venerdì 15 maggio 2009

Intervista a unòrsominòre.

Intervistare unòrsominòre. non è cosa da poco. unòrsominòre. (con gli accenti così e il punto alla fine) non lo incontri tutti i giorni. È un’occasione da prendere al volo. Mi è capitata perché, da buon ecologista (della mente), l’ascolto da anni. Unòrsominòre. infatti è il nuovo progetto di kappa, voce e chitarra dei Lecrevisse, gruppo psico-rock della mia città che alcuni anni fa sconvolse piacevolmente la scena indi con tre dischi memorabili (il secondo, uscito come il terzo per Jestrai, è il più noto, ma pure gli altri due sono imperdibili e girano spesso sul mio lettore).
Da marzo gira spesso anche questo omonimo esordio da òrsominòre., alternative di razza cantato in italiano, registrato ostinatamente in analogico tra i monti di Trento, uscito per la label indipendente I Dischi del Minollo (mi ricorda Massimo Troisi, e a voi?). Un modo di cantare originale, delle melodie mai convenzionali, un rock particolare e unico, quando l’ascolto sento delle forti emozioni (non è una frase fatta, le provo sinceramente).
Non saprei a chi paragonarlo, non saprei con quali parole razionali descriverlo. Per questo lascio la parola a kappa, rivelando che la prima intervista della mia vita da Alligatore, l’ho fatta proprio con lui e Matteo, il bassista dei Lecrevisse. Era il 2003. Ma torniamo al presente. Ciao kappa.
VAI AL SUO SITO http://www.unorsominore.it/
VAI AL SUO MYSPACE http://www.myspace.com/unorsominore

Etichette: , , , , , , , , , , , ,

226 Commenti:

1 – 200 di 226 Nuovi› Più recenti»
Alle 15 maggio 2009 21:34 , Blogger òrso. ha detto...

eccolo. ciao alligatore. stavo curiosando sul tuo blog e ho trovato il post su kurt. quindici anni, santodio.

 
Alle 15 maggio 2009 21:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Già 15, tondi tondi...

 
Alle 15 maggio 2009 21:36 , Blogger òrso. ha detto...

se ne sono ricordati in pochissimi. kurt è il simbolo di un modo di vivere la musica che oggi non esiste più, mi pare.

 
Alle 15 maggio 2009 21:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Del resto ne sono passati 6 dall'intervista che abbiamo fatto insieme quando era uscito il secondo disco dei Lecrevisse.

 
Alle 15 maggio 2009 21:37 , Blogger òrso. ha detto...

eh. un'altra vita.

 
Alle 15 maggio 2009 21:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Però sottotraccia Kurt torna sempre...c'è anche se non c'è.

 
Alle 15 maggio 2009 21:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Ecco che cominciano ad incrociarsi i commenti.

 
Alle 15 maggio 2009 21:39 , Blogger Alligatore ha detto...

...è tipico dell'intervista sul blog.

 
Alle 15 maggio 2009 21:39 , Blogger òrso. ha detto...

sì, ho notato che succede sempre :) basta fare così: uno io e uno tu. regola ferrea.

 
Alle 15 maggio 2009 21:40 , Blogger Alligatore ha detto...

...è il bello della diretta. Proviamo.

 
Alle 15 maggio 2009 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Un'altra vita, dicevi. Allora partiamo con la tua nuova vita, quella da unòrsominòre...

 
Alle 15 maggio 2009 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Chi è unòrsominòre?

 
Alle 15 maggio 2009 21:43 , Blogger òrso. ha detto...

quindi ora tocca a me. il mio commento lo uso per dire che mi manca quel modo di vivere la musica. quello degli anni '90, quello che ha portato anche a conseguenze tragiche (kurt appunto), ma che era vero, intenso. mi sembra che per la maggior parte oggi gli artisti che hanno successo siano quelli che prendono tutto come un gioco.

 
Alle 15 maggio 2009 21:43 , Blogger òrso. ha detto...

ahah, non hai rispettato la regola! :D

 
Alle 15 maggio 2009 21:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Anche tu però...

 
Alle 15 maggio 2009 21:44 , Blogger òrso. ha detto...

ok, allora anarchia. mah, unòrsominòre è un tipo con la chitarra. è piuttosto introverso. prova a fatica a uscire dalla tana ma insomma, non è che tiri proprio una bella aria fuori. però ogni tanto alza il muso e vede le stelle e si commuove un po’, e allora magari scrive una canzone, roba così. poi dopo torna triste e si rimette a fare i conti, che quelli non fanno scherzi e se non tornano è solo colpa tua, mica loro.

 
Alle 15 maggio 2009 21:45 , Blogger òrso. ha detto...

è uno che si illude ancora che certe cose abbiano valore, tipo.

 
Alle 15 maggio 2009 21:46 , Blogger Alligatore ha detto...

Tipo?

 
Alle 15 maggio 2009 21:46 , Blogger òrso. ha detto...

il metterci impegno, per esempio. l'incazzarsi quando è il caso. o il comunismo, per dire. :)

 
Alle 15 maggio 2009 21:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Bene, sono d'accordo.

 
Alle 15 maggio 2009 21:48 , Blogger òrso. ha detto...

poi è strano perchè è raro che nelle mie canzoni si parli di questo. è più un discorso di metodo che di contenuti.

 
Alle 15 maggio 2009 21:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo, sono cose che sono dentro, o dietro ...

 
Alle 15 maggio 2009 21:51 , Blogger òrso. ha detto...

dentro. ma non abbastanza, di questi tempi.

 
Alle 15 maggio 2009 21:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché questo curioso nome? Perché gli accenti così e il punto? Magari solo perché suona bene? O c’è qualcosa di più profondo?

