domenica 25 ottobre 2009

LIBRI: Il piccolo libro di Twitter di Tim Collins

Molti amici bloggers a volte scompaiono. Alcuni ritornano alla vita vera, altri si perdono in FB, altri ancora si appassionano a Twitter. Ecco perché ho voluto leggere questo piccolo libro di/per/su Twitter edito da Sperling & Kupfer.
In realtà non è un manuale, e manco una guida (è impossibile scriverne una su di un social network, l’unico modo per comprenderne il funzionamento è tuffarsi dentro), ma dei consigli paratici e alcuni esempi scritti in modo agile e diretto.
Come si ridurrà la mia concentrazione se pure io entrerò in Twitter, un social network che si basa su messaggi di 140 caratteri? Certo, come recita l’ironico lancio del libro, “le dimensioni non contano”…ma c’è un limite a tutto. O no?

Etichette: , , , , , ,

7 Commenti:

Alle 26 ottobre 2009 00:45 , Anonymous Manfredi ha detto...

sai, anche io ero scettico, però devo dirti che il limite di 140 battute ti costringe a essere secco e fulminante. Questo ovviamente se non usi twitter per scrivere robe tipo "SHOPPING TIME!"

 
Alle 26 ottobre 2009 08:34 , Anonymous and ha detto...

Giuro che non so cos'è e come funziona!

 
Alle 26 ottobre 2009 09:18 , Anonymous riccardo uccheddu ha detto...

Ho già seri, anzi serissimi problemi per esser passato dalla Bic al pc.
E dal mono allo stereo.
E dal blog a fb.
E dall'analogico al digitale.
Datemi tempo, please!
Ho la sensazione che vogliano rimbambirci, con tutte 'ste innovazioni...
Ciao, see you later, alligator

 
Alle 26 ottobre 2009 14:03 , Blogger Alligatore ha detto...

@Manfredi
Certo, il dono della sintesi per uno che scrive è tutto, e, pensandoci bene, Twitter potrebbe essere una buona palestra...
@And
E allora devi leggere il Piccolo libro di Twitter.
@riccardo uccheddu
No, anche tu in FB, no! Comunque è vero, quello che dici, ma non ci riusciranno. Resisterem fino all'ultimo social-network

 
Alle 26 ottobre 2009 15:33 , Blogger Ross ha detto...

Non mi attira Twitter così come non mi attira Facebook. Sono una purista del blog. :)

 
Alle 26 ottobre 2009 17:53 , Blogger Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Conosco twitter. Un po' più serio di facebook. Ma riassumere tutto in 140 caratteri lo trovo riduttivo

 
Alle 26 ottobre 2009 18:33 , Blogger Alligatore ha detto...

@Ross
Pure io, per il momento, sono un purista del blog, ma distinguerei tra FB e Twitter. Twitter è qualcosa di più creativo e meno invadente. Almeno a leggere il libro questa è l'impressione.
@Daniele Verzetti il Rockpoeta
Confermi la mia impressione. In 140 caratteri non si può scrivere granché, ma ci si può provare. Per ora scrivo quanto voglio sul blog.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page