lunedì 28 novembre 2011

Due parole con The Singers

Questa sera in diretta sul blog The Singers, un gruppo da Roma per la prima volta nella palude. Intervista difficile, in quanto quando metto su il loro recente cd la mia coda comincia a battere e non si ferma più, il pc trema tutto e scrivere diventa difficile. S’intitola The Room Went Black, ed è stato da loro autoprodotto con uno slancio e una freschezza simile al loro nome. Diretti e saltellanti, citazionisti con stile di tutto il pop-rock migliore, dai Beatles ai Franz Ferdinand e oltre.

Il loro singolo, Dance! Dance! Dance! è stato di recente scelto per lo spot di un noto brand di abbigliamento femminile, e questa la dice lunga sulla loro capacità di conquistare territori apparentemente lontani dall’alternative-rock di riferimento. Sapranno loro resistere alla moda? Credo di sì. Formatisi da poco più di un anno, sono riusciti a trovare attenzione e dare vita a The Room Went Black nel giro di soli nove mesi (come un bambino). Registrato a Roma, mixato a Londra, ora se ne parla anche nella mia palude. Pronti?

VAI AL LORO MYSPACE

http://www.myspace.com/thesingersband

Etichette: , , , , , , , , ,

81 Commenti:

Alle 28 novembre 2011 21:31 , Anonymous The Singers ha detto...

Ci siamo. Ciao Alligatore!

 
Alle 28 novembre 2011 21:33 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao ragazzi, benvenuti nella palude.

 
Alle 28 novembre 2011 21:33 , Anonymous The Singers ha detto...

Grazie per l'invito. Ne siamo lusingati.

 
Alle 28 novembre 2011 21:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Piacere mio ...come siete messi?

 
Alle 28 novembre 2011 21:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Tutti insieme ad un pc?

 
Alle 28 novembre 2011 21:35 , Anonymous The Singers ha detto...

Tutti insieme a un pc. Giulio, Vicky, Andrea e Matteo. Ci siamo tutti e quattro.

 
Alle 28 novembre 2011 21:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Bene, allora che ne dite?

 
Alle 28 novembre 2011 21:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Partiamo?

 
Alle 28 novembre 2011 21:36 , Anonymous The Singers ha detto...

Pronti. Partiamo.

 
Alle 28 novembre 2011 21:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Perefetto, faccio partire il cd e vado con la prima domanda.

 
Alle 28 novembre 2011 21:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Ok, il cd è partito, e io vi chiedo come è nato?

 
Alle 28 novembre 2011 21:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Come è nato “The Room Went Black”?

 
Alle 28 novembre 2011 21:43 , Blogger The Singers ha detto...

TRWB è nato subito dopo il nostro incontro. Una serie di congiunzioni astrali che te le raccomando... Vicky è nato a Bari ma vive a Roma da più di metà della vita. Andrea è nato a Sofia, in Bulgaria, e ha passato gran parte della vita in Canada. Matteo invece è stato sempre diviso tra Milano e Lucca. Ma ci siamo incontrati a Roma, dove Giulio è nato e cresciuto.
TRWB è nato in 9 mesi. Abbiamo cominciato a scriverlo dopo qualche mese di prove insieme. Le canzoni hanno cominciato a uscire da sole... è stato un processo piuttosto veloce ma galvanizzante.

 
Alle 28 novembre 2011 21:46 , Blogger Alligatore ha detto...

Allora è vero, tutte le strade portano a Roma ;)

 
Alle 28 novembre 2011 21:46 , Blogger The Singers ha detto...

Ci siamo divertiti a scriverlo e a registrarlo. Se pensiamo a quei giorni in studio, la sensazione era di estrema soddisfazione, crescevamo di giorno in giorno come musicisti e cresceva il disco. Tutte quelle giornate sono state vissute "di pancia". Magari è una cosa banale, ma ogni pezzo di "The Room Went To Black" è un pezzo di uno di noi.

 
Alle 28 novembre 2011 21:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Comuqnue, battute a parti, si sente questa immediatezza nella vostra musica...

 
Alle 28 novembre 2011 21:47 , Blogger The Singers ha detto...

Sì, tutte le strade portano a Roma. E la musica è la bussola per orientarsi, se ce ne fosse bisogno.

 
Alle 28 novembre 2011 21:48 , Blogger Alligatore ha detto...

Be', come non concordare su questo?

 
Alle 28 novembre 2011 21:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché questo titolo? … non è il titolo di una delle canzoni dell’album.

 
Alle 28 novembre 2011 21:49 , Blogger The Singers ha detto...

L'immediatezza è una delle prime cose che abbiamo cercato nello scrivere e nell'arrangiare i pezzi. Preferiamo togliere che aggiungere. Cerchiamo sempre di limare un brano per renderlo diretto e immediato, senza troppi fronzoli.