 
Alle 15 maggio 2009 21:52 , Blogger òrso. ha detto...

eheh, per scritto non cambia molto come suona :) no, questo nome è un gioco, che mi rappresenta molto bene. a me piace giocare, vorrei giocare sempre e cerco di farlo come posso. ci sono tre o quattro aspetti fondamentali della mia vita che si intrecciano in questo nome.

 
Alle 15 maggio 2009 21:52 , Blogger òrso. ha detto...

ah, per gli accenti invece devo ringraziare una tizia, ciao tupì :)

 
Alle 15 maggio 2009 21:53 , Blogger Alligatore ha detto...

ciao tupì

 
Alle 15 maggio 2009 21:55 , Blogger Alligatore ha detto...

I 3 4 aspetti fondamentali ce li vuoi dire o li lasciamo dentro?

 
Alle 15 maggio 2009 21:56 , Blogger òrso. ha detto...

Questo commento è stato eliminato dall'autore.

 
Alle 15 maggio 2009 21:56 , Blogger òrso. ha detto...

sai, quando ci chiedevano l'origine del nome "lecrevisse" rispondevamo sempre in modo diverso, inventando una storia nuova ogni volta. mi è sempre piaciuto giocare, te l'ho detto. :)

 
Alle 15 maggio 2009 21:57 , Blogger Alligatore ha detto...

Mi ricordo, mi ricordo...

 
Alle 15 maggio 2009 21:57 , Blogger òrso. ha detto...

comunque si possono intuire, credo. gli aspetti, voglio dire.

 
Alle 15 maggio 2009 21:57 , Blogger Alligatore ha detto...

A me avevi parlato di alcune bacche pischedeliche, se non ricordo male

 
Alle 15 maggio 2009 21:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Rigurado il nome Lecrevisse,le bacche

 
Alle 15 maggio 2009 21:58 , Blogger òrso. ha detto...

sì, quella era una storiella venuta bene; l'avevano pubblicata anche in qualche recensione, quindi in qualche modo era diventata la balla ufficiale. :)

 
Alle 15 maggio 2009 21:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Tra l'altro gli orsi sono ghiotti di bacche.

 
Alle 15 maggio 2009 21:59 , Blogger òrso. ha detto...

mah, di quelle si accontentano, più che altro. ghiotti lo sono del miele, che però è più complicato da ottenere.

 
Alle 15 maggio 2009 22:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Allora sono un po' orso pur io...anzi òrso

 
Alle 15 maggio 2009 22:00 , Blogger òrso. ha detto...

eheh. poi ti chiedo i diritti, eh.

 
Alle 15 maggio 2009 22:01 , Blogger Alligatore ha detto...

òrso welles.

 
Alle 15 maggio 2009 22:02 , Blogger òrso. ha detto...

ahah, non male. di questi tempi poi, quarto potere è d'attualità. per non parlare del quinto.

 
Alle 15 maggio 2009 22:03 , Blogger Alligatore ha detto...

Già, abbiamo superato il cinema, a destra.

 
Alle 15 maggio 2009 22:03 , Blogger Alligatore ha detto...

Passiamo alla fatidica domanda n. 3:
come nasce una tua canzone? Prima la musica o prima le parole?

 
Alle 15 maggio 2009 22:04 , Blogger òrso. ha detto...

questa è una domanda molto interessante, grazie per avermela fatta.

 
Alle 15 maggio 2009 22:04 , Blogger òrso. ha detto...

eheh, citavo :)

 
Alle 15 maggio 2009 22:05 , Blogger òrso. ha detto...

nasce prima la musica, generalmente. le mie canzoni nascono strimpellando l’acustica, e quando per caso esce un bel giretto armonico un po’ diverso dagli altri comincio a construirci sopra l’impalcatura. scrivo per armonie, non per melodie. e le parole sono sempre l’ultima cosa, spesso arrivano anche dopo l’arrangiamento.

 
Alle 15 maggio 2009 22:06 , Blogger òrso. ha detto...

scrivere un buon testo è una faticaccia. ho sempre fatto molta fatica a scrivere testi, e più passa il tempo più diventa complicato, perchè intanto io divento sempre meno indulgente con me stesso, e contemporaneamente devo cercare nuovi punti di vista. io poi ho un modo di scrivere un po’ autistico, ripetitivo, e quindi trovare nuovi spunti e soprattutto riuscire a dar loro una forma compiuta e originale è molto impegnativo.

 
Alle 15 maggio 2009 22:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma per le parole ti siedi a tavolino, oppure le trovi anche quando fai altre cose e hai già le armonie in testa?

 
Alle 15 maggio 2009 22:09 , Blogger òrso. ha detto...

guarda, ho trent'anni suonati: lavoro, torno a casa stanco, e tutto il resto. devo impegnarmi per ritagliarmi degli spazi e dei tempi per scrivere. quindi l'ispirazione me la devo far arrivare. se aspetto che mi piova addosso, stiamo freschi.

 
Alle 15 maggio 2009 22:10 , Blogger òrso. ha detto...

in generale ascolto una frase, vedo qualcosa, e mi annoto uno spunto. poi cerco di svilupparla quando ho un minuto libero.

 
Alle 15 maggio 2009 22:11 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo, è questo che intendevo.

 
Alle 15 maggio 2009 22:12 , Blogger Alligatore ha detto...

Come sono nate le canzoni del tuo recente cd? In tempi diversi, anche ...

 
Alle 15 maggio 2009 22:14 , Blogger òrso. ha detto...

sono nate attraverso un lungo periodo di tempo. una o due le avevo addirittura provate con i lecre. è una specie di secondo debutto, per me, sono ripartito praticamente da zero. e c’è voluto del tempo, sicchè, come ogni debutto, il disco raccoglie tutta l’esperienza costruita in anni di maturazione. un paio invece sono state scritte e provate poche settimane prima della registrazione.

 
Alle 15 maggio 2009 22:17 , Blogger Alligatore ha detto...

