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Grande Adriano!

 
Alle 8 gennaio 2012 21:30 , Blogger ElenaSole ha detto...

Donne disoccupate, questo non mi piace e molta solidarietà, e boicottaggio anche se effettivamente prese tempi addietro non mi piacciono queste calze e tirano e non riesci a farle stare bene...
Se non ricordo male però, dietro al settore calze nel mantovano c'era stato una problematica anni addietro risolta con un consorzio per salvare il settore...qualcuno ne sa qualcosa???

 
Alle 9 gennaio 2012 00:38 , Blogger Alligatore ha detto...

@ElenaSole
Non ne so nulla del consorzio, però credo che sia una delle strade da seguire, come alla INNSE, gli operai che prendono possesso della fabbrica e la mandano avanti ...

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page