 
Alle 28 novembre 2011 21:52 , Blogger The Singers ha detto...

Il titolo è stato incerto per alcuni mesi durante la lavorazione ma in realtà "The Room Went Black" è stato il primo titolo che abbiamo tirato fuori. Non è il titolo di un brano - non l'avremmo mai intitolato come uno dei brani perché ci piace l'idea che l'album sia una sorta di raccoglitore di canzoni -ma è parte di un verso di "Pina Colada Experience" uno dei pezzi del disco. Per noi quel titolo riassume il tono generale dei testi.

 
Alle 28 novembre 2011 21:52 , Blogger The Singers ha detto...

Lo abbiamo detto spesso e lo ripetiamo. La stanza si oscura ogni sera, ogni volta che si torna a casa. Ogni notte che un'idea nuova ti viene a far visita. È il momento in cui parla la musica. Se chiudi gli occhi, la senti meglio.

 
Alle 28 novembre 2011 21:54 , Blogger Alligatore ha detto...

Modo molto romantico di pensare, da artisti ... La notte vengono le idee migliori.

 
Alle 28 novembre 2011 21:56 , Blogger The Singers ha detto...

Esatto! La gran parte dell'ossatura dei brani l'abbiamo tirata giù di notte, a casa sul divano con la chitarra acustica in braccio.

 
Alle 28 novembre 2011 21:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Ci posso credere ... e di questi pezzi, c'è qualcuno che preferite? Qualche pezzo del quale andate più fieri?

 
Alle 28 novembre 2011 22:01 , Blogger The Singers ha detto...

Difficile scegliere... Sono tutti nostri figli! Però siamo particolarmente soddisfatti di "18:18" e "Gods To Surrender": la melodia e la forma canzone, elementi per noi centrali, sono stati centrati per bene in quei 2 pezzi. Almeno a nostro parere.

 
Alle 28 novembre 2011 22:03 , Blogger Alligatore ha detto...

Decisamente due bei pezzi, concordo ... e concordo anche sulla difficoltà del preferirne uno rispetto ad un altro.

 
Alle 28 novembre 2011 22:04 , Blogger Alligatore ha detto...

A me piace, tra gli altri, anche "Red Snow" ...

 
Alle 28 novembre 2011 22:06 , Blogger The Singers ha detto...

Eh, anche a noi. Pensa che l'abbiamo scelta come apripista per l'EP speciale che abbiamo registrato per Rockit. Uscirà in un ancora imprecisato giorno di dicembre e conterrà 4 tracce, 3 "rifacimenti" e un inedito. Pensiamo che la "nuova" "Red Snow" possa essere ancora migliore dell'originale.

 
Alle 28 novembre 2011 22:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Bene, allora l'attendiamo su Rockit...

 
Alle 28 novembre 2011 22:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Se il vostro disco fosse un concept-album su cosa sarebbe?

 
Alle 28 novembre 2011 22:11 , Blogger The Singers ha detto...

La malinconia è il fil rouge del disco. Forse è perché siamo cresciuti a a pane e Nirvana ma scrivere così ci viene naturale. Più in generale, ci piace fissare sui nostri testi quelle immagini che colpiscono la nostra emotività. Prendi un'emozione, piccola o grande, slegala dal quotidiano, colorala di note e astrai il tutto.

 
Alle 28 novembre 2011 22:12 , Blogger The Singers ha detto...

E' una buona risposta...? :-)

 
Alle 28 novembre 2011 22:13 , Blogger Alligatore ha detto...

Ottima ... Nirvana? Poi arriviamo alla domanda sulle influenze.

 
Alle 28 novembre 2011 22:13 , Blogger Alligatore ha detto...

“The Room Went Black” è stato da voi autoprodotto. Lo consigliereste anche ad altri giovani musicati di farlo? È stato difficile?

 
Alle 28 novembre 2011 22:15 , Blogger The Singers ha detto...

Lo consiglieremmo? Sì. E' stato complicato? Sì. Ma anche entusiasmante e incredibilmente formante dal punto di vista della crescita di un musicista.

 
Alle 28 novembre 2011 22:16 , Blogger Alligatore ha detto...

Capisco ... sentite, una domanda improvissa.Chi è Robert J.Finch? Omaggiato nel bel pezzo che sto ascoltando ora ...

 
Alle 28 novembre 2011 22:16 , Blogger The Singers ha detto...

Comunque abbiamo avuto vicino alcune persone che ci hanno dato consigli preziosi, come quello di andare a fare il Mastering a Londra o comunque all'estero. Prima di optare per Londra stavamo pensando di volare a New York... o quanto meno di spedire il disco laggiù.