A proposito di scrittura e ispirazione, mi ricordo quello che diceva Eddie Vedder: le idee migliori vengono nei momenti più inopportuni, quando non hai possibilità di buttarle giù. Poi le dimentichi, e ti rimane il vago ricordo di una cosa grandissima....che rabbia. Mai capitato?

 
Alle 15 maggio 2009 22:19 , Blogger òrso. ha detto...

uhm, sì, qualche volta. però dopo le prime volte ho fatto in modo di avere sempre con me un foglio e una penna; sul comodino, in borsa, dappertutto. poi negli ultimi tempi la tecnologia è venuta in soccorso; qualche giorno fa mi è venuto in mente un buono spunto mentre guidavo, e me lo son registrato col telefonino.

 
Alle 15 maggio 2009 22:20 , Blogger Alligatore ha detto...

Bella immagine questa... Già, le pensate milgiori le faccio in auto, per questo pochi si fidano della mia guida...

 
Alle 15 maggio 2009 22:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma torn iamo a noi: c’è una canzone in particolare che rappresenta il sound dell’òrsominòre?
Tra quevecchie lle più o tra quelle più recenti ...

 
Alle 15 maggio 2009 22:21 , Blogger òrso. ha detto...

eheh, citi o è tua questa?

 
Alle 15 maggio 2009 22:22 , Blogger Alligatore ha detto...

...è mia, credo.

 
Alle 15 maggio 2009 22:23 , Blogger òrso. ha detto...

ecco, no, direi di no, direi che una caratteristica fondante dell’òrso, musicalmente, è un eclettismo testardo, o una confusione inconcludente, a seconda che la cosa piaccia o no :) quindi non esiste una canzone-tipo. la radice ovviamente è nell'indie-rock, ma c'è del pop, della wave, del cantautorato... tutto quello che mi piace finisce in quello che scrivo e compongo.

 
Alle 15 maggio 2009 22:24 , Blogger òrso. ha detto...

ma poi per me è sempre stato così, ho sempre amato generi di musica molto differenti fra loro, e molti dei dischi che amo di più sono così, complessi e sfaccettati... penso al white album, o ad abbey road, o a timothy’s monster dei motorpsycho, o a mellon collie degli smashing pumpkins, ad esempio, per dire i primi che mi vengono in mente.

 
Alle 15 maggio 2009 22:25 , Blogger Alligatore ha detto...

In questo c'è una continuità con i Lecrevisse ...

 
Alle 15 maggio 2009 22:26 , Blogger òrso. ha detto...

(riguardo all'auto: paradossalmente, la guida è rimasto uno dei pochi momenti di intimità nella giornata. quando guidi andando al lavoro al mattino, con la mente fresca, o quando torni a casa la sera col cervello pieno, e sei da solo, è più facile che la mente inizi a farsi i suoi viaggioni. certo, poi disfi le macchine.)

 
Alle 15 maggio 2009 22:26 , Blogger Alligatore ha detto...

Quando ti ho conosciuto tu suonavi nei mitici Lecrevisse, appunto. Sono passati alcuni anni dalla chiusura di quell’esperienza musicale. Cosa ti è rimasto? Contatti con gli altri? ...

 
Alle 15 maggio 2009 22:28 , Blogger òrso. ha detto...

sì, è vero. ma in qualche modo nei lecrevisse c'era meno libertà di spaziare, anche se la cosa suona strana. perchè c'erano cinque persone da far convivere, cinque gusti diversi che dovevano trovare un punto comune, e una volta trovato non era facile allontanarsene. l'òrso invece è da solo e può fare quello che gli pare... con i pro e i contro della cosa. se voglio scrivere un pezzo country non c'è nessuno che mi dice "ma a me non piace" :)

 
Alle 15 maggio 2009 22:29 , Blogger òrso. ha detto...

beh, intanto grazie per il "mitici" :). eh, mi è rimasto tanto. io resto sempre molto, molto legato al mio passato. e quell’esperienza è stata importantissima per me, come anche per tutti gli altri credo. di recente ci siamo visti, gli altri sono anche venuti a vedermi a un concerto. mado’, ho fatto un mezzo infarto e ho suonato da culo :D

 
Alle 15 maggio 2009 22:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Be' per me è stato un gruppo importante: ho cominciato a scrivere in quel periodo, ho copiato il titolo della vostr cover per la mia rubrica di rece su smemoranda: Com'è profondo il mare.

 
Alle 15 maggio 2009 22:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Impotante personalmente, ma anche musicalmente.

 
Alle 15 maggio 2009 22:33 , Blogger òrso. ha detto...

:) mi fa piacere. ogni tanto trovo qualche traccia del nostro passaggio, in giro. qualche piccolo segno lo abbiamo lasciato, forse.

 
Alle 15 maggio 2009 22:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo, del resto gli apprezzamenti della critica non erano da poco. Era un bel gruppo ed è rimasto molto nell'òrso.

 
Alle 15 maggio 2009 22:35 , Blogger òrso. ha detto...

dici? io me lo chiedo, ma non ho una risposta certa.

 
Alle 15 maggio 2009 22:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, si sente una certa continuità. Quella che c'è per esempio tra i cod e il N.A.N.O.

 
Alle 15 maggio 2009 22:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Oltre a questo tuo progetto solista, tu sei protagonista anche di un originale tribute-band, THE MAGICAL MYSTERY BAND. Beatles o Rolling Stones? …come riesci a portare avanti entrambe le esperienze? Riesci?

 
Alle 15 maggio 2009 22:39 , Blogger òrso. ha detto...

beatles o rolling stones? scherzi? :D

 
Alle 15 maggio 2009 22:41 , Blogger òrso. ha detto...

comunque guarda, l’esperienza nella mmb è sempre stata molto gratificante ma è comunque rimasta sempre a livello di divertissement, o poco più. mi piace cantare, mi piace suonare, anche canzoni altrui, e adoro i fab four. devo comunque dire che questa cosa mi ha insegnato molto, sia musicalmente che a livello di approccio al palco e all'esibizione.

 
Alle 15 maggio 2009 22:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Scherzi, che io scherzi?

 
Alle 15 maggio 2009 22:42 , Blogger òrso. ha detto...

ma beatles tutta la vita. dico, questi nel '66 hanno pubblicato tomorrow never knows, non so se ci rendiamo conto.

 
Alle 15 maggio 2009 22:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Non credo ci si renda conto, i Beatles andavano molto più in profondità del loro successo.

 
Alle 15 maggio 2009 22:46 , Blogger òrso. ha detto...

beh, se parli del grande pubblico sì, non molti si rendono conto. ma ho scoperto con piacere che gli appassionati di musica generalmente riconoscono la grandezza di quei quattro, anche se non tutti poi diventano fanatici come me. fra l'altro io sono più per paul che per john :)

 
Alle 15 maggio 2009 22:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Veramente?

 
Alle 15 maggio 2009 22:47 , Blogger Alligatore ha detto...

...o è uno dei tuoi scherzi?

 
Alle 15 maggio 2009 22:47 , Blogger òrso. ha detto...

sì. non te l'aspettavi?

 
Alle 15 maggio 2009 22:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Se mi chiedi Beatles o Stones, così, a freddo, senza troppo pensarci, ti rispondo Beatles... poi però razionalmente le cose si complicano. Se mi chiedi John o Paul dico John e rimango su questa posizione senza muovermi di un millimentro...
Ma non vorrei perdermi nel discorso.

 
Alle 15 maggio 2009 22:49 , Blogger òrso. ha detto...

ma chiaramente adoro tutti e due, sono due icone per me. però il ruolo di john come quello matto, sperimentatore, impegnato, è universalmente riconosciuto, mentre si tende a dimenticare che mccartney, ad esempio, ha infilato nello stesso disco pezzi assurdi e diversissimi fra loro come obladì obladà, balckbird e helter skelter (quest'ultima poi è una canzone incredibile!)

 
Alle 15 maggio 2009 22:50 , Blogger Alligatore ha detto...

Su questo non c'è dubbio. Immensa.

 
Alle 15 maggio 2009 22:51 , Blogger òrso. ha detto...

certo, poi john ha scritto i want you, che sono i soundgarden venticinque anni prima... :)

 
Alle 15 maggio 2009 22:52 , Blogger Alligatore ha detto...

...e pensandoci, su Paul è vero quello che dici. Però rimango un Lennoniano (ho ancora i mie vecchi occhialini tondi, che ogni tanto sfoggio).

 
Alle 15 maggio 2009 22:53 , Blogger Alligatore ha detto...

Tornando a noi e tonando all'oggi: che rapporto hai con Internet da musicante?

 
Alle 15 maggio 2009 22:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

:-)

 
Alle 15 maggio 2009 22:54 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Anonimo veneziano.

 
Alle 15 maggio 2009 22:55 , Anonymous Anonimo ha detto...

eilà, volevo solo ringraziare

 
Alle 15 maggio 2009 22:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Chi e perchè? Chi sei, se posso sapere?

 
Alle 15 maggio 2009 22:57 , Blogger òrso. ha detto...

molto intenso, invero. in effetti mi interrogo spesso su quale sia il futuro per il mercato musicale. non credo ci sia molto più spazio per i vecchi metodi di comunicazione, soprattutto in ambito indipendente. internet è universale, economico, e facile. il che da un certo punto di vista è un problema, perchè il mercato si è saturato in maniera assurda da quando la rete è diventata importante, e chiunque abbia voglia può farsi il suo space e la sua paginetta fb e se comunica bene può raggiungere ottimi risultati senza essere un buon musicista. ma va bene così, non ci si oppone ai flussi storici. sarebbe come dire, chessò, che ci opponiamo a un'italia multietnica: pensa che assurdità se qualcuno lo dicesse!

 
Alle 15 maggio 2009 22:58 , Blogger òrso. ha detto...

se ho fiuto, anonimo è da roma.

 
Alle 15 maggio 2009 22:59 , Blogger Alligatore ha detto...

Da Roma. Ma è romano de Roma? ...lasciamo il mistero.

 
Alle 15 maggio 2009 23:00 , Blogger òrso. ha detto...

se ho fiuto, non parlerà più :)

 
Alle 15 maggio 2009 23:00 , Anonymous Anonimo ha detto...

sbagliato, Milano!
ora hai capito?

indizio.. ho comprato 3 copie del tuo nuovo ciddì

 
Alle 15 maggio 2009 23:01 , Blogger Alligatore ha detto...

La madonna!

 
Alle 15 maggio 2009 23:01 , Blogger Alligatore ha detto...

Hai sbagliato, mi sono avvicinato più io.

 
Alle 15 maggio 2009 23:02 , Blogger òrso. ha detto...

uh. non ho fiuto, in alcun senso! :D fra l'altro domani allora a roma ci sarà qualcuno che sorriderà. milano, tre copie... non ci arrivo proprio! che figura.

 
Alle 15 maggio 2009 23:03 , Blogger Alligatore ha detto...

...e cosa ti hanno dato queste 3 copie? Vuoi chiedere qualcosa a kappa?

 
Alle 15 maggio 2009 23:04 , Blogger òrso. ha detto...

ah, è la madonna?

 
Alle 15 maggio 2009 23:04 , Blogger Alligatore ha detto...

la madunnina.

 
Alle 15 maggio 2009 23:04 , Anonymous Anonimo ha detto...

ma no, non preoccuparti. era solo più divertente rimanere anonima. cmq il mio nome è miki, quella povera ragazza a cui chiedi sempre di organizzarti un concerto a milano...