 
Alle 28 novembre 2011 22:18 , Blogger The Singers ha detto...

Gran bella domanda! Non sai quanto volevamo che qualcuno ce la facesse. Dunque, Robert J. Finch riposa in pace nel cimitero di Brompton a Londra, proprio vicino allo stadio del Chelsea. Questa zona della città si vede anche in un bellissimo film di Cronenberg, "La promessa dell'Assassino", con Viggo Mortensen. Vicky e Giulio si trovavano lì insieme qualche tempo fa e hanno preso ispirazione.

 
Alle 28 novembre 2011 22:19 , Blogger Alligatore ha detto...

Gran film, e svelato il mistero.

 
Alle 28 novembre 2011 22:20 , Blogger The Singers ha detto...

Yep.

 
Alle 28 novembre 2011 22:20 , Blogger Alligatore ha detto...

“Dance! Dance! Dance!” È stato scelto per lo spot di un noto brand di abbigliamento femminile. Come mai? Ci spiegate la cosa?

 
Alle 28 novembre 2011 22:24 , Blogger The Singers ha detto...

Abbiamo ricevuto una telefonata dal marketing di questo brand alla fine di ottobre. Ci hanno spiegato che avevano ascoltato il brano online - proprio su Rockit - e che se ne erano innamorati. Ci hanno quindi chiesto di utilizzarlo per la campagna pubblicitaria di brand che avrebbero legato, di lì a poco, all'ultimo film della saga di "Twilight". Ne siamo stati entusiasti e ora il nostro pezzo è in una pubblicità. Il che ci fa un po' impressione...

 
Alle 28 novembre 2011 22:25 , Blogger The Singers ha detto...

Tra l'altro "Dance! Dance! Dance! (Hit The Floor)" è stata scelta anche per la colonna sonora di un film indipendente made in USA che si intitola "Turtle Hill, Brooklyn".

 
Alle 28 novembre 2011 22:26 , Blogger Alligatore ha detto...

Questo prima della pubblicità? ... e, che sappiate, uscirà o è gia uscito in Italia?

 
Alle 28 novembre 2011 22:28 , Blogger The Singers ha detto...

Prima della pubblicità. Il regista ci ascoltò su Bandcamp e si mise in contatto con noi. Non puoi capire l'emozione. Ora il film è in giro per festival in cerca di distributori. E speriamo davvero che riesca a uscire allo scoperto.

 
Alle 28 novembre 2011 22:29 , Blogger Alligatore ha detto...

Me lo segno ... e spero di vedere questo film presto.

 
Alle 28 novembre 2011 22:30 , Blogger Alligatore ha detto...

Copertina molto invernale, inglese, grigia...

 
Alle 28 novembre 2011 22:30 , Blogger Alligatore ha detto...

... di chi è opera questa copertina? È nata prima la cover o prima il cd?

 
Alle 28 novembre 2011 22:33 , Blogger The Singers ha detto...

La copertina nasce dopo l'album. La foto l'ha scattata il nostro batterista Matteo nella mattinata dello scorso anno in cui ha nevicato a Roma, un vero evento per la nostra città. Il lavoro sulla foto e, più in generale, grafico l'ha invece fatto Giulio. Anche questa, come il titolo del disco, è stata la prima di una serie di bozzetti. Alla fine ci siamo resi conto che... buona la prima.

 
Alle 28 novembre 2011 22:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Be', un bel lavoro, che combacia alla perfezione con la vostra musica. Che zona di Roma è?

 
Alle 28 novembre 2011 22:38 , Blogger The Singers ha detto...

Ci siamo promessi di non rivelarlo... Facciamo così, si trova in una delle aree più famose del centro. Chi ci manda la risposta o una foto del luogo su Facebook, vince CD e T-Shirt.

 
Alle 28 novembre 2011 22:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Fantastico concorso a premi, difficile anche, una Roma invernale che sembra Parigi.

 
Alle 28 novembre 2011 22:41 , Blogger Alligatore ha detto...

A tutti i lettori, chi ci manda la risposta o una foto del luogo su Facebook, vince CD e T-Shirt.

 
Alle 28 novembre 2011 22:41 , Blogger Alligatore ha detto...

La domanda è: che zona di Roma è ritratta nella foto della copertina?

 
Alle 28 novembre 2011 22:42 , Blogger The Singers ha detto...

Grande! www.facebook.com/thesingersband

 
Alle 28 novembre 2011 22:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Vediamo, sono curioso.

 
Alle 28 novembre 2011 22:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Tra The Strokes e Arcade Fire, Blur e Arctic Monkeys … Sonic Youth. Questo a leggere le prime recensioni all’album.