 
Alle 15 maggio 2009 23:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Veronica Ciccone ascolta l'òrsòminore.

 
Alle 15 maggio 2009 23:05 , Blogger òrso. ha detto...

ah! diamine non ci sarei mai arrivato :D

 
Alle 15 maggio 2009 23:06 , Blogger òrso. ha detto...

no, raccontiamola giusta: tu mi chiedi "quando vengo a suonare a milano", e io ti rispondo "quando mi organizzi un concerto!" :)

 
Alle 15 maggio 2009 23:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Ora tutto è più chiaro.

 
Alle 15 maggio 2009 23:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Allora ciao Miki. Tu conoscevi i Lecrevisse? O hai scoperto da poco l'òrsò?

 
Alle 15 maggio 2009 23:07 , Blogger òrso. ha detto...

ora ogni cosa è al suo Posto.

 
Alle 15 maggio 2009 23:09 , Blogger Alligatore ha detto...

Be', se vuoi intervenire Miki, tra una domanda e l'altre fa piacere. Io vado avanti.

 
Alle 15 maggio 2009 23:09 , Blogger òrso. ha detto...

miki è timida. :)

 
Alle 15 maggio 2009 23:10 , Blogger Alligatore ha detto...

...allora:.. e da utente, il tuo rapporto con la Rete delle Reti?

 
Alle 15 maggio 2009 23:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

ascolto i lecrevisse da anni. ho tutti dischi. li ho sentiti suonare 1 volta sola al rolling stone. meraviglia!!!

 
Alle 15 maggio 2009 23:12 , Blogger Alligatore ha detto...

Concordo.

 
Alle 15 maggio 2009 23:12 , Blogger òrso. ha detto...

eh, sono abbastanza drogato di internet. cerco informazioni, studio, cazzeggio. internet ha rivoluzionato la nostra vita - senza che nessun romanzo o film di fantascienza lo avesse anche lontanamente immaginato fra l'altro...

 
Alle 15 maggio 2009 23:13 , Blogger òrso. ha detto...

:) grazie miki. eh, così pare che l'abbia pagata :D in realtà davvero nemmeno ci conosciamo di persona!

 
Alle 15 maggio 2009 23:14 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, questo è vero, lo penso spesso pure io. Manco il grande Philip K. Dick, che ne ha immaginate tante, l'aveva immaginato.

 
Alle 15 maggio 2009 23:14 , Blogger Alligatore ha detto...

...la mia frase era relativa alla Rete delle Reti.

 
Alle 15 maggio 2009 23:16 , Blogger Alligatore ha detto...

Anche il fatto di conoscere tante persone, am non conoscerle di persona, è una fatto nuovo, e inimmaginabile. Mai prima d'ora era successo...almeno non così.

 
Alle 15 maggio 2009 23:16 , Blogger òrso. ha detto...

ma guarda, io mi stupisco semplicemente se penso che quando ho iniziato a suonare nei lecrevisse il telefonino ce l'aveva una persona su venti, o trenta.

 
Alle 15 maggio 2009 23:19 , Blogger Alligatore ha detto...

Già, è incredibile e allo stesso tempo accettiamo tutto come fosse natursle. Tornando alla musica, pure io ho tutti i cd dei Lecrevisse (il primo con gli autografi sulla copertina: quello di kappa è stranissmo, ha disegnato una specie di girandola).

 
Alle 15 maggio 2009 23:20 , Anonymous Anonimo ha detto...

in realtà conoscere persone tramite internet ma non di persona a volte è intrigante a volte un pò inquietante. no?
(cmq non mi dato soldi, giuro!)

 
Alle 15 maggio 2009 23:20 , Blogger òrso. ha detto...

ahah! sì, pazzesco, c'è gente che mi chiede autografi. sul serio, è folle :D

 
Alle 15 maggio 2009 23:21 , Blogger Alligatore ha detto...

In cambio ti ho dato una bottiglia di Valpolicella....una per tutta la band.

 
Alle 15 maggio 2009 23:21 , Blogger òrso. ha detto...

come, per pagare il cd? li davamo via così alla cazzo? :D

 
Alle 15 maggio 2009 23:23 , Blogger Alligatore ha detto...

No, era la Festa di Partito, se non ricordo male, e io lavoravo allo stand...ma non volgio divagare. Torniamo a all'intervista.

 
Alle 15 maggio 2009 23:26 , Blogger Alligatore ha detto...

...è vero Miki, conoscere persone tramite internet ma non di persona a volte è intrigante a volte un pò inquietante...

 
Alle 15 maggio 2009 23:26 , Blogger Alligatore ha detto...

A proposito di Internet, Myspace. Myspace ti sembra una cosa buona o solo una vetrinetta? O una via di mezzo… per il proprio lavoro, i rapporti umani, … è superato da Facebook?

 
Alle 15 maggio 2009 23:30 , Blogger òrso. ha detto...

ostia, qui scendiamo nello specifico... al limite del nerd! :D bè, come dicevo, myspace è un'arma a doppio taglio: ci sono tutti, ma proprio tutti. come fai a selezionare le proposte di qualità? devi affidarti a recensioni, siti e giornali, se non vuoi andare alla cieca. comunque trovo che la filosofia di fb sia diversa da myspace. a meno che tu non sia già "arrivato" e la gente venga a cercarti, come mezzo di promozione fb è limitato, perchè raggiungi per lo più persone che già conosci, mentre su myspace puoi allargare il giro delle tue conoscenze. almeno, questo è quello che mi è sembrato, da utente profano... certo che da quando fb è arrivato in italia, myspace è diventato un mezzo mortorio. :)

 
Alle 15 maggio 2009 23:33 , Blogger Alligatore ha detto...

Però ha aumentato la sua autorevolezza, forse.

 
Alle 15 maggio 2009 23:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Domandona classica.
Cosa ne pensi di quello che ha scritto Aldo Nove riguardo Facebook? “…su FB non si pensa. Su FB non si inventa? Su FB si fa esattamente quello che sotterraneamente ti viene detto di fare, nell’illusione che sia tu a sceglierlo.” Insomma, una democrazia assoluta “di facciata”. Perfetta metafora della società attuale, aggiungo io …

 
Alle 15 maggio 2009 23:34 , Blogger òrso. ha detto...

dici? può darsi. forse è meno generalista, il "grosso pubblico" cazzeggia su fb, su myspace restano gli appassionati. può essere.

 
Alle 15 maggio 2009 23:36 , Blogger òrso. ha detto...

giorgio gaber, 1972: "la nostra libertà di parola è la misura della loro potenza. voglio dire che ti lasciano il tuo spazio libero, quello che chiamano “libertà”, ma con questo spazio non hai nessuna incidenza, nessuna possibilità di sovvertire o modificare qualcosa. In poche parole, non si riesce mai a dar fastidio a nessuno".

 
Alle 15 maggio 2009 23:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

sono abbastanza ostile a Fb. inoltre per conoscere nuova musica o arte in generale è molto meglio myspace

 
Alle 15 maggio 2009 23:37 , Blogger òrso. ha detto...

in questo senso, forse è vero che myspace è più "autorevole" di fb. su myspace devi mettere qualcosa di tuo. su fb puoi limitarti a cazzeggiare tutto il giorno facendo test preconfezionati e condividendo video inutili... fb oppio del popolo? probabile.

 
Alle 15 maggio 2009 23:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

su FB si cazzeggia

 
Alle 15 maggio 2009 23:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Direi che Gaber l'abbia scritto oggi (magari ispirato anche dalla moglie) e che Miki è sulla nostra stessa lunghezza d'onda...ma FB non lo ama nessuno, chiapperi, ecco perhcè ha così successo.

 
Alle 15 maggio 2009 23:38 , Blogger òrso. ha detto...

per lo più. oppure si organizzano pizze di classe.

 
Alle 15 maggio 2009 23:39 , Blogger òrso. ha detto...

ma no, poi fb lo uso anch'io. un mezzo non è mai buono o cattivo, anche la tv non è "cattiva". è un mezzo. quello che conta è l'uso che se ne fa.

 
Alle 15 maggio 2009 23:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

infatti non bisogna mai demonizzare lo strumento, ma il metodo

 
Alle 15 maggio 2009 23:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Il mezzo è il messaggio....

 
Alle 15 maggio 2009 23:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Dopo tutto questo filosofeggiare sul virtuale torniamo al territorio Vieni da Verona, città lontana dai grandi centri. Essere così lontani dai grandi centri aiuta o limita? Una città e una regione dove, come dicono da queste parti, girano i schei (i soldi, per chi non avesse capito). Tutto questo giro di schei ha portato qualche investimento in musica e/o cultura? Domanda retorica?

 
Alle 15 maggio 2009 23:45 , Blogger òrso. ha detto...

guarda, nascere in provincia limita. se rinascessi credo che mi trasferirei a milano o a roma, o a bologna, a vent’anni. il veneto poi è un postaccio. come dici tu, girano soldi, ma generalmente sono in mano a persone di poca cultura. qui si coltivano i propri interessi, si cura il proprio giardinetto, e il resto del mondo va tenuto lontano, a meno che non porti altri schei.

 
Alle 15 maggio 2009 23:46 , Blogger Alligatore ha detto...

Analisi perfetta. Hai contatti con altri artisti della tua città o regione? Di altre? ...

 
Alle 15 maggio 2009 23:46 , Blogger òrso. ha detto...

verona, architettonicamente e paesaggisticamente, è una città meravigliosa. ma è un perfetto esempio del degrado culturale italiano.

 
Alle 15 maggio 2009 23:46 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo, un laboratorio....

 
Alle 15 maggio 2009 23:49 , Blogger òrso. ha detto...

Questo commento è stato eliminato dall'autore.

 
Alle 15 maggio 2009 23:49 , Blogger òrso. ha detto...

bè, sai, suono da una vita, ovviamente conosco un po' tutti i musicisti (almeno della mia generazione) di verona e dintorni. ma sono un òrso e tendo a non sentirmi troppo a mio agio nei giri in cui si muovono. per lo più me ne sto per i fatti miei. poi vabè, conosco un po' di artisti italiani che stimo molto, e che a loro volta hanno espresso stima per il mio lavoro, dandomi grossa soddisfazione.

 
Alle 15 maggio 2009 23:50 , Blogger Alligatore ha detto...

A produrre il cd c’è la label indipendente “I Dischi del Minollo”? C’è Troisi dietro? Come vi siete incontrati? Come prosegue la vostra collaborazione?

 
Alle 15 maggio 2009 23:51 , Anonymous Anonimo ha detto...

paolo bevegnù? :-)

 
Alle 15 maggio 2009 23:52 , Blogger Alligatore ha detto...

paolo bevegnù torna sempre nelle mie interviste.

 
Alle 15 maggio 2009 23:53 , Blogger Alligatore ha detto...

paolo bevegnù credo che sia più persone. C'èil suo zamoino nel 90% di quello che musicalmente succede di rilevenate nella musica italica.

 
Alle 15 maggio 2009 23:53 , Blogger Alligatore ha detto...

Minollo?

 
Alle 15 maggio 2009 23:54 , Blogger òrso. ha detto...

eheh, non c'è troisi in carne ed ossa ma il suo spirito probabilmente sì :) il minollo è stata contattato dai ragazzi che seguono il mio management (che saluto, ciao gunclubbi); ci siamo incontrati al m.e.i. lo scorso novembre, e dopo rapide trattative abbiamo concluso l'accordo. la minollo records è un'etichetta piccola ma molto determinata, sincera, e convinta delle proprio scelte. devo sinceramente dire che sono contento di lavorare con francesco, anche per la qualità delle altre band della label.