 
Alle 28 novembre 2011 22:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Vi sembrano paragoni centrati? Siamo fuori? Altri nomi che invece sentite a voi vicini?

 
Alle 28 novembre 2011 22:47 , Blogger The Singers ha detto...

Intimidiamo di fronte a quei nomi. Però è vero che ascoltiamo (anche) quelle band. Gli Arcade Fire sono il più grande gruppo degli ultimi anni. "Funeral", "Neon Bible" e "The Suburbs" ci hanno letteralmente steso.
Spesso la gente che ci viene ad ascoltare dal vivo ci paragona ai Police. E noi, con le guance rosse, non possiamo che ringraziare.
La verità è che stiamo trovando la nostra strada. E' inevitabile rifarsi a qualcuno o qualcosa ma crediamo che TRWB abbia degli spunti personali.

 
Alle 28 novembre 2011 22:50 , Blogger Alligatore ha detto...

Di sicuro, credo ci siano influenze, filtrate da una visione personale. Come è giusto sia.

 
Alle 28 novembre 2011 22:50 , Blogger Alligatore ha detto...

Come e dove presenterete l’album?

 
Alle 28 novembre 2011 22:53 , Blogger The Singers ha detto...

Il disco l'abbiamo presentato ufficialmente lo scorso sabato. A Roma, in uno showcase a inviti che abbiamo organizzato nel posto in cui l'abbiamo registrato, il Trafalgar Recording Studio. E' stata una gran bella esperienza. Elettrizzante, a dir poco. Non ci vogliamo montare la testa, per carità, ma è stato come chiudere un cerchio. Ed è anche stata una bella festa,
A breve avremo foto e video da condividere online con chi lo vorrà.

 
Alle 28 novembre 2011 22:54 , Blogger Alligatore ha detto...

Staremo attenti ai vostri spazi web.

 
Alle 28 novembre 2011 22:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Altre date a breve?

 
Alle 28 novembre 2011 22:56 , Blogger The Singers ha detto...

Il 14 dicembre saremo al Contrappunto di Perugia. E il 20 gennaio 2012 apriremo per i We Were Promised Jetpacks al Traffic di Roma.

 
Alle 28 novembre 2011 22:57 , Blogger Alligatore ha detto...

Bene, segnate le date, e per finire ...

 
Alle 28 novembre 2011 22:57 , Blogger Alligatore ha detto...

... una domanda che non vi ho fatto, una risposta e poi tutti a nanna.

 
Alle 28 novembre 2011 22:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Anche se è presto ...

 
Alle 28 novembre 2011 22:58 , Blogger The Singers ha detto...

Perché cantate in inglese?

 
Alle 28 novembre 2011 22:59 , Blogger Alligatore ha detto...

Bella questa ;)

 
Alle 28 novembre 2011 23:02 , Blogger The Singers ha detto...

E' una domanda che non sopportiamo granché. E ovviamente ci viene fatta spesso. E l'abbiamo tirata fuori proprio per ringraziarti di non avercela posta (contorti, eh!). Scrivere in inglese ci viene naturale: abbiamo ascoltato soprattutto musica inglese nella nostra vita - ci sono band italiane incredibili che seguiamo con passione, intendiamoci... Ministri e Verdena, tanto per citarne un paio - leggiamo in inglese tutti i giorni su internet ma anche libri e fumetti e vediamo film e serie tv in inglese. Insomma, per noi è la norma e non ci sembra strano che una band italiana possa cantare in inglese come fanno tanti gruppi stranieri.

 
Alle 28 novembre 2011 23:03 , Blogger Alligatore ha detto...

Concord ;)

 
Alle 28 novembre 2011 23:03 , Blogger Alligatore ha detto...

Domanda fuori del tempo, capisco la contorsione.

 
Alle 28 novembre 2011 23:04 , Blogger The Singers ha detto...

:-)

 
Alle 28 novembre 2011 23:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Dire che abbiamo detto tutto. Se non avete altro da aggiungere, io vi ringrazio e saluto.

 
Alle 28 novembre 2011 23:06 , Blogger The Singers ha detto...

Grazie a te Alligatore! E' stato un vero piacere. Lasciamo la palude sperando di tornare a trovarti presto.

 
Alle 28 novembre 2011 23:06 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie a voi ... la palude è sempre aperta.

 
Alle 28 novembre 2011 23:06 , Blogger Alligatore ha detto...

Buonanotte e buonafortuna The Singers.

 
Alle 28 novembre 2011 23:07 , Blogger The Singers ha detto...

Grazie davvero e buonanotte a te e ai tuoi lettori.

 
Alle 29 novembre 2011 11:13 , Blogger Ernest ha detto...

clap clap

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page