 
Alle 15 maggio 2009 23:56 , Blogger òrso. ha detto...

beh, sì, anche paolo, anche se lui si era spericato in grosse lodi per i lecre mentre sull'òrso non mi ha ancora fatto sapere niente. ma non parlavo solo di lui, via...

 
Alle 15 maggio 2009 23:57 , Blogger Alligatore ha detto...

Allora Fossati.... Nel cd c’è una cover di Ivano Fossati, "Discanto". Perché Fossati, perché quella canzone? Quale altra cover ti piacerebbe fare? Com'è profondo il mare?

 
Alle 15 maggio 2009 23:59 , Blogger òrso. ha detto...

io adoro Fossati. fra i grandi cantautori italiani, insieme a battiato, al primo dalla, a de andrè, a gaber, è forse - mi sbilancio - quello che preferisco. forse perchè oltre a essere un grande autore, è anche un grandissimo musicista... ma anche solo i suoi testi, così profondi ma perfettamente... levigati, "genovesi". insomma, desideravo reinterpretare una sua canzone; discanto mi è parsa quella più vicina al mondo musicale dell'òrso, ma è solo uno fra i suoi pezzi che amo alla follia.

 
Alle 16 maggio 2009 00:00 , Blogger òrso. ha detto...

sto iniziando a pensando a quale cover fare ora, come dicevo mi piace suonare belle canzoni altrui, meglio se non troppo conosciute. com’è profondo il mare è da poco rientrata in repertorio live, e devo dire che è stata una bella emozione ricantarla dopo tanto tempo, anche se a dire il vero una volta, un anno fa, mi era già successo di ricantarla in versione acustica, in una serata molto ventosa.

 
Alle 16 maggio 2009 00:02 , Blogger òrso. ha detto...

ecco, a proposito di altri musicisti: lele battista, un artista che stimo moltissimo, mi ha per esempio scritto che secondo lui la mia versione di discanto è addirttura "molto più bella" di quella originale. son soddisfazioni :)

 
Alle 16 maggio 2009 00:03 , Blogger Alligatore ha detto...

Lele è un intenditore. Anche lui fa molte cose nel mondo indi. E non solo.

 
Alle 16 maggio 2009 00:03 , Blogger Alligatore ha detto...

Bella con il vento "Com'è profondo il mare" ... deve essere intrigante. All'Antonioni di Blow Up. A proposito di concerti, come presenterai live il cd? Sarai da solo? Sono previsti dei concerti nei prossimi giorni?

 
Alle 16 maggio 2009 00:05 , Anonymous Anonimo ha detto...

ovviamente non a milano, hihihi :D

 
Alle 16 maggio 2009 00:07 , Blogger òrso. ha detto...

uh, bravo, mi dai l'occasione per parlare dei miei turnisti rock. dal vivo suono con una band piuttosto rockettara, ho questi smidollati stipendiati che sono il ted, che suona il basso e fa i cori, manuel che mena sui tamburi, e mauro che suona la chitarra e fa un po' di rumori curiosi. ecco, sennò poi si lamentano che non li nomino, ma devono mettersi in testa che senza di me non sono niente, che io sono il CAPO e loro sono solo dei miserabili turnisti. eheh

 
Alle 16 maggio 2009 00:08 , Blogger Alligatore ha detto...

Domani suonerai con loro sui monti di Trento?

 
Alle 16 maggio 2009 00:08 , Blogger òrso. ha detto...

scherzi a parte, ci sono un po' di date in programma. bè, intanto domani sera (sabato 16) siamo allo snooky di caldonazzo, vicino trento. poi stiamo mettendo giù un po' di cose per giugno ma sono ancora tutte più o meno da confermare, quindi invito gli interessati a tenere d'occhio il mio sito www.unorsominore.it .

 
Alle 16 maggio 2009 00:08 , Blogger òrso. ha detto...

eh miki! organizzami una data dai! ahr ahr ahr

 
Alle 16 maggio 2009 00:10 , Anonymous Anonimo ha detto...

possiamo andare avanti cosi per anni ...

 
Alle 16 maggio 2009 00:10 , Anonymous Anonimo ha detto...

:D

 
Alle 16 maggio 2009 00:11 , Blogger Alligatore ha detto...

Già Miki... ma, una curiosità, come hai conosciuto i Lecrevisse Miki? C'era già internet allora...

 
Alle 16 maggio 2009 00:13 , Blogger Alligatore ha detto...

Mistero.

 
Alle 16 maggio 2009 00:13 , Blogger Alligatore ha detto...

Ritornando ad òrsò (un nuovo modo di dire, perché bomba non mi piace): cosa si muove nella scena indipendente? Gli Afterhours vanno a Sanremo e poi fanno un cd con molti nomi della scena indipendente. Qualche grosso giornale scopre l’acqua calda, il sottobosco indipendente. Wow! Dove sono stati in questi ultimi quindici/venti anni? Cosa ne pensi di tutto questo?

 
Alle 16 maggio 2009 00:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

un io amico (il mio guru della musica) ha letto una recensione del primo disco non ricordo dove. e me l'ha regalato.

 
Alle 16 maggio 2009 00:16 , Blogger òrso. ha detto...

eheh... bè, guarda, intanto ti dico che ho una certa allergia per buona parte della cosiddetta "scena indipendente" appunto, che per lo più è fatta di jeans stretti, camicie, cravatte sottili; e che, come ogni altra faccenda, va avanti al 99% per amicizie e "giri giusti", e non per merito. dico questo non tanto per rosicare, che in fondo io qualche piccolo risultato magari lo ottengo, ma perchè è un dato di fatto che se non conosci le persone giuste non ti muovi. conosco band validissime che non riescono a far uscire un cd perchè non sono amici di.

 
Alle 16 maggio 2009 00:16 , Anonymous Anonimo ha detto...

infatti 1 delle famose 3 copie è per lui

 
Alle 16 maggio 2009 00:17 , Blogger òrso. ha detto...

ciò detto, sull'altra questione: ti rivelo che per esempio io sono uno spettatore assiduo di xfactor, non mi sono perso una puntata una. però, come dici, mi gratto parecchio quando vedo tutti scappellarsi per i bastard sons of dioniso ad esempio, che sono senz'altro un buon gruppo (ora ovviamente lo saranno molto di più dopo mesi di musica a tempo pieno), simpatico, ovviamente acerbo, ma comunque non particolarmente innovativo o rappresentativo della musica indipendente italiana.

 
Alle 16 maggio 2009 00:19 , Blogger òrso. ha detto...

c'è una separazione netta fra quello che è "reale", come il paese di cui canta l'agnelli, e quello che ci viene offerto nei luoghi preposti e preconfezionati. chi non tocca con mano non sa e non si rende conto, e poi casca dal pero se sente una chitarra distorta. purtroppo, il discorso è sempre lo stesso: i soldi, e quindi i mezzi, sono quasi sempre lontani da chi suda e ci mette l'anima. e questo è vero a tutti i livelli, purtroppo.

 
Alle 16 maggio 2009 00:20 , Blogger Alligatore ha detto...

Già, quello che dici è reale.

 
Alle 16 maggio 2009 00:20 , Blogger Alligatore ha detto...

Questo sì.

 
Alle 16 maggio 2009 00:21 , Blogger òrso. ha detto...

ah miki, ma allora le recensioni servono a qualcosa! buono a sapersi! :D

 
Alle 16 maggio 2009 00:22 , Blogger Alligatore ha detto...

Magari era una delle mie ... e allora il cercho si chiude.

 
Alle 16 maggio 2009 00:22 , Anonymous Anonimo ha detto...

purtroppo siamo rimasti in pochi a leggerle! però si. servono

 
Alle 16 maggio 2009 00:22 , Blogger òrso. ha detto...

per dire: temo che tre quarti dei gruppi che partecipano al progetto degli afterhours non abbiano la minima idea di cosa si muove sotto di loro. spero di sbagliarmi eh.

 
Alle 16 maggio 2009 00:23 , Anonymous Anonimo ha detto...

senza voler ofenndere nessuno, però metà di quel disco è abbastanza inascoltabile

 
Alle 16 maggio 2009 00:24 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma per chi è la terza copia, Miki? Se non sono indiscreto....e l'amico che legge, ha già letto qualcosa su l'òrso?

 
Alle 16 maggio 2009 00:26 , Anonymous Anonimo ha detto...

la terza copia è per un'altro amico: il cantante dell'altro :-) mio gruppo preferito italiano (di napoli)

 
Alle 16 maggio 2009 00:27 , Blogger Alligatore ha detto...

Interessante....non approfondisco anche se sono curioso.

 
Alle 16 maggio 2009 00:28 , Anonymous Anonimo ha detto...

loro si chiamano EPO, e il loro secondo albun Silenzio/assenzo è uscito nel 2007. li conosci?

 
Alle 16 maggio 2009 00:28 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché òrsominore. fai musica? Per liberarti dai demoni interiori? Per essere amato? Perché ti piace?

 
Alle 16 maggio 2009 00:29 , Anonymous Anonimo ha detto...

il 1° album si chiamava "il mattino ha l'oro in bocca"

 
Alle 16 maggio 2009 00:31 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, li conosco: hai buoni gusti miki, si vede che ti paice la musica vera.

 
Alle 16 maggio 2009 00:32 , Anonymous Anonimo ha detto...

grazie!

 
Alle 16 maggio 2009 00:32 , Blogger òrso. ha detto...

brava miki, diffondi il verbo dell'òrso :)

 
Alle 16 maggio 2009 00:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

pensa che al cantante degli EPO ho regalato anche 2 dischi dei lecrevisse: è impazzito!

 
Alle 16 maggio 2009 00:33 , Blogger òrso. ha detto...

per rispondere all'alligatore (orsi, alligatori, che cazzo di zoo). ecco, la marzulliana domanda da 1000 euro (che di questi tempi non son pochi): perchè suono. ti dirò, fai tre buone ipotesi, tutte e tre. la seconda poi è davvero abbastanza centrata (e ammetterlo non è semplice, eh). ma forse ormai il motivo più forte è che non saprei come non farlo. suono da quanto avevo quindici anni... non riesco a immaginare la mia vita senza una chitarra, e nemmeno senza un piccolo palco su cui suonarla, ogni tanto. non so, è brutto? servono motivazioni più intime? ma sì, ci sono pure quelle, ma meglio tenerle dentro.

 
Alle 16 maggio 2009 00:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Una domanda che non ti ho fatto e che avresti voluto sentire ...

 
Alle 16 maggio 2009 00:36 , Blogger òrso. ha detto...

ah ma allora sei davvero marzullo :D

 
Alle 16 maggio 2009 00:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo, e chi pensavi?

 
Alle 16 maggio 2009 00:38 , Blogger Alligatore ha detto...

A quest'ora mi escono solo marzullate...

 
Alle 16 maggio 2009 00:38 , Blogger òrso. ha detto...

ok allora vediamo. òrso, cosa ti fa incazzare? uhm, parecchie cose: per esempio gli errori grammaticali sempre più dilaganti, l'incoerenza, l'approssimazione. un'altra: òrso, cosa ti fa paura? la povertà, che è madre dell'ignoranza, che è madre di tutti i mali della nostra società. troppo pesante?

 
1 – 200 di 226 Nuovi› Più recenti»

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page